Contrordine vignaioli: il Mercato Fivi rimandato al 2021

C’era grande attesa per la festa dei primi 10 anni del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti. E tutto era stato predisposto a dovere e confermato. Ma a fronte dell’incertezza di queste ultime settimane legata alla tormentata spada di Damocle del Covid-19 che continua a incombere, la Fivi ha scelto di rimandare al 2021 l’evento. La decisione è stata presa in accordo con Piacenza Expo, considerando l’attuale aumento dei contagi e il periodo in cui si sarebbe svolto il Mercato. Ma non tutto è perduto. Domenica 29 novembre, data in cui avrebbe dovuto tenersi la manifestazione a Piacenza, la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti ha infatti indetto l’iniziativa “Una domenica dal Vignaiolo”: una giornata in cui i produttori indipendenti aderenti ospiteranno nella propria cantina i colleghi di altre zone d’Italia, aprendo al contempo le porte ai visitatori.

Mercato Fivi 2020: il perché del dietrofront 

"Facciamo la nostra parte evitando gli assembramenti, ma non rinunciamo alla possibilità di creare occasioni alternative di incontro con sostenitori e appassionati più sicure e contenute” (Matilde Poggi, presidente Fivi)
“Facciamo la nostra parte evitando gli assembramenti, ma non rinunciamo alla possibilità di creare occasioni alternative di incontro con sostenitori e appassionati più sicure e contenute” (Matilde Poggi, presidente Fivi)

“La voglia di non arrendersi e di dare un forte segnale di ripresa ci ha spinto questa estate a confermare le date di novembre 2020 del Mercato dei Vini”, afferma la numero uno Fivi, Matilde Poggi, spiegando i motivi del dietrofront. “Dopo lunghe e sentite riflessioni ha prevalso però la convinzione che in questo momento la sicurezza e il buonsenso debbano avere la priorità. Facciamo la nostra parte evitando gli assembramenti, ma non rinunciamo alla possibilità di creare occasioni alternative di incontro con sostenitori e appassionati più sicure e contenute”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’amministratore unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli, che ribadisce l’impegno comune: “Piacenza Expo e Fivi continuano la collaborazione e sono già al lavoro per pianificare l’edizione 2021. In questo particolare periodo, ancora carico di incertezze per i grandi eventi fieristici, si è ritenuto intelligente non prevedere a fine novembre di quest’anno la decima edizione. Un appuntamento solo rimandato per gli oltre 700 vignaioli che avevano già dato la loro adesione come espositori”.

Per un “Mercoledì da Vignaioli”: gli appuntamenti di novembre

Il 4, 11 e 18 novembre, appuntamento con i “Mercoledì da Vignaioli”, serate d’incontro nei “punti di affezione Fivi
Il 4, 11 e 18 novembre, appuntamento con i “Mercoledì da Vignaioli”, serate d’incontro nei “punti di affezione Fivi

Come detto: non tutto è, però, perduto. Altri tre appuntamenti, pensati per mantenere vivo il legame tra Vignaioli e appassionati, si svolgeranno infatti durante il mese di novembre. Il 4, 11 e 18 ci saranno i “Mercoledì da Vignaioli”, serate d’incontro nei “punti di affezione Fivi”, ovvero le enoteche e i ristoranti che vendono e sostengono i vignaioli legati all’associazione. Proseguirà così la tradizione di un progetto nato quattro anni fa per poter assaggiare i vini e spiegare ad appassionati, ristoratori e sommelier la realtà dell’associazione, chi sono i Vignaioli Indipendenti, cosa fanno e quali sono le diverse storie che si celano dietro a ogni bottiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto