https://www.banfi.it/it/
banner
  • top
  • Trade

L’Italia ha il suo primo Master of Wine: è il toscano Gabriele Gorelli

Dello stesso argomento

Anno 2021, anche l’Italia ha finalmente il suo Master of Wine. L’annuncio è di oggi da parte del prestigioso istituto del vino londinese. Tra i 10 nuovi “super esperti” promossi nell’ultimo round di esami, anche il nostro connazionale Gabriele Gorelli. Il toscano è il primo “MW” tricolore.

Chi è Gabriele Gorelli MW

Il toscano Gabriele Gorelli è il primo MW italiano
Il toscano Gabriele Gorelli è il primo MW italiano

Nato e cresciuto nelle terre del Brunello, Gorelli è un designer e brand builder, fondatore nel 2004 dell’agenzia di design Brookshaw&Gorelli e successivamente della società di vendita e marketing KH Wines, che lavora con cantine, importatori e ristoranti di fine dining. La passione per il vino, come spiegato dal suo profilo online sul sito del Master of Wine, l’ha ereditata da suo nonno, il più piccolo produttore della zona di Montalcino con la sua vigna di soli 0,46 ettari. Oggi corona uno dei suoi sogni professionali, dopo un percorso di studi che ha preso il via nel 2015.

Nel mondo del vino, Gabriele Gorelli non si occupa solo di consulenze e design, ma è anche regolarmente attivo nell’ambito dei concorsi enologici nazionali e internazionali, in veste di presentatore e giudice. Dal 2019, ad esempio, è diventato ambasciatore per l’Italia all’International Wine Challenge di Londra. Laureato in lingue, oltre all’italiano, parla inglese e francese e ha competenze di base in tedesco.

Bindocci (Consorzio Brunello): “Da Montalcino anche grandi personaggi del vino”

“Montalcino non produce solo grandi vini ma anche grandi personaggi del vino”. Così il presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino, Fabrizio Bindocci, ha accolto l’annuncio della nomina di Gorelli a primo Master of Wine italiano.

“Penso non sia un caso”, ha poi aggiunto, “se il primo italiano accolto nella più autorevole e antica organizzazione dedicata alla conoscenza e al commercio del vino nel mondo provenga da un territorio che ha vigne e cantine nel proprio Dna. Gabriele oggi ci rende tutti più orgogliosi”.

Gli altri nuovi Master of Wine

Il profilo di Gabriele Gorelli che annuncia la nomina a Master of Wine
Il profilo di Gabriele Gorelli che annuncia la nomina a Master of Wine

Gorelli, come detto, è il primo “MW” del nostro Paese, nominato “maestro” in quest’ultimo nuovo turno di esami. Assime a lui (il 418esimo super esperto del think tank fondato nel 1955) altri nove professionisti da tutto il mondo: da James Doidge (Uk) a Susan Lin (Usa), passando per Moritz Nikolaus Lueke (Germania), Sophie Parker-Thomson (Nuova Zelanda), Álvaro Ribalta Millán MW (Uk) e Melissa Saunders (Usa), per chiudere con Kryss Speegle (Usa), Tze Sam (Uk) e Clare Tooley (Us).

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »