Vino.com accelera nello sviluppo dopo un 2020 record: acquisita la startup Vino.it

Prosegue il fermento all’interno dell’universo del vino online. Il boom dell’ultimo anno, con crescite generalizzate da parte di tutti gli operatori, ha fatto compiere un deciso passo in avanti al canale. E sempre più, i principali player di mercato scelgono d’investire sul proprio rafforzamento per rispondere a una richiesta in ascesa. Ultima in ordine di tempo, la decisione del brand Vino.com di finalizzare l’acquisizione del competitor Vino.it. 

Vino.com getta le basi per crescere oltreconfine

Il fatturato di Vino.com nel 2020 ha raggiunto quota 30 milioni di euro, dai 9,5 del 2019
Il fatturato di Vino.com nel 2020 ha raggiunto quota 30 milioni di euro, dai 9,5 del 2019

Dopo aver cambiato il nome da Vino75.com in un più universale Vino.com, l’enoteca online tricolore sceglie di puntare sulla awareness del proprio brand e su un ulteriore supporto all’internazionalizzazione con l’acquisizione della startup competitor Vino.it. Un progetto che, presto, le consentirà di raggiungere altri mercati europei estremamente rilevanti per le etichette italiane e straniere. E dopo che dal 2020 ha iniziato a operare direttamente in Belgio, Germania e Olanda, oltre ovviamente alla Cina, dove è presente dal 2017 attraverso Tmall Choice e Tmall Global di Alibaba.

Il boom del 2020 e l’acquisizione di Vino.it

Si amplia dunque il raggio di azione della piattaforma Vino.com, che, lo scorso anno, ha registrato una forte crescita nel fatturato, salito a 30 milioni di euro, dai 9,5 milioni messi a segno nel 2019. Un progresso che si rispecchia anche nel numero di bottiglie consegnate in Italia, Europa e Cina, arrivate a quota 3 milioni.

Andrea Nardi Dei, co-fondatore e Ceo di Vino.com
Andrea Nardi Dei, co-fondatore e Ceo di Vino.com

“L’acquisizione di Vino.it è un altro tassello della nostra espansione internazionale”, sottolinea Andrea Nardi Dei, co-fondatore e Ceo di Vino.com. “È essenziale allo sviluppo del progetto della piattaforma per presidiare i mercati digitali, il cui obiettivo è rappresentare nel mondo le eccellenze italiane e internazionali partendo dal cuore della migliore produzione vitivinicola nostrana”. 

Vino.it è una startup che, dal 2012, anno della sua fondazione, si è distinta tra i portali di commercio elettronico italiani grazie alla cura nel servizio pre e post-vendita e a un ampio assortimento di vini, che ricerca sia le etichette più conosciute sia quelle frutto di una selezione accurata di bottiglie meno note. Asset assolutamente in linea con i servizi e che si integrano con l’offerta di Vino.com.

Le altre direttrici di sviluppo: l’iniziativa “Al fianco delle cantine” e la novità Fine wines

Spiega Andrea Nardi Dei:

La piattaforma, l’offerta e i servizi di Vino.com sono in continua evoluzione: miglioriamo i nostri standard qualitativi già elevati per garantire al cliente un’esperienza di acquisto lineare ma, soprattutto, fornire un livello di servizio elevato e raffinato. L’espansione e il fermento che sta vivendo il mondo dell’e-commerce italiano ci spinge a migliorare costantemente le nostre performance a livello organizzativo, ma anche di selezione, catalogo, servizio e offerta”. 

Così, le novità riguardanti il programma di sviluppo della piattaforma di vendita online non si arrestano alla sola notizia dell’acquisizione di Vino.it. Attraverso l’iniziativa “Al fianco delle cantine”, i progetti 2021 di Vino.com mirano infatti al rafforzamento e all’estensione delle partnership con i produttori di vino per aiutarli a far conoscere le loro eccellenze all’estero. Il servizio, destinato ad ampliare il catalogo di oltre 4mila etichette di più di 1.000 cantine, è stato ideato per il produttore di vino che voglia vendere i propri prodotti online, in Italia e all’estero, direttamente da Vino.com e sui principali marketplace europei: da Amazon a Uvinum, passando per Vivino. Il programma consente alle cantine di raggiungere una visibilità per le proprie etichette e il proprio brand, senza doversi occupare dei complicati aspetti di vendita internazionali e, al contempo, accedere ai servizi di comunicazione digitale e di consulenza dedicati.

Ma un’altra novità dell’enoteca online arriva dal lancio della sezione Fine wines, selezione di bottiglie rare e pregiate che fanno parte della storia dell’enologia. Si tratta di una offerta introdotta sul portale negli ultimi mesi e che vede protagonisti pezzi da collezione, dedicati agli appassionati di vino, selezionati dagli esperti di Vino.com nei terroir più prestigiosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto