Nasce Solo: Umberto Cesari firma il primo vino 100% Merlese

Arriva Solo. Una novità firmata Umberto Cesari molto particolare. Già, perché a caratterizzare il vino è l’uvaggio, decisamente particolare, scelto per dargli forma. Nulla di strano fin qui, si potrebbe pensare: se non fosse che la nuova etichetta è un 100% Merlese, varietà incrocio tra Sangiovese e Merlot.

Creare qualcosa che non c’era: Solo

Il 100% Merlese Umberto Cesari è un nuovo vino che trae origine dall’amore per la terra dell’azienda, che da sempre esalta e valorizza l’eccellenza del territorio romagnolo e la ricchezza delle sue forme espressive. Così, intraprendenza e lungimiranza hanno guidato la creazione di qualcosa che non c’era, qualcosa di diverso e di unico: in una parola, Solo.

La nuova sfida enologica della Umberto Cesari inizia anni fa, in collaborazione con la facoltà di Agraria dell’Università di Bologna. Una relazione, quella con l’Ateneo, che dura da ben 40 anni ed è stata ispirata dal nuovo contesto climatico che si sta delineando. Questa nuova varietà di vite, più tollerante agli stress ambientali rispetto ai genitori (sopporta meglio di Merlot la siccità e resiste meglio di Sangiovese alle piogge tardive), è stata abbinata a pratiche agronomiche innovative e sostenibili, nell’intento di ottenere quella resilienza che sta diventando condizione necessaria per la viticoltura di oggi.

Il Merlese arriva quindi da lontano, come aspirazione di Umberto Cesari, il fondatore, condivisa fin dal nascere con suo figlio Gianmaria, che ha portato a compimento il progetto con determinazione e tenacia e che ora presenta con soddisfazione il primo vino prodotto da queste uve: Solo, la cui radice etimologica indica totalità, integrità, completezza.

Il curioso matrimonio tra Sangiovese e Merlot: il Merlese si presenta

Solo è l’espressione di Merlese, un vitigno nuovo, autentico ed essenziale, frutto di un matrimonio tra due genitori importanti: il Sangiovese e il Merlot. È quindi un incrocio di due varietà appartenenti alla stessa specie: Vitis vinifera.

Il Merlese è frutto di un matrimonio tra due genitori importanti: il Sangiovese e il Merlot
Il Merlese è frutto di un matrimonio tra due genitori importanti: il Sangiovese e il Merlot

I vitigni nascono quasi tutti da incroci spontanei, ovvero per uno scambio fortuito di polline tra due soggetti, ma se l’uomo agevola l’arrivo del polline di una varietà ben precisa (Merlot) sull’ovario di un’altra di interesse (Sangiovese) si ottengono dei vinaccioli che seminati danno origine a una nuova varietà. Uno di questi vinaccioli ha dato vita al Merlese.

Le vigne di Merlese, coltivate in terreni calcarei con matrice argillosa, offrono un’uva a bacca nera che gode di una leggera precocità ereditata dal Merlot, affiancata a una capacità di resistenza superiore, rispetto al genitore Sangiovese. Il Merlese, poi, matura prima del Sangiovese, ma dopo il Merlot. E se le foglie assomigliano a quelle di Merlot, coperte di tomenti, il grappolo è più piccolo del Sangiovese, ma più grande del Merlot. Il peso medio, infatti, è una via di mezzo tra quello dei genitori, ma l’aspetto interessante è il colore che le bucce, ricche di polifenoli oltre che maggiori livelli di acido e di concentrazione zuccherina, regalano al vino. Per un grappolo che porta con sé i profumi del Merlot e la forza del Sangiovese, con un tocco più gentile e meno spigoloso.

Di cosa parliamo quando parliamo dell’ultima novità Umberto Cesari

Solo si presenta di colore rosso rubino intenso, brillante e con riflessi violacei, colpisce per la morbidezza e la delicatezza ben armonizzate con l’acidità (caratteri riscontrabili nei due vitigni che lo hanno generato), mentre le note fruttate di ciliegia, more e frutti di bosco ben si sposano con i toni speziati e balsamici tipici del Merlot. Vino contemporaneo dalla grande personalità, ampio, intenso e che persiste nel retrogusto con un tannino deciso ma gradevole. In cantina viene sottoposto a una vinificazione in serbatoi a temperatura controllata con rimontaggi automatici, in grado di favorire un’ottimale estrazione delle bucce. Segue l’affinamento in acciaio e almeno sei mesi in riposo in bottiglia.

La Umberto Cesari è la prima azienda ad avere messo in bottiglia un vino da uve Merlese, spiega Gianmaria Cesari
“La Umberto Cesari è la prima azienda ad avere messo in bottiglia un vino da uve Merlese”, spiega Gianmaria Cesari (Ph. Gabriele Zanon)

“Solo esalterà ancora di più l’unicità delle wine collection della Umberto Cesari”, sottolinea Marcella Logli, marketing and strategy director. Con il lancio della nuova bottiglia che s’inserisce all’interno di un’importante operazione di rebranding che ha l’obiettivo di rivolgersi ai mercati attuali e potenziali con un linguaggio immediato e diretto, che incontra le esigenze di un cliente sempre più esperto, sensibile e vivace.

Chiosa Gianmaria Cesari:

La Umberto Cesari è la prima azienda ad avere messo in bottiglia un vino da uve Merlese: gli studi e le sperimentazioni portati avanti con l’Università di Bologna hanno richiesto tanto tempo e impegno, ma ci hanno consentito di arrivare a questo unicum dove teoria e pratica si incontrano alla perfezione”.

“Solo è figlio di questo momento storico, dove condivisione e integrazione sono elementi cardine e a dispetto del nome non nasce in solitudine, ma dall’esigenza di parlarsi e avvicinarsi ancora di più. È un vino complesso, di grande struttura, bevibilità ed eleganza, che riafferma la volontà dell’azienda di guadare sempre avanti, percorrendo nuove strade proiettate verso il futuro, per costruire nuove memorie”.

Un pensiero su “Nasce Solo: Umberto Cesari firma il primo vino 100% Merlese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto