https://www.contadicastaldi.it/it/
BANNER
  • Collection
  • top

Valdobbiadene e Rosé Doc: Villa Sandi firma il Prosecco di Bruno Vespa

Dello stesso argomento

BANNER

Villa Sandi stringe un accordo con Bruno Vespa per produrre per lui le bollicine più famose del mondo. Il noto giornalista si affida alla famiglia Moretti Polegato, alla sua esperienza e tradizione, per la produzione di un Valdobbiadene Superiore Docg e un Prosecco Doc Rosé. Con l’azienda di Crocetta del Montello che si prenderà cura dell’intera filiera delle nuove etichette, dalla vigna all’imbottigliamento.

Due bollicine da prime time

Il Valdobbiadene Superiore Docg di Bruno Vespa nascerà in un appezzamento espressamente dedicato dei vigneti Villa Sandi
Il Valdobbiadene Superiore Docg di Bruno Vespa nascerà in un appezzamento espressamente dedicato dei vigneti Villa Sandi

Bruno Vespa, celebre firma del giornalismo italiano, conduttore televisivo e saggista, è un grande intenditore di vini, dapprima come appassionato e poi come viticoltore e produttore egli stesso con un’azienda di famiglia in Puglia: Vespa Vignaioli. Conquistato dalle bollicine più famose al mondo e dalla qualità espressa da Villa Sandi, riconosciuta dai numerosi premi in Italia e all’estero, si è affidato all’esperienza di un’azienda che unisce competenze moderne al rispetto della tradizione, cura artigianale e grande rispetto per l’ambiente, individuando nel Valdobbiadene Superiore Docg Brut i caratteri più rappresentativi del territorio e che desidera trasmettere nel suo vino.

Naturale conseguenza quella di affidare a Villa Sandi anche la produzione del Prosecco Doc Rosé. Una nuova tipologia, fin da prima della sua nascita promossa e sostenuta da Giancarlo Moretti Polegato, che ne ha intuito le grandi potenzialità: tanto come prodotto che avrebbe incontrato il favore dei consumatori, quanto come versione capace di dare valore all’intera Denominazione e al territorio.

L’incontro tra Bruno Vespa e le bollicine Villa Sandi

Una parthership, quella tra la famiglia Moretti Polegato e Bruno Vespa, fondata sulla passione condivisa per il vino e l’esperienza comune come produttori
Una parthership, quella tra la famiglia Moretti Polegato e Bruno Vespa, fondata sulla passione condivisa per il vino e l’esperienza comune come produttori

Giancarlo Moretti Polegato, presidente di Villa Sandi, racconta così la nuova partnership nata attorno a un calice di Prosecco: 

Questo accordo mette le radici nel solido rapporto che unisce da anni la mia famiglia a Bruno Vespa, sulla base della profonda passione condivisa che nutriamo per il vino e dell’esperienza comune come produttori”.

“Ci siamo incontrati spesso a Cortina d’Ampezzo, dove Villa Sandi ha una Bottega del Vino con tutti i nostri prodotti, e che è stata la cornice di questo accordo”.

La partnership rappresenta un riconoscimento di valore per Villa Sandi, per il Valdobbiadene Superiore Docg e per il suo territorio eletto a patrimonio dell’umanità Unesco. E dimostra attenzione all’evoluzione e alle tendenze dei mercati, con lo straordinario e crescente successo del Prosecco Doc Rosé, diventato un prodotto irrinunciabile”.

Come saranno i Prosecco di Bruno Vespa

I nuovi vini avranno una caratterizzazione specifica, evidenziano da Crocetta del Montello. 

Brut dalla prolungata sosta sui lieviti, il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg è prodotto da uve di una porzione dei vigneti Villa Sandi a Valdobbiadene, cuore della Denominazione, espressamente dedicata alla creazione delle bollicine con etichetta Vespa.

Ad affiancare il Valdobbiadene Superiore, la novità Prosecco Doc Rosé. Presentata sul finire del 2020, la tipologia ha già conquistato i mercati di tutto il mondo con le sue bollicine che uniscono le note floreali e fruttate dell’uva Glera a quelle di frutti rossi e di rosa del Pinot Nero.

E anche Bruno Vespa è rimasto favorevolmente convinto, tanto da volerlo per il suo portfolio proprio nella peculiare versione firmata Villa Sandi, prima azienda a presentarlo sui mercati, forte anche della lunga consuetudine alla spumantizzazione del Pinot Nero, vitigno coltivato da decenni nelle Tenute dell’azienda ed utilizzato per il Metodo Classico Opere.

BANNER
BANNER
banner
banner
banner