https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi
  • top

“Al Mèni”: a Rimini il 7 e 8 agosto con Massimo Bottura

Dello stesso argomento

BANNER

Il 7 e 8 agosto “Al Mèni” porta per la prima volta il suo “circo dei sogni e dei sapori” nei luoghi del centro storico dove il grande Federico Fellini ha dato vita al circo de I Clowns. Proprio negli spazi in cui lo aveva immaginato e dove sorgerà la piazza dei sogni del museo a lui dedicato. “Al Mèni” è l’evento ideato da Massimo Bottura e realizzato dal Comune di Rimini, insieme alla passione e al sapere dell’Associazione Chef to Chef Emilia-Romagna Cuochi, di Slow Food e della Strada dei vini e dei sapori dei colli di Rimini. E questa ottava edizione davvero speciale presenta molte novità. 

I nuovi spazi della kermesse

A partire proprio dagli spazi in cui si svolgerà la kermesse gastronomica. Che, per la prima volta, oltre a piazza Cavour, avvolgerà con le sue atmosfere oniriche e circensi anche Piazza Malatesta fra Castel Sismondo, teatro Galli e giardino dei Palazzi d’arte.

Una piazza dei sogni che si appresta a diventare piattaforma di bellezza, tra storia, arte e cinema.

Qui, 16 talenti della gastronomia contemporanea, guidati dallo chef che ha scalato le vette del mondo, ossia Massimo Biottura, si riuniscono per due giorni.

Obiettivo: dare vita a showcooking stellati, streetfood d’autore, laboratori e conversazioni, mercati dedicati ai prodotti d’eccellenza del territorio, alla manualità e alla creatività.

Lo faranno insieme alle atmosfere create dalle performance itineranti di Flic, la prima scuola di circo contemporaneo in Italia, una delle realtà più rinomate a livello internazionale.

“Al Mèni”, formula vincente

Proprio questa formula, negli anni, ha sancito la fortuna di “Al Mèni” (in dialetto romagnolo, “le mani”, dal titolo di una poesia di Tonino Guerra), evento enogastronomico che celebra le radici, la cucina e i grandi prodotti dell’Emilia-Romagna, nel clima spontaneo di una festa di strada, divenuto un vero e proprio ‘must’ dell’estate riminese.

Protagoniste di questa festa saranno sempre loro: le mani. Quelle degli chef che prepareranno il cibo di strada in piazza Malatesta e quelle dei contadini e dei produttori dei cibi di eccellenza della via Emilia che si potranno assaggiare ed acquistare nel mercato di Al Meni in piazza Cavour, quelle dei pescatori di Rimini e quelle dei manufatturieri riuniti nel labstore di Matrioska.

E soprattutto quelle dei 16 chef d’eccezione, chiamati a rotazione da Massimo Bottura ad esibirsi in due grandi cucine a vista.

Una sarò davanti all’arena Francesca da Rimini antistante Castel Sismondo. L’altra, invece, è collocata nel “circo 8 e ½” che si alzerà nello spazio che corre accanto al Teatro Galli, fra la grande panca circolare e il giardino esterno del Part. Per accedere all’evento sarà necessario il Green Pass.

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »