Wine & Spirits Magazine: tanta Italia nella Top 100 2021

Tra le 100 migliori cantine nel mondo per il 2021 del magazine statunitense Wine & Spirits c’è tanta Italia. 13 aziende, per la precisione, scelte dagli esperti della rivista Usa dopo un’attenta selezione alla cieca. E tra le realtà che hanno saputo conquistare con le performance delle loro etichette in questo 2021 l’Olimpo della Top 100, alcuni dei volti più noti del vino made in Italy, con il Piemonte a fare da capofila.

Il Piemonte in prima fila tra le cantine made in Italy nella nuova Top 100 Wine & Spirits Magazine

È un interessante mosaico di scelte, quello di Wine & Spirits. Una selezione che spazia davvero da una parte all’altra del mondo.

Per l’Italia, come detto, Piemonte sugli scudi, con circa la metà delle cantine selezionate che richiamano a uno dei rossi italiani per eccellenza: il Barolo. E così, a guidare la nutrita pattuglia capitana dal “mito” Gaja, alcune delle realtà simbolo delle Langhe: da Vietti a G.D. Vajra, da Elvio Cogno a Paolo Scavino, fino a Fratelli Alessandria.

Poi, come ovvio che sia, non può mancare la Toscana, l’altra regina del vino made in Italy. Tre le scelte di Wine & Spirits: Le Macchiole a raccontare l’eccellenza di Bolgheri; Le Ragnaie a parlare di Brunello di Montalcino, il re dei rossi toscani; infine, sua maestà il Gallo Nero, con una piccola azienda biologica di Gaiole in Chianti come Rocca di Montegrossi.

E poi, tra i grandi del Nord, balza subito all’occhio la pesante assenza del mondo Amarone e, più in generale, del vino veneto, altro riferimento per la viticoltura nostrana.

Spazio, invece, all’eccellenza del Sud: a partire dalla Campania (e oltre) di Feudi di San Gregorio. Ma soprattutto con la Basilicata di Elena Fucci, che porta l’Aglianico del Vulture in cima al mondo. Da ultimo, la Sicilia, sempre più sulla bocca e nei calici di tutti a livello internazionale: da una parte a essere scelto è un simbolo noto della viticoltura dell’Isola e campione di sostenibilità come Tasca d’Almerita, dall’altra è l’Etna sugli scudi, con “A Muntagna” che s’impone grazie ai cru di Tenuta delle Terre Nere.

Tanta Italia nella Top 100 della rivista Usa Wine & Spirits Magazine: 13 le aziende selezionate
Tanta Italia nella Top 100 della rivista Usa Wine & Spirits Magazine: 13 le aziende selezionate

Sorprese Grecia e Ungheria in una Top 100 dominata da vini Usa e Francia: tutti i premiati

La squadra del “Resto del Mondo”, come è ovvio che sia, parla molto di vino made in Usa, con California, Oregon, Washington e New York a contare 35 cantine selezionate. Ça va sans dire che anche la pattuglia dei grandi vini francesi è nutrita: 20 i protagonisti scelti da Wine & Spirits, in un viaggio che dai vigneti a Nord dell’Alsazia giunge fino a quelli che si affacciano sulle spiagge della Provenza.

Poi la Top 100 parla tedesco, con otto vini equamente suddivisi tra Germania e Austria, mentre 11 sono le etichette dalla penisola iberica (sette da Spagna e quattro da Portogallo). Le sorprese arrivano da Ungheria, con un’azienda meritevole di selezione, e Grecia, con quattro realtà scelte. A chiudere il Sud America di Cile (tre vini) e Argentina (una cantina selezionata), ma anche Sudafrica (uno) e Australia (tre), con la Nuova Zelanda, invece, a restare fuori dai giochi.

Qui di seguito, tutti i nomi delle aziende internazionali selezionate da Wine & Spirits:

  • Francia

Bollinger ― Champagne

Jean Vesselle ― Champagne

Krug ― Champagne

Louis Roederer ― Champagne

Domaine Sipp Mack ― Alsace

Marcel Deiss ― Alsace

Trimbach ― Alsace

Domaine Michel Magnien et Fils ― Burgundy

Domaine Philippe Colin ― Burgundy

Lucien Le Moine ― Burgundy

Château du Moulin-à-Vent ― Beaujolais

Louis Jadot ― Burgundy / Beaujolais

Domaine des Baumard ― Loire

Fournier Père & Fils ― Loire

Delas Freres ― Rhône

E. Guigal ― Rhône

Château d’Aussières ― Languedoc

Clos Cibonne ― Provence

Château d’Esclans ― Provence

Domaines Ott ― Provence

  • Spagna

González Byass ― Andalucia

Marqués de Murrieta ― Rioja

Muga ― Rioja

R. López de Heredia ― Rioja

Tempos Vega Sicilia ― Ribera del Duero

Suertes del Marqués ― Canary Islands

Buil & Giné ― Priorat

  • Portogallo

Anselmo Mendes ― Vinho Verde

Blandy’s ― Madeira

Dow’s ― Porto

Quinta do Vallado ― Porto

  • Germania

Dr. Loosen ― Mosel

Fritz Haag ― Mosel

Dönnhoff ― Nahe

Kruger-Rumpf ― Nahe

  • Austria

Frischengruber ― Wachau

Neumeister ― Styria

Schloss Gobelsburg ― Kamptal

Stagård ― Kremstal

  • Ungheria

Royal Tokaji

  • Grecia

Alpha Estate

Domaine Sigalas

Estate Argyros

Sclavos

  • Usa: California

Donkey & Goat Winery ― North Coast

Radio-Coteau ― North Coast

Hirsch Vineyards ― Sonoma County

Iron Horse ― Sonoma County

Au Bon Climat ― Central Coast

Big Basin Vineyards ― Central Coast

Calera ― Central Coast

Chanin Wine Co. ― Central Coast

Deovlet Wines ― Central Coast

Mount Eden Vineyards ― Central Coast

Native9 ― Central Coast

Ridge Vineyards ― Central Coast

Scar of the Sea ― Central Coast

Talley Vineyards ― Central Coast

Ashes & Diamonds Winery ― Napa Valley

Beringer ― Napa Valley

Diamond Creek Vineyards ― Napa Valley

Duckhorn Vineyards ― Napa Valley

Hendry ― Napa Valley

Storybook Mountain Vineyards ― Napa Valley

  • Usa: Oregon

Bergström

Brooks

Johan Vineyards

King Estate

Lingua Franca

Ovum

The Eyrie

Walter Scott

  • Usa: Washington

Ambassador Wines of Washington

Cadence

Chateau Ste. Michelle

Gramercy Cellars

Pepper Bridge Winery

  • Usa: New York

Hermann J. Wiemer Vineyard ― Finger Lakes

Ravines ― Finger Lakes

  • Argentina

Catena Zapata ― Mendoza

  • Chile

J. Bouchon ― Maule

Concha y Toro

Undurraga

  • South Africa

Mullineux ― Swartland

  • Australia

D’Arenberg ― McLaren Vale

Penfolds ― South Australia

Woodlands ― Margaret River

Un pensiero su “Wine & Spirits Magazine: tanta Italia nella Top 100 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto