Nasce Sassoalloro Oro, il nuovo vino della famiglia Biondi Santi

Produzione limitata ma di assoluto pregio per Sassoalloro Oro, il nuovo vino di Castello di Montepò in Maremma. Un prodotto d’alto profilo, destinato esclusivamente al canale Horeca e solo su prenotazione. Stiamo parlando un vino che ha alle spalle una storia di successo come è quella del Sassoalloro (a trenta anni dalla prima vendemmia), etichetta storica della famiglia Biondi Santi, ma che ne estremizza il concetto di assoluto e di emblematico, andando oltre il possibile.

Il Sassoalloro Oro è un vino ricercato, frutto specifico del vigneto dell’Aia di Clemente, uno dei vigneti più caratterizzanti della Tenuta di Castello di Montepò. Una porzione con piante che hanno raggiunto una piena maturità vegeto-produttiva – con oltre 15 anni di vita – e che – nel tempo – ha conseguito risultati enologici davvero straordinari. Tanto da meritare una lettura specifica e un progetto produttivo distinto, su cui la famiglia Biondi Santi ha chiamato al suo fianco l’enologo Donato Lanati.  

Sassoalloro Oro, sapidità inconfondibile

Il Sassoalloro Oro è un vino frutto specifico del vigneto dell’Aia di Clemente
Il Sassoalloro Oro è un vino frutto specifico del vigneto dell’Aia di Clemente

È un Sangiovese in purezza, ottenuto da piante gestite integralmente in aridocoltura (come avviene per tutti i vigneti di Castello di Montepò). La raccolta dei grappoli è selettiva, in cassetta, e viene preceduta da analisi in laboratorio degli acini e da un’attività di esame visivo e di assaggio in campo, condotta direttamente dalla proprietà.

Le uve di BBS11 – il clone di Sangiovese Grosso selezionato dalla famiglia e di loro esclusiva proprietà – vengono immediatamente vinificate e dopo le fermentazioni, alcolica e malolattica in acciaio, inizia la fase di affinamento nei legni, con una scelta di utilizzo che varia per fabbricazione e capienza: botti di media grandezza di rovere di Slavonia (28,5 hl) e barrique di 225 litri di rovere francese. L’affinamento prosegue per 16 mesi prima dell’imbottigliamento, per poi sostare altri sei mesi prima dell’immissione sul mercato.

Il Sassoalloro Oro si distingue per la sua sapidità inconfondibile, grazie alla presenza delle componenti minerali presenti nel galestro dei suoli, che ne fa un vino armonioso ed elegante: rosso rubino, è ricco di luce e al naso sprigiona sensazioni eleganti di ciliegia e violetta prima di lasciare spazio al boisé. Gli aromi speziati si esprimono con eleganza, precisione e dovizia di particolari, raccontandoci la trama dei legni in cui matura e si evolve. Al palato i tannini sono setosi, fitti, freschi e ben equilibrati, un vino che lascia pensare ad una longevità di oltre trent’anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto