https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • Story
  • top

Gastronomia Ninin: un viaggio d’Italia dal piatto al calice

Dello stesso argomento

banner

Il volto contemporaneo della tradizione. Che riporta in auge una delle istituzioni che furono, e tornano a essere ancora, della Milano da bere e da mangiare. Ha aperto le sue porte all’ombra della Madonnina Gastronomia Ninin, un locale molto particolare, primo ristorante virtuale, nato in modalità dark kitchen nel 2020, che ora ha compiuto il grande passo, diventando “reale”. Una sintesi del meglio della tradizione regionale italiana, interpretata però in una chiave moderna e soprattutto al passo coi ritmi milanesi.

A Milano, la tradizione dell’Artusi si reinventa

L’appuntamento con Gastronomia Ninin è in via Napo Torriani 10, zona Centrale. Da circa un mese, questa è la casa di una nuova formula di “mangiar bene”. Quella che unisce le radici locali della cucina italiana, quasi un compendio dell’Artusi, a uno spirito moderno e internazionale. 

E così, in vetrina, a fare bella mostra è un gioioso mosaico di colori e sapori che richiamano alle tipicità dello Stivale, ma spesso proposte in una chiave assolutamente dinamica, come può essere la farcitura di un panino.

Ed ecco, così, le forme più tradizionali: dalla pasta all’amatriciana alle orecchiette con cime di rapa, dalle polpette al sugo alla parmigiana di melanzane, fino a insalata di polpo o baccalà alla vicentina. 

Sembra quasi un compendio dell'Artusi la vetrina di Gastronomia Ninin
Sembra quasi un compendio dell’Artusi la vetrina di Gastronomia Ninin

Gastronomia Ninin, la dark kitchen che si fa “reale” (e a breve raddoppia)

Gastronomia Ninin nasce nel 2020 come brand virtuale in modalità dark kitchen durante i primi mesi di pandemia, ma oggi diventa grande con un locale che si è fatto “reale”, trasformandosi così nel primo esempio di attività ristorativa in controtendenza rispetto al trend di virtualizzazione che ha investito la categoria, tra delivery e take away, per far fronte alle chiusure forzate. 

Nella location di via Napo Torriani 10, zona Centrale, si estende per 40 mq aperti al pubblico, con un perfetto e floreale dehor per l’aperitivo. Nel “dietro le quinte”,Gastronomia Ninin è dotata di 70 mq di cucina, che fungeranno da laboratorio gastronomico anche per le future aperture, la prima delle quali è prevista sempre a Milano, in zona Brera in questa fine di ottobre 2021, per poi approdare in altre città nei mesi seguenti. 

Nella location di via Napo Torriani 10, zona Centrale, Gastronomia Ninin si estende per 40 mq aperti al pubblico, con un perfetto e floreale dehor per l’aperitivo
Nella location di via Napo Torriani 10, zona Centrale, Gastronomia Ninin si estende per 40 mq aperti al pubblico, con un perfetto e floreale dehor per l’aperitivo

Al tavolo o da asporto: i perché di una filosofia particolare

La proposta gastronomica, consumabile normalmente oppure, come detto, all’interno di un morbido panino artigianale componibile a piacimento, prevede una selezione fissa di piatti iconici delle regioni italiane affiancata da ricette che variano settimanalmente o mensilmente a seconda della stagionalità, dell’estro del team di cucina e dalla disponibilità di materie prime, accuratamente selezionate.

A comporre le fondamenta di ogni piatto, ingredienti frutto della ricerca lungo tutta la penisola tra produttori di piccole o medie dimensioni caratterizzati da una filiera corta e dalla capillarità di presenza nei rispettivi territori come sinonimo di qualità. E poi, la possibilità offerta di acquistare gli stessi singoli condimenti o intere preparazioni conservate in vetro dall’apposita dispensa fruibile dal pubblico all’interno del locale.

“Abbiamo scelto di dare letteralmente corpo ad una gastronomia nata virtualmente”, sottolinea Marta Volpi, fondatrice di Gatronomia Ninin e titolare della catena Bowls and More, “perché crediamo che la ristorazione debba svolgersi in presenza, soprattutto quando si consumano piatti che nell’immaginario collettivo sono associati al concetto di convivialità”. 

“L’idea di utilizzare le ricette tipiche italiane come farcitura dei panini, invece, nasce dalla volontà di consentire ai più audaci di azzardare con le combinazioni tra pane e companatico, dando così modo di giocare con una tradizione che accomuna tutti gli italiani, quella del panino appunto”.

A comporre le fondamenta di ogni piatto di Gastronomia Ninin, ingredienti frutto della ricerca lungo tutta la penisola tra produttori di piccole o medie dimensioni caratterizzati da una filiera corta e dalla capillarità di presenza nei rispettivi territori come sinonimo di qualità
A comporre le fondamenta di ogni piatto, ingredienti frutto della ricerca lungo tutta la penisola tra produttori di piccole o medie dimensioni caratterizzati da una filiera corta e dalla capillarità di presenza nei rispettivi territori come sinonimo di qualità

I vini di Gastronomia Ninin: un viaggio d’Italia tutto da degustare

E poi c’è il vino, per la cui selezione è stata scelta la medesima filosofia che guida l’ambito food. E così, a scaffale e nella carta, a figurare sono etichette ricercate. Con un curioso mix che parte con le bollicine, spaziando dalla Valdobbiadene di Merotto, per il Prosecco rigorosamente Superiore, al Metodo Classico, nella variante in rosé del Piemonte di Marcalberto e in quella franciacortina del Brut San Cristoforo. 

Poi i bianchi, a fare la parte del leone nella proposta: tra Verdicchio e Pecorino (Umani Ronchi), Lugana (Tenuta Rovaglia), Gewurztraminer (Von Blumen), Vermentino di Sardegna (Audarya), Greco di Tufo (Cantina dei Monaci), Pigato (Poggio dei Gorleri), Cataratto (Principi di Spadafora), Arneis (Monchiero Carbone), Etna Bianco (Filippo Grasso), Sauvignon e Ribolla Gialla (Ronco dei Tassi). 

E, infine, a chiudere la selezione di rossi: dal Chianti (Buccia Nera) al Chianti Classico (Lilliano), dal Dolcetto (Ca’ del Baio) alla Barbera d’Alba (Monchiero Carbone), dal Pinot Nero Alto Adige (Von Blumen) al Primitivo (A Mano), passando per Lambrusco (Cantina di Soliera), Valpolicella (Ca’ Rugate) e altro ancora. 

Una scelta variegata e perfetta da abbinare a quella gastronomica del locale, per una varietà che è proposta da asporto anche a temperatura di servizio: per un servizio che davvero riporta alla mente la migliore tradizione, anche delle gastronomie che tanto nel passato hanno contribuito a far crescere la cultura del vino anche a Milano.

A scaffale e nella carta, per quel che riguarda il vino, a figurare da Gastronomia Ninin sono etichette ricercate
A scaffale e nella carta, per quel che riguarda il vino, a figurare sono etichette ricercate
banner
BANNER
banner
BANNER