https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • top

Statti rilancia il novello e sfida il Beaujolais Nouveaux

Dello stesso argomento

banner

Riportare il vino Novello alla dignità del Beaujolais Nouveaux. Se in Italia, infatti, il consumo e la notorietà di questa tipoligia sono letteralmente crollati, in Francia conserva il proprio interesse e status. Perché quindi non provare a rilanciarlo? È da questo sogno che Antonio e Alberto Statti sono partiti per arrivare al “Novello di Nuova Generazione”, come lo definiscono.

Il primo frutto della vendemmia 2021 vuole essere un vino con un carattere preciso, sarà venduto ad un prezzo che ne rilanci l’immagine e si troverà sulle tavole dei ristoranti e nelle enoteche a partire dal 10 novembre.

Ottenuto al 100% da uve Merlot con macerazione carbonica, la tecnica introdotta per la prima volta da Louis Pasteur nel 1861, non vuole essere una bottiglia per nostalgici del passato ma, al contrario, un’alternativa moderna per chi ama il bere fruttato, fresco e piacevole. 

Antonio e Alberto Statti sono partiti per arrivare al “Novello di Nuova Generazione”
Antonio e Alberto Statti sono partiti per arrivare al “Novello di Nuova Generazione”

Moderno nel packaging, con tappo Vinolok e capsula fucsia, che richiama il colore violaceo del vino, questo Novello è una celebrazione del momento, un carpe diem che si distingue dal mondo dei vini pensati per l’invecchiamento.

Il parallelo è con il gemello d’Oltralpe Beaujolais Nouveaux: come la produzione del novello francese prevede uve al 100% Gamay e macerazione al 100% carbonica, così Statti produce il Novello da uve 100% Merlot totalmente vinificate con macerazione carbonica. Una scelta coraggiosa perché in Italia il disciplinare consente di chiamare Novello anche vini con solo il 40% di vino da macerazione carbonica. 

Questo processo prevede che le uve non siano pigiate ma chiuse in un contenitore in ambiente privo di ossigeno, saturo di anidride carbonica, dove si verifica un processo anaerobico di fermentazione alcolica intracellulare.     

“Il Novello è un vino che ha forte significato nella storia della cultura contadina, che desideriamo custodire“, afferma Antonio Statti.

“Il nostro Novello vuole rilanciare questa categoria di vini, che meritano un posto a tavola e devono essere prodotti con attenzione e rispetto”.

Il Novello 2021 brilla nel calice di un colore rubino vivace. L’intenso e tipico profumo di frutti a bacca rossa e fiori dolci si esprime in un assaggio fresco e morbido. 

banner
BANNER
banner
BANNER