https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • top
  • Trend

La Scolca: ecco Panta Rhei, wine cocktail con etichetta nera

Dello stesso argomento

banner

L’8 novembre scorso, a Stresa, l’arte della mixologia ha incontrato il vino. in occasione dell’evento “110 e lode”, nato su iniziativa del patron Danilo Bellucci, 30 barman che lavorano negli hotel cinque stelle d’Italia si sono sfidati a colpi di drink. Tema della manifestazione “L’eleganza del lusso”. Obiettivo: ideare un cocktail con l’esaltazione di un ingrediente principale. Protagonista tra gli ingredienti capaci di offrire il giusto twist alle creazioni dietro il bancone anche l’etichetta nera di La Scolca 2020. Ed è stata proprio lei a rubare la scena nel drink, un wine cocktail per la precisione, pensato e ideato da Mariasole Boccaletti, bartender del Splendido, A Belmond Hotel di Portofino, con un percorso come sommelier e un’importate esperienza come barlady in Italia e nel mondo. 

Panta Rhei: il wine cocktail con l’etichetta nera di La Scolca 2020 e la grappa Nonino

Dal connubio tra il talento della miscelazione e l’etichetta nera di La Scolca 2020 è nato Panta Rhei, il cocktail a base di vino con l’aggiunta di grappa Nonino, liquore di rosa e passion fruit.   

“Sono da sempre convinta che il vino può rappresentare un ingrediente importante per la miscelazione”, evidenzia Chiara Soldati, ceo La Scolca. “Già durante il lockdown abbiamo sperimentato una ricetta con il barman Roberto Pellegrini e il risultato è stato sorprendente, per questo abbiamo aderito con convinzione all’appuntamento di 110 e lode e scelto una barman di grandissima sensibilità”.  

Ma come è nato il mix? “È stata un po’ una sfida, poiché miscelare con il vino non è cosa facile, né comune”, spiega Mariasole Boccaletti, barman del Splendido, A Belmond Hotel di Portofino. “Ci piaceva l’idea di utilizzare un prodotto di punta di La Scolca, conosciuto in tutto il mondo. La grappa Nonino ha dato poi la struttura al cocktail ed essendo un distillato che utilizza uva, vuole   sottolineare la presenza di vino nel bicchiere. Visto il tema della gara ho voluto unire ingredienti apparentemente semplici, ma in realtà unici, non banali e di alta qualità”. E cosa implica la scelta del vino? “Contribuisce ad abbassare il livello alcolico del drink, un elemento importante per valorizzare la cultura del bere responsabile”, sottolinea la barlady.

“Grazie alla sensibilità, alla creatività e alla mano di Mariasole Boccaletti abbiamo potuto degustare un drink unico dove il vino ha trovato la sua piena esaltazione divenendo l’ingrediente principale e il maestro d’orchestra di un incontro di sapori”, evidenzia Chiara Soldati. Che conclude: “I wine cocktail rappresentano una nuova frontiera interessante per il settore vitivinicolo, un modo per raggiungere le nuove generazioni ed avvicinarle ad una cultura importante del nostro paese, quella del vino”.

Dall’etichetta nera di La Scolca 2020 è nato Panta Rhei, il cocktail a base di vino con l’aggiunta di grappa Nonino, liquore di rosa e passion fruit, creazione di Mariasole Boccaletti, barman dell’Hotel Spledido Beldmon di Portofino
Dall’etichetta nera di La Scolca 2020 è nato Panta Rhei, il cocktail a base di vino con l’aggiunta di grappa Nonino, liquore di rosa e passion fruit, creazione di Mariasole Boccaletti, barman del Splendido, A Belmond Hotel di Portofino
banner
BANNER
banner
BANNER