https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • Eventi

Perle d’Oltrepò in tour: dove degustarle a Roma il 22 novembre

Dello stesso argomento

banner

Dopo le edizioni 2021 di Milano Wine Week, Verona Vinitaly Special Edition e Merano Wine Festival, prosegue il viaggio di promozione e incontro del territorio per il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese. Appuntamento a Roma, lunedì 22 novembre, dalle 10 alle 19, per un evento dove i vini della Denominazione incontrano l’universo del food. 

Nella Capitale arriva la rassegna enogastronomica che promuove le eccellenze dell’Oltrepò Pavese, con circa 30 aziende in degustazione al Grand Hotel Parco dei Principi. Il progetto è frutto dell’intesa di Camera di Commercio Pavia, Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia

Prosegue il viaggio di promozione delle eccellenze dell’Oltrepò Pavese

Continua dunque a Roma, con Food & Wine, rassegna enogastronomica eccellenze dell’Oltrepò Pavese, il viaggio di promozione delle Perle dell’Oltrepò Pavese: solo in questi ultimi due mesi di attività, il Consorzio oltrepadano ha fatto degustare quasi 5mila calici di vini a Denominazione, incontrando tutte le categorie del mondo del vino.

Lunedì 22 novembre, a Roma, presso il Parco dei Principi Grand Hotel, si concretizza una nuova esperienza di territorio grazie al progetto di Camera di Commercio Pavia, Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, promosso con il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese da Cia-Agricoltori Italiani Pavia, Confagricoltura Pavia, Coldiretti Pavia, Club del Buttafuoco Storico, Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese.

Appuntamento a Roma, il 22 novembre con le Perle d'Oltrepò
Appuntamento a Roma, il 22 novembre con le Perle d’Oltrepò

L’evento Food & Wine d’Oltrepò Pavese sarà l’occasione per degustare la qualità del nostro mondo del vino abbinata ai prodotti tipici. Per partecipare è necessario accreditarsi sul sito dedicato, con partecipazione contingentata nelle fasce orarie previste, previa registrazione (e obbligo di Green Pass). 

Il progetto è aperto a ristoratori, albergatori, enoteche, opinion leader, indirizzato a chi vuole conoscere le eccellenze del territorio dell’Oltrepò Pavese degustando vini di qualità, accompagnati dai più significativi prodotti tipici.

Come è stata la ripartenza del vino dell’Oltrepò: parla il direttore Carlo Veronese

Da Milano Wine Week, a Verona Special Edition, a Merano Wine Festival non ci siamo mai fermati. Attivando il massimo della promozione nei settori del business, della comunicazione, del marketing, del consumer, delle relazioni, attraverso tre grandi eventi internazionali, diversi fra loro e concentrati tutti con un entusiasmo particolare per la ripartenza del vino”, sottolinea Carlo Veronese, direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese. “Nel frattempo, abbiamo anche attivato progetti di formazione di sviluppo, interagendo con le realtà locali e del territorio di Lombardia, e abbiamo gestito un interessantissimo tour tecnico e di alto livello con la stampa estera di settore, attivandoci anche sui radar internazionali dell’enoturismo”. 

Siamo a New York con la promozione concordata con Eataly e in questi giorni è in uscita la comunicazione di Falstaff, magazine internazionale, con il suo speciale sparkling che vedrà una importante presenza delle “nostre” bollicine Metodo Classico Docg Oltrepò Pavese”. 

Oltrepò Pavese protagonista all'edizione numero 30 di Merano Wine Festival
Oltrepò Pavese protagonista all’edizione numero 30 di Merano Wine Festival

“A Roma, l’appuntamento Food&Wine progettato da Camera di Commercio Pavia, Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia ci consente di promuovere il Territorio al Centro del Belpaese, il 22 novembre, con una giornata di degustazioni abbinate al cibo tipico che si preannuncia interessante e appassionante anche per il momento centrale della ripartenza del vino e della promozione collegata in tutti i suoi canali”. 

“Stiamo seguendo tutte le strade che andavano ripercorse post Pandemia”, conclude Veronese. “Con un flusso costante di informazioni e di approfondimenti sul territorio che ha scavalcato i confini e i continenti grazie anche ad una attività avviata negli States e in alcuni Paesi del Nord – Germania, Svizzera e Austria –, per iniziare un progetto di diffusione più ampia e di internazionalizzazione del brand delle Denominazioni d’Oltrepo Pavese. È un lavoro lungo e importante che può aprire nuovi mercati e migliorare quelli già aperti”. 

Si tratta di un’attività che punta a creare valore nella percezione dei prodotti e nelle logiche complesse del mercato del vino e della viticoltura. I nostri media ufficiali sono stati in questi felicemente presi d’assalto. Credo non sia mai capitato, in due mesi di attività concentrate e così battenti. Mi fa piacere per le Denominazioni dell’Oltrepò Pavese e per il settore del vino italiano”.

Il bilancio 2021 della presidente Gilda Fugazza: “Ripartenza positiva sotto tutti i punti di vista”

Gilda Fugazza, presidente del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, insieme al direttore Carlo Veronese
Gilda Fugazza, presidente del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, insieme al direttore Carlo Veronese

Anche Gilda Fugazza, presidente del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, tira le somme del lavoro portato avanti in questi mesi di ripresa e conclude:

“Essere presenti, attivi, anche entusiasti in questi eventi di promozione è stato ed è importante per tanti motivi. Ci ha premiato aver programmato in anticipo questo tour de force che fa tappa a Roma, Capitale del made in Italy. Non finirò mai di ringraziare la direzione del Consorzio che ha mostrato concentrazione ed entusiasmo per questa ripartenza prevista ma anche impegnativa. Una ripartenza positiva sotto tutti i punti di vista”. 

“Fra gli obiettivi principali c’è la valorizzazione del prodotto, dalla vigna al calice, sia nella percezione del brand delle Denominazioni, sia attraverso lo speciale storytelling di questa terra storicamente del vino e così biodiversa, sia attraverso la qualità, la sostenibilità anche economica e sociale, strada ormai presa da tutti e menomale”. 

La poliedricità dei prodotti dell’Oltrepò Pavese, sia nel beverage sia nel food, è una carta da giocare per eccellenze che raccontano la tipicità del Territorio: sono capaci di incontrare tutti i gusti di un consumatore che oggi è molto evoluto, attento, biodiverso e pronto a recepire novità di prodotti che hanno comunque una grande storia alle spalle e chiedono valore”.

banner
BANNER
banner
BANNER