Primum Familiae Vini: “Proprietà familiare nel mondo del vino è esempio di sostenibilità”

Le 12 famiglie di Primum Familiae Vini recentemente hanno rilasciato un’importante dichiarazione sulla proprietà familiare e sulla loro volontà a proteggere i valori familiari. L’occasione è stata l’assegnazione del premio PFV 2021 da 100.000 euro “La famiglia è sostenibilità” alla famiglia Strick, proprietaria della Maison Bernard, il più antico laboratorio di liuteria d’Europa e restauratore di inestimabili Stradivari, avvenuta il 18 novembre.

A nome di PFV, Matthieu Perrin ha consegnato a Jan Strick “Embrace”, un’opera in bronzo del famoso scultore inglese Richard Hudson e si è congratulato con la famiglia per l’impegno per la loro arte e per la continuità familiare.

Primum Familiae Vini è un’associazione di 12 fra i produttori di vino di più antica tradizione e importanza a livello mondiale, a cui si accede solo su invito. La loro missione è di rappresentare il massimo livello di eccellenza nel mondo del vino, essere sinonimo sia di raffinata qualità che di sostenibilità, unire tradizione familiare e innovazione ed essere ambiziosi tramite la loro visione e passione.

Maison Bernard, il più antico laboratorio di liuteria d’Europa e restauratore di inestimabili Stradivari, vincitore del premio PFV 2021 di Primum Familiae Vini
Maison Bernard, il più antico laboratorio di liuteria d’Europa e restauratore di inestimabili Stradivari, vincitore del premio PFV 2021 di Primum Familiae Vini

Primum Familiae Vini, le parole del presidente Paul Symington

E proprio nell’occasione Paul Symington, presidente di Primum Familiae Vini e rappresentante delle dodici famiglie produttrici di vino, ha voluto ribadire un concetto forte e rilevante:

PFV non è, come spesso si suppone, la quintessenza della tradizione ma il contrario. Siamo innovatori. Siamo quelli che non hanno voluto rinunciare all’importanza della proprietà familiare.

“La tentazione di vendere a grandi aziende può essere molto forte e molti si arrendono, ma noi abbiamo ragioni e valori – diversi da quelli puramente finanziari – per andare avanti. Mettendo in prima fila l’orgoglio per la tradizione vinicola di famiglia con una determinazione a tramandare i nostri vigneti in una forma migliore rispetto a quando li abbiamo ricevuti. In altre parole, agire come custodi per qualcosa che è più grande di noi come individui”.

Non solo. Il presidente di Primum Familiae Vini ha citato uno studio Mckinsey secondo il quale mentre uno straordinario 85% del Pil globale è generato da aziende familiari solo il 16% continua in una 2a generazione.

“Noi di PFV non siamo la vecchia guardia”, ha concluso Paul Symington, “semmai siamo la nuova guardia. Lanciato nel 2020, il Premio PFV è un riconoscimento nei confronti di un’azienda familiare che dimostra l’eccellenza nella sostenibilità, l’innovazione, l’artigianalità e l’efficace trasmissione di responsabilità da una generazione all’altra. La seconda edizione è attualmente al vaglio: i cinque finalisti saranno annunciati nel prossimo mese di gennaio 2022″. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto