https://www.rotari.it/it
BANNER
  • Trade

Pino Cuttaia apre a Milano all’Ariosto Social Club

Dello stesso argomento

BANNER

Pino Cuttaia debutta nel sotto la Madonnina con Uovodiseppia Milano. Ultimo e attesissimo tassello di Ariosto Social Club, lo spazio poliedrico che ospita appartamenti di lusso per affitti di breve periodo, la Gym e Spa e la boutique di Valeria Benatti. In un contesto centralissimo, via Ariosto 22, lo chef bistellato porta echi di tradizione, di cultura e storie della Sicilia per iniziare un viaggio dove tutto sa di casa.

Il Bistrot Uovodiseppia Milano dello chef due stelle Michelin Pino Cuttaia

Affacciato sul cortile interno, Uovodiseppia Milano dello chef due stelle Michelin Pino Cuttaia è il bistrot del quartiere dove potersi fermare per un pranzo o una cena. 

Il locale così come a casa, accoglie gli ospiti con la cucina a vista da cui poter curiosare ingredienti, preparazioni e cotture, proprio come si era soliti fare da piccoli osservando la mamma o la nonna ai fornelli prima di cena.

Un luogo che avvolge e dove il cliente attraverso il cibo trova la propria casa, il proprio conforto attraverso piatti di mare e di terra che fanno parte di un territorio, con i quali portare a Milano, l’idea visionaria di una cucina domestica contemporanea.

Attraverso il proprio sapere, lo chef nutre e costruisce un’alchimia tra la Sicilia e il Nord Italia, in uno spazio informale e forte di semplicità. Il menù è basato sulla stagionalità delle materie prime sapientemente coccolate, atte ad attualizzare i piatti della tradizione siciliana di cui lo chef si fa premuroso custode.

Piatti liberi da orpelli che pongono la mano del cuoco al servizio degli ingredienti, mai ostentati, ma nobilitati, anche quelli più comuni. La cucina di Uovodiseppia Milano è libera da virtuosismi, è una cucina come quella che faceva la mamma dove la materia prima era gustata nella sua essenzialità con rigorosa attenzione alla sostenibilità, rispettata con cotture e lavorazioni precise e delicate.

Lo chef bistellato siciliano Pino Cuttaia apre a Milano all’Ariosto Social Club
Lo chef bistellato siciliano Pino Cuttaia apre a Milano all’Ariosto Social Club

L’ultimo tassello dell’Ariosto Social Club

“Finalmente è iniziata la mia avventura a Milano, amo questa città, aspettavo solo il momento e il progetto giusto”, afferma Pino Cuttaia. “Ariosto Social Club è uno spazio particolare, innovativo, che racchiude in un unico luogo stile e comfort. E io farò la mia parte per consentire agli ospiti di vivere un’esperienza da ricordare”. 

“Sono felice di mettere a disposizione quello che sono per far provare, a chi lo vorrà, un pezzo della mia Sicilia. Sarà una cucina domestica, ma pensata da uno chef. Ho scelto una brigata giovane ed eterogenea, i ragazzi provengono da diverse realtà e culture. Quello che ci unisce è l’entusiasmo a conferma che la cucina sa essere ricca di stimoli e scoperte”.

“Un grande onore per noi ospitare Pino Cuttaia nel nostro Ariosto Social Club”, evidenzia Emanuele Vitrano Catania, proprietario di Ariosto Social Club. “Siamo entrambi siciliani e lo chef sarà un nuovo punto di partenza. Uovodiseppia Milano completa un progetto molto ambizioso e composito che offre alla città uno spazio esplorativo, all’interno del quale il cliente può immergersi completamente per vivere appieno l’anima del luogo in una condivisione di valori”.

Il bistrot di Pino Cutttaia rappresenta l’ultimo tassello dell’Ariosto Social Club
Il bistrot di Pino Cutttaia rappresenta l’ultimo tassello dell’Ariosto Social Club

Il menù del bistrot di Pino Cuttaia a Milano: le novità di Uovodiseppia

Il bistrot di Pino Cuttaia a Milano è aperto tutta la settimana, dal lunedì alla domenica, dalle ore 12 alle ore 14 e dalle ore 19 alle ore 23,30.

Tra gli antipasti proposti in menu, il Merluzzo all’affumicatura di pigna, Macco di fave e seppia o l’Involtino di pesce spada con caponata croccante.

Tra i primi la Minestra di aragosta d’amare, la Pasta fresca al nero di seppia o il Risotto con ragù di triglia e finocchietto selvatico. Per i secondi spicca il Capocollo di maialino nero dei Nebrodi, la Ricciola all’acqua di mare o la Spigola in crosta di sale con insalatina d’arancia. Si chiude in dolcezza con Gelo di mandarino, Caldo e freddo di cioccolato, Cornucopia di cialda di cannolo e Semifreddo di mandorle.

Pasta fresca al nero di seppia: uno dei signature di Pino Cuttaia nel bistrot di Uovodiseppia Milano
Pasta fresca al nero di seppia: uno dei signature di Pino Cuttaia nel bistrot di Uovodiseppia Milano

La cambusa meneghina di Pino Cuttaia è pensata per assaporare una cucina attuale, basata su ingredienti di stagione che amalgamano zone e culture diverse, così come lo sono la Sicilia e Milano, distanti, ma accomunate da gesti e quotidianità che non conoscono confini.

Due sono i piatti che lo chef ha dedicato a Milano:

  • Spaghetto “alla milanese” con mollicata alle cipolle

Un piatto della tradizione siciliana, reinterpretato da Pino Cuttaia. Uno spaghetto a base di finocchietto selvatico che si rifà alla pasta con le sarde. Quando però in casa non c’era il pesce si era soliti chiedere “come la fai la pasta oggi?” e la risposta era “alla milanese” per sottolineare il fatto che a Milano non c’è il mare. In questo piatto però lo chef ha aggiunto le acciughe e un po’ di masculino, un’acciuga più piccola, un omaggio anche alla variante catanese. C’è anche il pane atturrato, che è tostato e rappresenta il formaggio dei poveri. Un piatto senza fronzoli, basico a livello estetico, ma ottimo nel gusto che evoca il pesce attraverso un’illusione del mare che non c’è.

  • Uovo a cotoletta

Un cibo quotidiano che si veste da festa. La cotoletta è il piatto più tipico e conosciuto della tradizione meneghina e non poteva mancare una proposta che la richiamasse. Nella cucina della mamma, l’uovo, un ingrediente semplice, si vestiva a festa quando veniva impanato come una cotoletta con mollicata di pane, aglio e prezzemolo. Dalla cottura si sprigionavano così gli stessi profumi della carne, anche se non lo era, facendo sentire gli astanti, al tavolo della domenica.

banner
BANNER
banner
banner
BANNER