https://www.rotari.it/it
BANNER
  • Eventi

A Montepulciano è nato il bosco del Vino Nobile

Dello stesso argomento

BANNER

“Alberi, non parole”: è questo il nome ufficiale del bosco negli spazi antistanti l’ingresso degli Ospedali Riuniti della Valdichiana Senese, a Montepulciano, che deve la sua nascita al progetto che dal 2019 il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano porta avanti con alcuni partner. 

L’obiettivo dell’iniziativa è stato fin da principio quello di creare uno spazio verde fruibile da tutti e che sarà terminato nel 2022 con la messa a dimora delle ultime piante. 

“Dare un segnale di rispetto per l’ambiente in cui viviamo, a partire dai più piccoli, è la volontà dei produttori del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano”, spiega il presidente, Andrea Rossi

“Con questa iniziativa hanno fin da subito voluto dimostrare che insieme, creando un sistema di partner del e per il territorio, è più facile raggiungere l’obiettivo di mitigare il cambiamento climatico e la deforestazione globale”.

Un progetto che rientra tra l’altro nel più ampio obiettivo della certificazione di sostenibilità, secondo lo standard della norma Equalitas – Vino Sostenibile, che il distretto vitivinicolo del Vino Nobile di Montepulciano, primo in Italia, sta raggiungendo”.

Nel bosco creato dai produttori del Vino Nobile a Montepulciano, troveranno dimora circa 1.200 piante per 15.000 mq di bosco
Nel bosco creato dai produttori del Vino Nobile, troveranno dimora circa 1.200 piante per 15.000 mq di bosco

Quanto è grande e dove si trova il bosco dei produttori del Vino Nobile di Montepulciano

Il progetto portato avanti in questi anni dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano è nato dalla collaborazione con il Comune di Montepulciano, l’Usl Toscana Sud Est, la Giorgio Tesi Vivai tramite la Fondazione Giorgio Tesi Onlus, l’Unione dei comuni della Valdichiana Senese e il preziosissimo contributo tecnico dei Carabinieri Forestale Stazione di Montepulciano. 

Ed entro il 2022 prenderà definitiva forma un bosco che poi crescerà ulteriormente col tempo nel’area adiacente al locale Ospedale di Nottola. 

Sarà qui che troveranno dimora circa 1.200 piante per 15.000 mq di bosco.

E per rimarcare ulteriormente il rispetto per il paesaggio nutrito dai produttori del Vino Nobile saranno utilizzati solo alberi che appartengono alla tradizione toscana: Leccio, Orniello, Ontano, Sorbo, Gelso, Roverella e Acero Campestre.

banner
BANNER
banner
banner
BANNER