La famiglia Moretti Cuseri fa en plein sulle guide 2022

Le edizioni 2022 delle guide più autorevoli nazionali e internazionali pongono ancora sotto i riflettori l’eccellenza dei vini della famiglia Moretti Cuseri. Dalla Toscana alla Sicilia, dal Sangiovese al Nero d’Avola, le aziende Tenuta Sette Ponti, Orma, Poggio al Lupo, Feudo Maccari e Contrada Santo Spirito di Passopisciaro firmano le grandi etichette accolte con entusiasmo dalla critica di settore.

Dalla Sicilia alla Toscana, è un carico di premi per i vini della famiglia Moretti Cuseri

Gli alti riconoscimenti per identità e qualità dei vini sono arrivati da Bibenda, guida edita da Fondazione Italiana Sommelier, da Vitae, guida redatta ed edita dall’Associazione italiana Sommelier, dalla Guida del Gambero Rosso, dalla Guida Veronelli, dall’Annuario dei Migliori vini italiani, a cura di Luca Maroni, da Gardini Notes, a cura di Luca Gardini e dalla Guida Vinibuoni d’Italia del Touring Club Italiano. 

Importanti gratificazioni internazionali sono stati, poi, i punteggi assegnati da James Suckling, considerato uno dei critici di vino più influenti al mondo, e Falstaff, guida redatta dalla più antica rivista enologica austriaca, distribuita anche in Germania e Svizzera.

In particolare, tra i gioielli in bottiglia prodotti da Antonio Moretti Cuseri, a brillare sono state tre referenze.

Con Tenuta Sette Ponti Oreno 2019 a essere premiato 5 Grappoli Bibenda, 4 Viti Vitae, 3 Bicchieri Gambero Rosso, 95/100 e tre Stelle Oro per la Guida Veronelli, 96/100 per Luca Maroni, 110 cum laude in Gardini Notes, 99/100 assegnati da James Suckling e 98/100 per Falstaff.

Orma 2019, invece, ha ricevuto 5 Grappoli Bibenda, 3 Bicchieri Gambero Rosso, 3 Stelle e 94/100 per la Guida Veronelli, 96/100 per Luca Maroni; 97/100 per James Suckling e 96/100 per Falstaff.

Infine Feudo Maccari Saia 2019: 3 Bicchieri Gambero Rosso, 95/100 per Luca Maroni, 4 Stelle per Vinibuoni d’Italia, 93/100 assegnati da James Suckling e 92/100 per Falstaff.

Grande soddisfazione anche per diverse altre etichette della “scuderia”, che hanno riportato punteggi superiori al 90: da Tenuta Sette Ponti Crognolo 2019 a Passi di Orma 2019, da Feudo Maccari Family and Friends 2020 fino a Poggio al Lupo 2018.

I lusinghieri risultati ottenuti dai vini prodotti dalla famiglia Moretti Cuseri sono solo la diretta conseguenza di un lavoro quotidiano svolto con passione, competenza e sacrificio, una sorta di missione finalizzata a valorizzare i frutti della terra attraverso la trasformazione dell’uva in vino, della natura in gusto, di un terroir in emozione. 

Questa è l’eccellenza per Antonio Moretti Cuseri: rispetto e amore per l’ambiente, per la biodiversità, per il frutto e per il consumatore, un rispetto che può nascere solo dalla nobiltà d’intenti, un rispetto che si respira e si assapora nel calice, un amore che si ritrova in ogni bottiglia prodotta a Tenuta Sette Ponti, a Orma, a Poggio al Lupo, a Feudo Maccari e a Contrada Santo Spirito di Passopisciaro.

A quanto pare, un’eccellenza che fa breccia nei cuori e nei palati della critica e del pubblico.

L'Oreno 2019 di Tenuta Sette Ponti, simbolo della famiglia Moretti Cuseri, è stato premiato 5 Grappoli Bibenda, 4 Viti Vitae, 3 Bicchieri Gambero Rosso, 95/100 e tre Stelle Oro per la Guida Veronelli, 96/100 per Luca Maroni, 110 cum laude in Gardini Notes, 99/100 assegnati da James Suckling e 98/100 per Falstaff.
L’Oreno 2019 di Tenuta Sette Ponti è stato premiato 5 Grappoli Bibenda, 4 Viti Vitae, 3 Bicchieri Gambero Rosso, 95/100 e tre Stelle Oro per la Guida Veronelli, 96/100 per Luca Maroni, 110 cum laude in Gardini Notes, 99/100 assegnati da James Suckling e 98/100 per Falstaff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto