ProWein 2022 pronta a cambiar data: sarà a maggio?

ProWein non alza bandiera bianca, ma sta ripensando profondamente le proprie tempistiche, come i sempre più insistenti rumors degli ultimi tempi indicavano. Le prime avvisaglie erano giunte dalla stampa tedesca nelle scorse settimane. Ora cominciano ad arrivare le prime conferme anche dagli organizzatori, come riferisce Falstaff, rivista del vino di riferimento per Germania e Austria.

Dopo aver saltato le ultime due edizioni, a causa della pandemia da Covid-19, anche questo marzo sembra che la kermesse internazionale del vino di Düsseldorf difficilmente andrà in scena. Colpa di Omicron e del crescere dei contagi in Europa, che renderebbero difficile l’organizzazione di un evento di questa portata in un contesto del genere.

E allora da Messe Düsseldorf, appare sempre più probabile lo slittamento della kermesse a maggio, come riporta anche un altro magazine tedesco, Wein+Markt, che indica come data prima del 26 maggio, festa dell’Ascensione.

Le conferme da Messe Düsseldorf ai rumors dello spostamento di ProWein

Si complica dunque il risiko delle date per le manifestazioni del vino. In Italia, come vi abbiamo raccontato, è di questi giorni l’annuncio del rinvio delle principali Anteprime del vino nazionali. Amarone, Grandi Langhe e Toscana hanno scelto precauzionalmente di alzare bandiera bianca. Lo hanno fatto per preservare il carattere conviviale degli appuntamenti, facendoli slittare alla primavera.

In Francia, invece, decisione opposta: Wine Paris & Vinexpo Paris ha infatti confermato questa settimana l’appuntamento, in scena dal 14 al 16 febbraio prossimi a Paris Expo Porte de Versailles.

E se da Verona, Vinitaly non sembra in pericolo, avendo fin da principio strategicamente confermato la propria 54esima edizione nelle date tra il 10 e il 13 aprile, forte del successo logistico e delle prove generali di ritorno alla normalità della Special Edition dello scorso ottobre, ora si apre il capitolo ProWein.

Messe Düsseldorf ha confermato infatti a Falstaff che “visto l’attuale sviluppo di Omicron (…) si sta effettivamente (verificando) se la data di Prowein di fine marzo sia ancora il momento giusto o se un rinvio avrebbe senso”. 

La portavoce Christiane Schorn ha annunciato una decisione specifica a breve: il calendario fieristico attuale, infatti, presenta solo pochi slot liberi e non sarà facile trovare un’opzione di data adeguata.

Come spiega ancora Falstaff, infatti, se la manifestazione dovesse slittare a maggio e prima della festa dell’Ascensione, già il weekend precedente risulterebbe sfavorevole, poiché si creerebbe un conflitto con la fiera del vino austriaco VieVinum 2022, anch’essa posticipata e che si svolgerà dal 21 al 23 maggio presso l’Hofburg di Vienna.

Ora non resta che attendere aggiornamenti sulle prossime mosse da Düsseldorf, confidando di poter presto tornare a brindare in sicurezza anche alle fiere internazionali.

La mappa di come dovrebbe essere strutturato Prowein 2022 per una fiera in totale sicurezza
La mappa di come dovrebbe essere strutturato Prowein 2022 per una fiera in totale sicurezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto