banfi.it
banner
  • Trade

Banfi premiata per le sue scelte di sostenibilità

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dello stesso argomento

banner

L’impegno di Banfi in tema di sostenibilità è notizia non di oggi. Da anni, infatti, la realtà guidata da Cristina Mariani-May, proprietaria e Ceo, è impegnata in un approccio sostenibile realmente a tutto tondo. Non soltanto, dunque, inteso come scelte green in vigneto. Ma più in generale nella valorizzazione a 360° di ogni buona pratica, come racconta nel dettaglio ogni anno il report dedicato. 

Le scelte di sostenibilità Banfi: una notizia da oltre 40 anni

Da oltre 40 anni, infatti, l’azienda prosegue nel suo cammino all’interno del solco tracciato da John F. Mariani con le parole scandite il giorno dell’inaugurazione della realtà da lui fondata nel 1978 con il fratello Harry: “Il nostro più profondo desiderio è che questo progetto sia un bene per la gente di Montalcino, un bene per l’Italia, un bene per l’America e un bene per tutti coloro che amano i vini di qualità”. 

E di quanto queste parole risuonino ancora tra le mura del castello simbolo della terra del Brunello, lo ribadisce la notizia di oggi: a chi ora guida Banfi è stato, infatti, assegnato il prestigio riconoscimento per la sostenibilità alla seconda edizione del Women in Wine and Spirits Award.

A Cristina Mariani-May il Vision Award per la sostenibilità del Women in Wine and Spirits Award

Cristina Mariani-May, proprietaria e Ceo di Banfi, è la vincitrice del premio annuale WINWSA 2021 per la sostenibilità.

Il concorso internazionale mira a dare un riconoscimento a quelle donne, del settore del vino e degli spirits, che per le loro competenze e la loro capacità riescono a influenzare il mondo cui appartengono a livello globale. 

Con la 50 list of excellence a venire stilata sulla base di quattro criteri: perspicacia e realizzazione professionale, impatto, contributo e visione.

E quest’anno a trionfare è stato un pezzo importante dell’Italia del vino, con una delle donne del Brunello più note al mondo: Cristina Mariani-May. Il premio si configura, è detto nelle motivazioni, quale riconoscimento alla sua capacità di spinta alla responsabilità sociale d’impresa di Banfi. 

Quello della sostenibilità, d’altronde, è tema molto caro all’azienda ilcinese, come detto impegnata in pratiche moderne e sostenibili da sempre.

Le scelte di sostenibilità di Banfi premiate al Women in Wine and Spirits Award
Le scelte di sostenibilità di Banfi premiate al Women in Wine and Spirits Award
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
banner
banner
banner
banner