banfi.it
banner
  • Eventi

Sana Slow Wine Fair posticipata a marzo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dello stesso argomento

banner

La prima edizione di Sana Slow Wine Fair, la manifestazione internazionale dedicata al vino buono, pulito e giusto, slitta di un mese. Per agevolare la partecipazione degli operatori, dei professionisti e dei visitatori, gli organizzatori hanno optato per un cambio di data. Posticipata, dunque, a marzo: si terrà in presenza a Bologna, da domenica 27 a martedì 29. 

Il motivo del rinvio

Sana Slow Wine Fair, organizzata da BolognaFiere con la direzione artistica di Slow Food e la collaborazione di FederBio, era in programma alla fine di febbraio: lo slittamento è stato deciso per favorire lo svolgimento in sicurezza e agevolare la partecipazione degli operatori nazionali e internazionali che stanno dimostrando grande attenzione a questo nuovo evento. 

A Bologna arriveranno, infatti, cantine provenienti da tutta Italia e dall’estero: Albania, Argentina, Bosnia, Brasile, Bulgaria, Cile, Croazia, Francia, Germania, Macedonia, Montenegro, Perù, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Stati Uniti. 

Un giro del mondo insieme ai grandi vini che rispondono ai principi della Slow Wine Coalition e che sono ispirati dal Manifesto Slow Food per il vino buono, pulito e giusto: sostenibilità ambientale, tutela del paesaggio e del ruolo culturale e sociale delle aziende vitivinicole nei propri territori.  

“Sana Slow Wine Fair sarà una preziosa occasione di confronto per un settore in forte espansione che fonde la cultura enologica agli aspetti legati alla sostenibilità, all’etica nella produzione e alla biodiversità”, spiega Gianpiero Calzolari, presidente BolognaFiere. “Temi che per produttori e consumatori sono prioritari e sui quali possiamo vantare un’esperienza trentennale con l’organizzazione di Sana, la più importante manifestazione dedicata al mondo del biologico e del naturale”. 

“Considerata l’attuale situazione dell’emergenza sanitaria, il posticipo di questa prima edizione di Sana Slow Wine Fair consentirà di favorire l’arrivo di operatori e appassionati e ci permetterà di accoglierli in sicurezza”. 

La prima edizione di Sana Slow Wine Fair, la manifestazione internazionale dedicata al vino buono, pulito e giusto, slitta di un mese
La prima edizione di Sana Slow Wine Fair, la manifestazione internazionale dedicata al vino buono, pulito e giusto, slitta di un mese

Come cambia l’agenda di Sana Slow Wine Fair: le nuove date

Cosa cambia ora. Poco o nulla, fatto salve le date. Sono, infatti, tutte confermate le iniziative che costituiscono la struttura portante della manifestazione.  

“Per permettere la massima partecipazione a tutti i delegati che fanno parte della Slow Wine Coalition, i convegni sui tre temi del Manifesto Slow Food per il vino buono, pulito e giusto saranno organizzati online nella settimana antecedente alla tre giorni bolognese”, spiega Giancarlo Gariglio, coordinatore Slow Wine Coalition.  

A inaugurare Sana Slow Wine Fair, in presenza a BolognaFiere, un’assemblea plenaria in cui saranno presentati i temi discussi durante i convegni, sintesi della rivoluzione nel mondo del vino che desidera portare avanti la Slow Wine Coalition”. 

Rimangono confermate le tre giornate dedicate ai professionisti del settore – domenica 27, lunedì 28 e martedì 29 marzo – ideali per ristoratori, enotecari, importatori, distributori, cuochi e sommelier per incontrare, conoscere, confrontarsi e stringere affari con alcune tra le migliori cantine italiane e di un gruppo molto selezionato di aziende internazionali. 

Gli appassionati potranno partecipare alla Sana Slow Wine Fair nella giornata di domenica 27 marzo, per degustare le migliaia di etichette proposte e dialogare con i produttori”, riprende Gariglio. “A tutti i visitatori sono inoltre dedicate le nove Masterclass, che sotto la guida di produttori ed esperti, consentiranno di approfondire le filosofie di produzione che sono dietro ai grandi vini in degustazione”.

A modificarsi, dunque, i giorni dell’evento, non il programma. A partire da quello delle Masterclass, con l’agenda che si modifica come segue:

28 MARZO – I PREMIER CRU DI BORGOGNA E I DEUXIÈME CRU DI BORDEAUX

  • Meursault, Premier Cru – Ore 11
  • Bordeaux, Deuxième Cru – Ore 14
  • Nuits-Saint-Georges, Premier Cru – Ore 16:30

29 MARZO – DALLA CHAMPAGNE A MOREY-SAINT-DENIS FINO AI RIESLING TEDESCHI

  • Champagne, Cuvée De Prèstige – Ore 10:30
  • Morey-Saint-Denis, Grand Cru e Premier Cru – Ore 13
  • Germania: Mosel, Rheinhessen, Nahe e altri, Grosses Gewächs – Ore 15

I contenuti rimangono invariati, come le etichette in degustazione, che trovate elencate qui.

Il servizio di biglietteria tornerà a essere attivo la prossima settimana. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
banner
banner
banner
banner