https://www.rotari.it/it
BANNER
  • Collection

Il Chianti “originale” per degustare la storia: i nostri vini del weekend

Dello stesso argomento

BANNER

Un grande vino. Di quelli per le occasioni speciali, dal pranzo della domenica alle serate di celebrazioni a tavola. Il Chianti “originale”. Quello Classico Docg, certo. Di un’importante annata, sicuro. Una Riserva di incredibile complessità e persistenza, ovviamente. Ma soprattutto un vino che racconta nel calice di secoli di storia.

Stiamo parlando del Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli, con il suo nome che è un omaggio all’antenato della famiglia Mazzei cui si deve l’uso per la prima volta della denominazione Chianti. Un’etichetta tutta da scoprire, al di là degli abbinamenti. 

Un Chianti Classico Riserva per far bella figura al pranzo della domenica: Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli

Uno stretto legame unisce i Mazzei al mondo del vino fin dai tempi più antichi. Contemporanei dal 1435, vi è, in particolare, un connubio indissolubile con la Toscana e il Chianti Classico, denominazione dove spiccano da sempre per eccellenza e visione.

Nel bicchiere Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli racconta la storia di un territorio vocato e di una lunga tradizione nella produzione di vino. Ma c’è di più. 

Nel suo nome c’è, infatti, anche la storia della famiglia Mazzei, intrecciata a filo doppio con il Chianti: fu Ser Lapo Mazzei, notaio, che per primo nel 1398 utilizzò in un atto ufficiale la parola Chianti per definire il territorio di produzione di un vino, mettendo il punto di inizio di una grande storia enologica.

Oltre alle condizioni climatiche favorevoli del 2019, dove sole, acqua e temperatura sono state perfette per lo sviluppo delle piante e per portare a maturazione uve eccellenti sotto ogni profilo, Ser Lapo deve le sue peculiarità alle colline di Cornia e Caggiolo a Castellina in Chianti, tra i 250 e i 350 metri di altitudine, dove vigneti di 15-20 anni di età affondano le loro radici in terreni composti da argille e calcare.

Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli è vino che racconta nel calice di secoli di storia.
Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli è vino che racconta nel calice di secoli di storia

Cosa c’è nel calice: le caratteristiche

Un grande vino, frutto di un’annata produttiva eccezionale: così è Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli.

Dopo 12 mesi in piccoli fusti di rovere francese, il risultato è un vino – per lo più a base di Sangiovese con un 10% di Merlot – strutturato e intenso, adatto a lunghissimi invecchiamenti, eppure fresco, con sentori di frutti di bosco e sottobosco.  

Al palato è lungo, armonico, elegante e di grande persistenza.

Con che piatti abbinarlo e a quale temperatura servirlo: il consiglio di WineCouture per l’aperitivo e oltre

Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli è vino perfetto quando sulla tavola ci sono primi piatti a base di paste con ragù di selvaggina.

Ma ovviamente accompagna anche le seconde portate: come brasati o carni rosse alla griglia

E perché non chiudere in bellezza, accompagnandolo con taglieri di formaggi a media stagionatura.

Dove trovare questo “originale” Chianti Classico Riserva con un tocco di Merlot

Il Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli è in vendita, a un prezzo medio tra i 20 e i 30 euro, in enoteche selezionate di tutta Italia. Online, lo trovate oggi disponibile in anteprima con la nuova annata sul Mazzei Wine Club.

banner
BANNER
banner
banner
BANNER