• Story
Destinazioni del vino: Toscana

L’Osteria delle stelle tra le vigne del Chianti Classico

Dello stesso argomento

BANNER

Riapre le porte oggi, venerdì 11 febbraio, con il servizio della cena Osteria di Passignano. Una riapertura all’insegna del rinnovamento, in tre dei suoi principali elementi: l’immagine del ristorante, la proposta gastronomica e la brigata. All’interno di uno dei borghi più suggestivi del Chianti Classico, all’ombra di una millenaria abbazia medievale, Osteria di Passignano è ristorante immerso nella campagna chiantigiana e circondato da vigneti, in un luogo simbolo del vino, del territorio e della tradizione toscana. 

La ricerca della massima qualità e la continua volontà di innovare nel rispetto della tradizione, del territorio e delle materie prime, hanno portato Osteria di Passignano a mantenere con continuità la Stella Michelin dal 2007, ponendosi come punto di riferimento sul territorio chiantigiano. Per un ristorante che si fa interprete di una cucina dove tecnica, essenzialità e autenticità danno vita a piatti capaci di raccontare l’identità di una terra. Oggi ancora di più grazie al cammino intrapreso.

Cosa c’è di nuovo nel Chianti Classico di Osteria di Passignano

Ad accogliere gli ospiti alla riapertura di Osteria di Passignano, una sala ripensata con nuovi ambienti e arredi, caratterizzata da linee geometriche e colori netti nei toni dall’ocra, al porpora, fino al blu. 

Un “Medioevo rinnovato e contemporaneo”, omaggio alla Badia di Passignano che sorge proprio accanto all’Osteria, dalle cromie decise e le linee essenziali. Un richiamo alla cucina di Osteria, con cui la sala è in completa sincronia e continuità.

Ad accogliere gli ospiti alla riapertura di Osteria di Passignano, una sala ripensata con nuovi ambienti e arredi
Ad accogliere gli ospiti alla riapertura di Osteria di Passignano, una sala ripensata con nuovi ambienti e arredi

Il rinnovamento prosegue nel menu, scandito dal ritmo delle quattro stagioni, che vede al centro della proposta gastronomica l’Orto di Badia, elemento della tradizione toscana ed espressione del valore agricolo della zona del Chianti Classico. 

Situato accanto alle mura millenarie della Badia di Passignano, da qui nascono le ispirazioni e le idee per nuove creazioni e suggestioni gustative.

Grazie al microclima unico l’Orto di Badia diventa l’habitat ideale per coltivazioni antiche e rare, difficilmente reperibili altrove, ma che, sapientemente utilizzate, riescono a regalare un’esperienza sensoriale unica.

L’Orto di Badia, elemento della tradizione toscana ed espressione del valore agricolo della zona del Chianti Classico. 
L’Orto di Badia, elemento della tradizione toscana ed espressione del valore agricolo della zona del Chianti Classico

A servirsi delle migliori materie prime donate dall’Orto di Badia, una brigata anch’essa rinnovata, fermamente guidata da Chef Matteo Lorenzini, e che vede l’ingresso di una figura di eccellente professionalità nel mondo della pasticceria: la Pastry Chef Francesca Benedettelli. 

Una continua ricerca di nuovi stimoli, nel segno del percorso di evoluzione chiantigiana di Osteria di Passignano. Una crescita perpetua resa possibile dalla grande professionalità di tutta la brigata, per una cucina fatta di condivisione dove tecnica, passione e creatività danno vita a piatti e sapori dal gusto essenziale e autentico, capaci di raccontare identità e tradizioni di un territorio. 

Ad attendere gli ospiti di Osteria di Passignano al loro arrivo, il consueto servizio attento ma confidenziale per una modalità più fresca e moderna di vivere un’esperienza gastronomica di alto livello. 

A completamento ed esaltazione dell’esperienza gustativa non può mancare una carta dei vini importante e strutturata con vini dalle tenute Antinori, affiancati da una straordinaria selezione di etichette provenienti dalle aree vitivinicole più vocate del mondo.

Le porte di Osteria di Passignano tornano dunque ad aprirsi questo venerdì 11 febbraio con il servizio della cena, per poi proseguire con l’apertura sia a pranzo sia a cena da domani.

Destinazioni del vino: l’Osteria delle stelle tra le vigne del Chianti Classico
banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER