https://www.contadicastaldi.it/it/
BANNER
  • Trend

Fiere del vino, sono ancora uno strumento determinante? Il pensiero di Serena Wines 1881

Dello stesso argomento

banner

In presenza, online o in forma ibrida? Il dibattito era aperto già da qualche tempo ma certamente si è fatto più stringente alla luce delle restrizioni internazionali che hanno determinato una stretta importante sui rapporti interpersonali in presenza in questi ultimi due anni. Per le aziende, e in particolare per quelle il cui fatturato è in buona parte generato dall’export, le fiere sono ancora uno strumento determinante o si tratta di una pratica da ritenersi obsoleta anche in caso di ritorno alla normalità? Serena Wines 1881, colosso tra le cantine italiane con riconosciute capacità di anticipare e interpretare i costumi al passo con lo spirito del tempo e con un’indubbia propensione all’export, prova a rispondere al quesito.

E a giudicare dalle scelte operate dalla storica realtà veneta, le fiere sembrerebbero ancora in grado di offrire interessanti soddisfazioni.

Luca Serena, amministratore delegato di Serena Wines 1881, con il padre Giorgio
Luca Serena, amministratore delegato di Serena Wines 1881, con il padre Giorgio

Serena Wines 1881 rilancia anche sulle fiere del vino

“Negli ultimi due anni”, spiega l’amministratore delegato di Serena Wines 1881, Luca Serena, “abbiamo virato molte attività dall’analogico al digitale. Abbiamo intensificato le nostre attività sui social media, strumenti ai quali abbiamo affidato il racconto delle iniziative aziendali, comprese le celebrazioni di un importante anniversario come il nostro 140esimo, e abbiamo raggiunto importanti obiettivi”. 

“Al contempo, da parte degli operatori, abbiamo riscontrato un diffuso apprezzamento all’idea di riavviare gli incontri in presenza dopo la brusca e forzata interruzione delle fiere di settore”. 

Il ghiaccio lo abbiamo rotto partecipando lo scorso febbraio al Vinexpo di Parigi, primo evento di settore con ospiti in presenza. Un grande successo replicato negli States agli inizi di marzo con Vinexpo New York, evento ibrido al quale si è potuto partecipare sia in forma fisica che interagendo via web conference”.

Dal 27 al 30 marzo Serena Wines 1881 tornerà nel fieristico tradizionale partecipando alla Beer & Food Attraction di Rimini con una duplice presenza. All’International Horeca Meeting, padiglione dedicato agli operatori del canale horeca con uno stand corporate, mentre nel padiglione dedicato alla Beer & Food Attraction l’azienda opererà in uno stand dedicato al Prosecco Costaross deer, la linea del cervo funky che con il mondo della birra, gioioso e informale, condivide lo stesso mood.

Dal 10 al 13 aprile, poi, grande ritorno a Verona per l’attesissimo Vinitaly 2022, evento fieristico dell’anno. 

L’importanza attribuita a questo appuntamento si evince anche dall’impegno profuso da Serena Wines 1881 nel maggiorare lo stand che per l’occasione passa da 64 mq a 96 mq, con una novità: lo spazio verrà aperto anche al pubblico grazie a un banco mescita dedicato alla nuova linea Serena 1881.

All’inaugurazione del nuovo spazio è attesa la più affezionata clientela, ed è annunciato un ospite d’onore.

“Tra le attività programmate durante il Vinitaly”, precisa Luca Serena, “proponiamo il convegno dal titolo L’innovazione digitale al servizio del settore vinicolo: dal vigneto al consumatore, che abbiamo organizzato in collaborazione con Vinophila per lunedì 11 aprile alle 14.30 presso la sala Vivaldi del Palaexpo della Fiera di Verona. Nel corso dell’incontro verranno presentate proposte digitali avanzate oggi a disposizione del mondo del vino, e si discuterà dell’importanza strategica per le cantine di aprirsi al digitale per sviluppare il proprio business”.

Vinophila è un evento fieristico online di nuova concezione, al quale Serena Wines 1881 ha aderito come espositore permanente, ma è potenzialmente aperto a tutti, per l’anno intero.

banner
BANNER
banner
banner
banner