https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi

Borgo San Felice riapre il 12 Aprile, al via una stagione ricca di novità 

Toscana

Dello stesso argomento

BANNER

Borgo San Felice, il Relais & Châteaux a cinque stelle immerso nella campagna toscana del senese di proprietà del Gruppo Allianz, annuncia la riapertura il 12 aprile 2022 presentando un’ampia offerta di esperienze esclusive. 

La costante ricerca dell’eccellenza, l’attenzione al sociale e alla sostenibilità ambientale sono al centro della filosofia dell’azienda, che ogni anno promuove nuovi progetti e attività per offrire agli ospiti soggiorni unici nel cuore del Chianti Classico, valorizzando l’eccellenza della propria pluripremiata produzione vitivinicola. Nell’antico borgo medievale di Borgo San Felice sono presenti 29 camere e 31 suite oltre ai 2 ristoranti, piscina, palestra, campi da tennis, Spa e, appena fuori dal Borgo, le due ville di proprietà con tutti i servizi dell’hotel a 5 stelle. 

Qui di seguito un approfondimento delle proposte declinate in: sport academy, il benessere, la ristorazione, l’Orto Felice ed i progetti di responsabilità sociale e le wine experience 

Le Sport Academy

Lo Sport Academy al Borgo San Felice
Lo Sport Academy

Borgo San Felice sorge su una collina circondata da vigneti, oliveti e boschi di proprietà, permettendo così diverse ed interessanti attività all’aperto: il ciclismo sulle strade bianche che attraversano la tenuta e le colline circostanti, lo yoga, il trekking ed il tennis. Per tutte le attività sono a disposizione degli ospiti istruttori specializzati. 

Per gli appassionati di ciclismo sono disponibili e-bike Pirelli CYCL con pedalata assistita e mountain bike. Borgo San Felice organizza due importanti eventi (ad aprile e ad ottobre) che avranno come protagonista il campione di ciclismo Paolo Bettini che guiderà gli ospiti in percorsi di ciclismo personalizzati.

Per chi è alla ricerca di benessere fisico e mentale, il relais offre sessioni di yoga individuali con la collaborazione di Lorenza Minola, rinomata wellness coach e cofondatrice di LoYoga Wellness. 

Il benessere a Borgo San Felice

Spa di Borgo San Felice, Loc.San Felice,Castelnuovo Berardenga
Spa di Borgo San Felice, Loc.San Felice,Castelnuovo Berardenga

The Botanic Spa di Borgo San Felice offre una proposta di percorsi e trattamenti con massaggi sportivi, rigeneranti ed energizzanti, prodotti benessere con una formula sostenibile e studiata per ogni diverso tipo di pelle. 

La Spa è un incantevole rifugio dedicato alla cura del corpo con tre linee di prodotti esclusivi: 

–  la linea cosmetica CODAGE, maison francese pioniera nella creazione di esperienze su misura, in esclusiva italiana, offre trattamenti viso su misura che soddisfano le esigenze di ogni tipo di pelle.

–  Paracelso Alchemy, la linea Spagirica di Maria Candida Gentile, Maître Parfumeur italiana riconosciuta a livello internazionale. La linea è basata su origini antiche e sulla tecnica alchemica di trasformazione delle sostanze di origine vegetale, messa a punto con un gruppo di medici e biologi.

–  la linea Antologia del Dott. Gian Maria Amatori, con i Trattamenti al Vino che estraggono dagli acini i principi attivi utili nella cura della bellezza per racchiuderli in prodotti dalle qualità rigeneratrici esclusive.


La Ristorazione di Borgo San Felice

Il Ristorante di Borgo San Felice
Il Ristorante di Borgo San Felice


A rendere ancora più indimenticabile e unico il soggiorno, il Ristorante 1 stella Michelin Il Poggio Rosso guidato dall’Executive Chef Juan Quintero riapre con un menu incentrato sull’incontro tra i sapori artigianali locali e la tradizione gastronomica della Colombia, terra di origine dello Chef a cui è profondamente legato.
Nel menù non mancano i signature dish – come l’amuse-bouche Panforte Quintero, rivisitazione salata del tradizionale panforte senese – ai quali si aggiungono nuovi piatti a base di eccellenze locali, reinterpretati con estro e maestria, tra cui lo Stufato di Lumache dell’Argentario.
A completare l’esperienza gastronomica la proposta di cucina tradizionale dell’Osteria del Grigio, che accoglie gli ospiti nella calorosa atmosfera della convivialità toscana con sapori genuini e la selezione accurata delle materie prime rigorosamente di stagione, alcune provenienti dall’orto sociale del Borgo, l’Orto Felice.

All’Osteria del Grigio è inoltre attiva la Cooking School che offre agli appassionati l’occasione di sperimentare, attraverso corsi di vario livello, alcune ricette tradizionali toscane e vivere l’emozionante esperienza di cucinare con gli Chef del Borgo e carpire i loro segreti. 

In questa nuova stagione il resort serve la prima colazione a buffet nella sala del Ristorante Il Poggio Rosso. Ogni mattina gli ospiti possono disporre di un’ampia scelta di prodotti di stagione, torte e pane artigianali appena sfornati, succhi di frutta, cereali, tè, latte e caffè, prodotti senza glutine, oltre alla tradizionale colazione internazionale con pietanze calde e uova. A scelta si possono cuocere sulla griglia i cibi scelti al momento. 

L’Orto Felice e i progetti di responsabilità sociale  

Borgo San Felice

Borgo San Felice è riconosciuto per l’eccellenza del progetto sociale Orto Felice, ideato e sviluppato dalla Fondazione Allianz UMANA MENTE, recentemente premiato con il prestigioso riconoscimento Sustainability Trophy 2022 di Relais & Châteaux, autorevole associazione internazionale che riunisce hotel di charme e ristoranti gastronomici in tutto il mondo. 

Il progetto Orto Felice vede attualmente protagonisti sei ragazzi con disabilità del territorio senese che coltivano la terra e si prendono cura dell’aia sotto la guida degli operatori delle cooperative Koinè e Betadue. Imparando dalla saggezza e dall’esperienza degli anziani volontari del territorio, ‘i nonni’, i ragazzi lavorano nell’orto, che occupa circa un ettaro, i cui prodotti biologici e a Km 0 sono utilizzati dall’Executive Chef stellato Juan Quintero nei ristoranti di Borgo San Felice o venduti sul territorio nei mercatini locali. 

Per gli ospiti, in programma esperienze olfattive nell’Orto guidate dalla Maitre Parfumeur Maria Candida Gentile, oltre a un progetto di allevamento delle lumache in collaborazione con l’azienda agricola La chiocciola del Chianti, specializzata nella produzione della bava di lumaca biologica. 

Wine Experience

I Wine Tours presso le cantine di San Felice e di Montalcino offrono agli ospiti l’occasione di conoscere il Metodo San Felice, alla base della produzione delle rinomate e pluripremiate etichette. Friendly tastings, le degustazioni a tema e le degustazioni Special Edition sono alcune tra le proposte pensate per vivere un’esperienza a tutto tondo nel mondo San Felice. La varietà dei tasting a cui gli ospiti potranno accedere gli permetterà di scoprire le peculiarità dei tre territori di espansione dell’azienda vitivinicola: il Chianti Classico, Montalcino e Bolgheri. Da sempre considerate le aree di eccellenza nella produzione vitivinicola toscana, questi terroir sapranno sorprendere, nella loro espressione in bottiglia, sia gli appassionati di vino che gli intenditori più sofisticati. 

“Ogni apertura di stagione porta sempre con sé emozioni uniche. Quest’anno Borgo San Felice riapre agli ospiti con nuove energie, legate alla magia del luogo, al calore dell’accoglienza e al valore delle relazioni interpersonali – sottolinea Danilo Guerrini, General Manager e Maître de Maison di Borgo San Felice. I luoghi sono resi speciali innanzitutto dalle persone, dagli ospiti che nella nostra dimora possono respirare la cultura dei luoghi e vivere insieme a noi momenti ed esperienze memorabili”

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »