https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi

Golosaria Wine: a Milano appuntamento coi vini Dop e Igp dell’Emilia-Romagna

Dello stesso argomento

BANNER

Sabato 23 aprile, le sale del Melià Hotel di Milano in via Masaccio 19 tornano ad animarsi con il secondo appuntamento di Golosaria Wine, dedicato questa volta ai vini Dop e Igp dell’Emilia-Romagna. Un evento organizzato in collaborazione con l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna nell’ambito della campagna di promozione europea Mediterranean Cheese and Wines. Aperta dalle 10 alle 21, la rassegna si articolerà in due momenti d’incontro: dalle 10 alle 15 con gli operatori di settore, mentre dalle 15 e fino alla chiusura spazio anche al grande pubblico. 

Gli appassionati gourmet potranno accedere ai circa 40 banchi d’assaggio dei produttori vitivinicoli aderenti al Consorzio Tutela Lambrusco, al Consorzio Vini di Romagna e al Consorzio Vini Colli Bolognesi. 

Alla sala dove sarà allestita l’area Enoteca, poi, un banco di assaggio collettivo metterà in mescita le etichette Top 100 premiate dai giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti in questi ultimi vent’anni. Presenti anche un parterre di espositori food dell’Emilia-Romagna selezionati dalla guida ilGolosario 2022 e il Lounge Bar dove per l’intera giornata si potranno consumare i piatti ispirati alla tradizione della cucina regionale interpretati dal resident chef del ristorante Mamì del Melià.

Golosaria Wine: un viaggio dall’Emilia-Romagna alla Grecia con il progetto europeo Mediterranean Cheese and Wines

Dalle eccellenze dell’Emilia-Romagna, il viaggio proseguirà fino in Grecia, grazie al progetto europeo Mediterranean Cheese and Wines, nato dalla volontà di valorizzare vini e formaggi Dop e Igp.

Il progetto intende valorizzare l’autenticità dei prodotti nell’intento di accrescere la competitività di specifici prodotti quali vini e formaggi, aumentando il riconoscimento dei loghi Dop e Igp e migliorando la percezione e la conoscenza dei consumatori sui regimi di qualità dell’Unione Europea in generale. 

A Golosaria Wine si potranno infatti conoscere anche le storie di Eas Naxos, fondata nel 1926 da un piccolo gruppo di allevatori di capre, pecore e bovini da latte e da carne, ed Eos Samos, realtà fondata nel 1934 unendo 26 cooperative formate da piccoli produttori di vino dell’isola. Naxos, Samos e l’Emilia-Romagna sono infatti territori fortemente radicati alla propria tradizione e a un’agricoltura etica e sostenibile. 

Altra grande attrattiva sarà infine il programma delle Masterclass (saranno 5) dedicate ai vini dell’Emilia-Romagna, studiate in collaborazione con l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna e condotte da Paolo Massobrio e Marco Gatti:

  • Ore 10.30 | Dall’aperitivo al dessert: il variegato universo dei vini Lambrusco. Una masterclass dedicata alle sfumature di gusto e di colore dei vini Lambrusco: stessa famiglia di vitigni, grandissima versatilità.
  • Ore 12.30 | Romagna autoctona: bianchi con carattere territoriale. La Romagna rappresenta una produzione contemporanea, ben attestata sulle attuali esigenze del mercato. 8 assaggi guidati, di Albana, Rebola e Famoso.
  • Ore 14.30 | Pignoletto, l’identità di un vino poliedrico. Le diverse anime del Pignoletto attraverso 5 assaggi guidati che ne raccontano altrettante interpretazioni.
  • Ore 16.30 | Romagna Sangiovese Doc: identità ed esperienza gastronomica. La Romagna rappresenta una produzione contemporanea, ben attestata sulle attuali esigenze del mercato. 8 assaggi guidati del vitigno Sangiovese.
  • Ore 18.30 | Dall’aperitivo al dessert: il variegato universo dei vini Lambrusco. Una masterclass dedicata alle sfumature di gusto e di colore dei vini Lambrusco: stessa famiglia di vitigni, grandissima versatilità.

Tutti i dettagli per partecipare all’evento, previa prenotazione o acquisto ticket online, sul sito della kermesse.

Golosaria Wine: a Milano appuntamento coi vini Dop e Igp dell’Emilia-Romagna

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »