https://www.contadicastaldi.it/it/
BANNER
  • Collection

Kylie Minogue: è amore per il “suo” Prosecco Rosé Zonin1821

Dello stesso argomento

BANNER

In concomitanza con la celebrazione del 200esimo anniversario dalla fondazione di Zonin1821, la superstar della musica Kylie Minogue e il suo partner londinese Benchmark Drinks hanno selezionato la storica azienda italiana per produrre il Prosecco Rosé che in un solo anno è diventato il numero uno del Regno Unito e che in questi giorni ha raggiunto anche il mercato degli Stati Uniti. E dopo il successo registrato, la popstar australiana è giunta in visita nella storica sede di Gambellara, dove ha potuto scoprire curiosità e segreti della bollicina più venduta al mondo, dichiarando tutto il suo amore per il nuovo progetto iniziato con il gruppo guidato dalla famiglia Zonin.

Kylie Minogue Prosecco Rosé: il successo della bollicina firmata dalla popstar con Zonin1821

Il Kylie Minogue Prosecco Rosé è un caso di successo che sta conquistando sempre più consumatori ma anche incuriosendo gli esperti del settore poiché rappresenta un vero e proprio incontro d’eccellenze: da un lato Kylie Minogue, star della musica pop a livello internazionale, icona capace di unire e far dialogare tra loro diverse generazioni, imprenditrice di successo e donna fortemente impegnata nel sociale, e dall’altro Zonin1821, una realtà imprenditoriale internazionale, simbolo del made In Italy nel mondo, che da sette generazioni, ma sempre con la stessa passione, custodisce, tramanda ed interpreta, gli affascinanti saperi legati alla produzione del vino. 

Il Prosecco Rosé della star ha saputo conquistare il difficile mercato del Regno Unito grazie a una bottiglia particolarmente suggestiva dal punto di visita estetico, in quanto caratterizzata da una cascata di cuori impressi nel vetro, e per il vino, prodotto con uve Pinot Nero e Glera, strutturato e croccante, con note di fragole fresche, lamponi e fiori appena sbocciati.

“Sono onorata ed elettrizzata dal riscontro ottenuto dai vini Kylie Minogue”, ha spiegato nel corso della sua visita a Gambellara la popstar australiana. “Vendere oltre un milione di bottiglie di Prosecco Rosé in meno di un anno è la conferma dello straordinario valore del team Zonin1821al cui fianco io e Benchmark Drinks abbiamo la fortuna di lavorare. Continua ad emozionarmi la gioia che i vini Kylie Minogue danno ad un numero così incredibile di persone in tutto il mondo”.

Kylie Minogue: è amore col "suo" Prosecco Rosé Zonin1821 come raccontato dalla superstar australiana della musica in visita a Gambellara

La superstar australiana della musica in visita a Gambellara

Sebbene l’azienda conti 9 tenute che si estendono su oltre 4mila ettari di terreno – di cui 7 nel Bel Paese, una in Virginia negli Stati Uniti ed una in Cile – e sia presente in oltre 140 Paesi nel mondo, oggi, proprio come 200 anni fa, Gambellara, un piccolo paesino vicino a Vicenza, è il cuore pulsante di questo affascinante mondo. 

È proprio qui, tra le colline venete, che un’incuriosita Kylie Minogue è stata accolta dalla famiglia Zonin ed invitata a scoprire i metodi di produzione del vino, le curiosità del Prosecco e la storia del territorio.

Kylie Minogue: è amore col "suo" Prosecco Rosé Zonin1821 come raccontato dalla superstar australiana della musica in visita a Gambellara

“Siamo lieti di collaborare con una grande star come Kylie Minogue e con Benchmark Drinks”, sottolinea Francesco Zonin, vicepresidente di Zonin1821. “È stato un grande piacere accogliere nella nostra storica sede di Gambellara e accompagnarla alla scoperta della nostra azienda di famiglia, delle sue suggestive colline e della nostra zona vinicola”. 

“Se da un lato siamo un’azienda internazionale conosciuta in tutto il mondo, dall’altro la nostra mission è ancora fortemente legata alla valorizzazione di questo territorio, della cultura e delle competenze locali. Proprio come ci dimostra questa visita, il settore vitivinicolo è una vera e propria eccellenza del made in Italy che continua ad incuriosire, affascinare e far sognare un pubblico molto trasversale e sempre più ampio a livello internazionale: i cultori o semplicemente gli appassionati vogliono scoprire l’invisibile del visibile, ovvero dove nasce e come si produce quello che quotidianamente scelgono per la propria tavola”.

BANNER
BANNER
banner
banner
banner