https://www.contadicastaldi.it/it/
BANNER
  • Meets
WineCouture Meets Alberto Serena

Montelvini brinda alle sue bollicine da 5 stelle

Dello stesso argomento

banner

Bollicine da 5 stelle. Sono quelle firmate Montelvini, la cantina veneta ambasciatrice di Asolo. In occasione della 54esima edizione del Vinitaly da poco concluso, 3 sue versioni di Prosecco sono state premiate con punteggi eccellenti, nella categoria della Guida 5StarWines dedicata alle realtà che hanno ottenuto la Certificazione di sostenibilità. Ecco quali sono.

Le interpretazioni sostenibili del Prosecco Montelvini sugli scudi nella Guida 5StarWines

Montelvini è tra le poche aziende produttrici del territorio di Asolo ad essere stata premiata con 3 differenti referenze nella sezione Wine Without Walls dedicata al vino certificato biologico, biodinamico o prodotto da aziende in possesso della Certificazione di Sostenibilità. 

La sezione, inserita all’interno della Guida 5StarWines dell’omonimo concorso, premia le cantine che si pongono l’obiettivo di diffondere la consapevolezza della viticoltura sostenibile, includendo una selezione dei vini che più si sono distinti nel preservare la naturalezza del terreno, dei vitigni e dei relativi prodotti.

Tra le eccellenze di Montelvini a contraddistinguersi, innanzitutto il FM333 Asolo Prosecco Superiore Docg Brut Millesimato 2020 della Collezione Serenitatis, punta di diamante della cantina, con la sua innovativa tecnica di vinificazione che prevede un’unica fermentazione invece di due, ha ottenuto 93 punti piazzandosi sul podio nella categoria Prosecco e primo tra i vini prodotti nel territorio di Asolo. 

Sugli scudi, poi, il Prosecco Doc Rosé Treviso Brut Millesimato 2020 della Collezione Serenitatis, la grande novità del 2021, caratterizzato dalla freschezza delle uve Glera e dall’armonica struttura conferitagli dal Pinot Nero, che ha ottenuto 91 punti

Infine, sotto i riflettori anche l’Asolo Prosecco Superiore Docg Extra Dry, già insignito della Corona Vinibuoni 2022 per la Guida del Touring Club Italiano e che racchiude la massima espressione dei vigneti dei colli asolani, ha ottenuto un punteggio di 90.

Il "Vinitaly Restart" del simbolo di Asolo: la videointervista ad Alberto Serena e le interpretazioni sostenibili del Prosecco Montelvini sugli scudi nella Guida 5StarWines

Il “Vinitaly Restart” del simbolo di Asolo: la videointervista ad Alberto Serena

In questo “Vinitaly Restart”, così com’è stato definito dagli stessi organizzatori, Montelvini ha giocato un ruolo importante.

“Era tanta l’attesa, ma altrettanta l’incertezza per questa edizione del Vinitaly”, spiega Alberto Serena, Ceo dell’azienda. “Dopo tre anni dall’ultima edizione della manifestazione e alla luce dei funesti eventi degli ultimi mesi, non sapevamo davvero cosa aspettarci. Tutta la squadra di Montelvini ha svolto un ottimo lavoro durante i mesi precedenti la fiera e l’impegno è stato ripagato. L’affluenza è stata alta, con addetti ai lavori e appassionati del Prosecco di Asolo che hanno fatto visita al nostro stand durante i quattro giorni della manifestazione e hanno apprezzato i nostri prodotti”. 

L’impegno della Cantina Veneta è stato riconosciuto non solo per i numerosi visitatori che quotidianamente si sono recati presso lo stand e hanno incontrato la famiglia Serena, ma anche, come visto, per i premi ricevuti durante il concorso enologico 5StarWines, organizzato da Vinitaly in collaborazione con Assoenologi, in cui una giuria internazionale composta da wine professionals, Master of wine, sommelier e giornalisti ha giudicato, attraverso un blind tasting, 960 differenti vini.

Con il raggiungimento di questi riconoscimenti e l’inserimento nella sezione Wine Without Walls della Guida 5StarWines, Montelvini dimostra di essere ancora una volta una delle realtà più dinamiche, all’avanguardia e una delle pochissime ad aver ottenuto la Certificazione di sostenibilità tra quelle produttrici del territorio del Prosecco, confermando il suo percorso di totale riconversione sostenibile sia in chiave corporate che di prodotto.

Per scoprire di più, ecco la videointervista di WineCouture ad Alberto Serena in occasione dell’ultimo Vinitaly di Verona:

banner
BANNER
banner
banner
banner