https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi

Ucraina, il vino del Monferrato si mobilita con l’Asta della Barbera d’Asti

Dello stesso argomento

BANNER

I venti di guerra continuano a spirare forti dall’Est dell’Europa fino a noi e allo stesso modo continua la preoccupazione e l’apprensione per la gravissima crisi umanitaria che sta colpendo la popolazione ucraina. È per questo motivo che il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha deciso di impegnarsi in prima persona organizzando (da un’idea di Pier Ottavio Daniele) l’Asta della Barbera d’Asti il 12 maggio 2022 alle ore 18 presso il Teatro Alfieri di Asti. A sugellare l’importanza dell’evento, un ospite d’onore d’eccezione: il Console Onorario di Ucraina a Torino, Dario Arrigotti.

Al Teatro Alfieri di Asti un’asta benefica per supportare i rifugiati dell’Ucraina

L’Asta della Barbera d’Asti è un evento non solo simbolico, che il presidente del Consorzio, Filippo Mobrici (in copertina), ha fortemente voluto. 

“Quando abbiamo incominciato a organizzare questo evento, speravo che per il giorno in cui l’asta sarebbe stata battuta avremmo potuto dire che raccoglievamo questi soldi per aiutare la ricostruzione dell’Ucraina”, spiega presentando l’iniziativa. “Lo spero ancora, ovviamente, ma in primis voglio che questo evento sia il simbolo di un abbraccio e di una mano tesa che dal Monferrato parte dritta verso Kiev e non solo”. 

“Il vino è unione e convivialità e nella sua semplicità deve riportare a noi valori semplici, di comunione, quelli tipici e propri delle comunità contadine in cui affondiamo le radici. Valori che oggi il mondo ha bisogno di ritrovare”. 

Coesione che ha portato a organizzare questo evento in collaborazione con il Comune di Asti e con la Croce verde di Asti e il suo Presidente Domenica Demetrio. 

500 bottiglie di vecchie annate di pregio delle più importanti cantine del Monferrato per l’Ucraina

Un evento importante a livello umanitario, ma anche un’asta di notevole appeal per gli appassionati di vino e di grandi annate, quella dedica alla Barbera d’Asti. 

Presso il Teatro Alfieri, messo gratuitamente a disposizione dell’iniziativa dal Comune di Asti rappresentato dal sindaco Maurizio Rasero, verranno messe all’asta circa 500 bottiglie di vecchie annate di pregio delle più importanti cantine del Monferrato. Tutto per una base d’asta di circa 5mila euro. 

Due i battitori di questo importante momento: Edoardo Raspelli (giornalista enogastronomico monferrino d’adozione) e Pier Ottavio Daniele. 

L’incasso sarà interamente devoluto alla Croce verde di Asti che provvederà a fare da tramite riconosciuto e autorevole con chi è attualmente impegnato in prima linea per aiutare la popolazione ucraina.

Il vino del Monferrato si mobilita con l’Asta della Barbera d’Asti: 500 bottiglie di vecchie annate di pregio delle più importanti cantine del territorio per l’Ucraina
banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »