https://www.banfi.it/it/
banner
  • Trend

Abbinare vino e cibo: un corso in 5 lezioni con tutti i segreti

Dello stesso argomento

Riunire due figure fondamentali per la cultura del vino – l’assaggiatore e il sommelier – con l’obiettivo di diffondere una formazione sempre più qualificata e completa. Questo l’obiettivo dell’alleanza, siglata nel 2018 tra Onav (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) e Aspi, (Associazione della Sommellerie Professionale Italiana): una collaborazione che, per la prima volta, vede due realtà potenzialmente concorrenti collaborare in modo perfettamente complementare. Dopo lo stop forzato delle attività dovuto alla pandemia, si terrà ora il primo corso pilota congiunto, di cinque lezioni, che coinvolgerà le delegazioni Onav di Milano e Varese. Durante ognuno degli incontri, si parlerà di vini e di abbinamento a tavola, riservando ogni data a una portata del menù. Si parlerà quindi di antipasti, di primi, secondi e dessert. In questa occasione, i docenti Onav e Aspi incontreranno gli assaggiatori e i sommelier professionisti iscritti al corso, per ampliare le loro conoscenze.

Onav e Aspi insieme per un corso in 5 lezioni su come abbinare vino e cibo

Il primo ciclo di serate si terrà, a partire da martedì 11 maggio alle 20.30 presso “Al Gallione – Restaurant & Lounge Bar” di Bodio Lomnago (Varese) con il seguente calendario:

  • 11 maggio – Storia dell’abbinamento vino-cibo e suoi principi teorici
  • 18 maggio – Antipasti: teoria e pratica (a base di salumi e formaggi del territorio)
  • 25 maggio – Primi piatti: teoria e pratica (a base di pesce e carni)
  • 8 giugno – Secondi piatti: teoria e pratica (a base di pesce e carni)
  • 15 giugno – Dolci e dessert: teoria e pratica

Alla fine degli incontri i soci che prenderanno parte agli incontri avranno messo a punto un menù in cui vino e cibo si completano e si esaltano vicendevolmente, dall’antipasto al dolce.

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »