https://www.banfi.it/it/
banner
  • Story

Montelvini a ProWein col Prosecco Doc Rosé numero 1 (per Falstaff)

Dello stesso argomento

banner

Montelvini, cantina veneta ambasciatrice delle bollicine di Asolo, torna al ProWein a Düsseldorf. E lo fa forte dei tre importanti riconoscimenti ricevuti da Falstaff, il magazine dedicato al vino, al cibo e ai viaggi più antico dell’Austria e tra i più importanti a livello mondiale. Durante il concorso internazionale Prosecco Trophy 2022, infatti, premiate tre delle sue etichette più rappresentative. Con il Prosecco Doc Rosé Treviso Brut Millesimato 2020 a salire sul gradino più alto del podio nella categoria.

Prosecco Trophy 2022 Falstaff: tripletta per Montelvini con Rosé e Asolo

Il riconoscimento più alto al Prosecco Trophy 2022 promosso da Falstaff è andato al Prosecco Doc Rosé Treviso Brut Millesimato 2020 della Collezione Serenitatis. Caratterizzato dalla freschezza delle uve Glera e dall’armonica struttura conferitagli dal Pinot Nero, l’etichetta firmata da Montelvini è stata premiato come Miglior Prosecco Rosé sbaragliando la concorrenza. 

Ma non è stato l’unico successo all’interno del contest. Sono, infatti, stati premiati anche l’Asolo Prosecco Superiore Docg Extra Dry, già insignito della Corona Vinibuoni 2022 per la Guida del Touring Club Italiano, che ha ottenuto un punteggio di 90, e l’FM333 Asolo Prosecco Superiore Docg Brut Millesimato 2020 della Collezione Serenitatis, punta di diamante della cantina veneta con la sua innovativa tecnica di vinificazione che prevede un’unica fermentazione invece di due, che con 92 punti si è piazzato tra i punteggi più alti degli Asolo Prosecco.

“Siamo felici, dopo gli ottimi risultati ottenuti al Vinitaly sia in termini di presenze che di riconoscimenti di tornare a Düsseldorf per rappresentare il territorio di Asolo attraverso i nostri vini”, commenta Alberto Serena, Ceo dell’azienda. 

“Come per il Vinitaly, anche il ProWein sarà per noi una sfida, ma soprattutto un momento di confronto con le più importanti aziende internazionali di settore. Saremo presenti con le nostre etichette e sarà una nuova occasione per raccontare il lavoro svolto da tutte le persone che fanno parte della nostra grande famiglia e che contribuiscono ogni giorno alla crescita di Montelvini e al raggiungimento di importanti traguardi”.

Nonostante il 2021 sia stato un anno pieno di incertezze e preoccupazioni, Montelvini ha consolidato la propria presenza all’estero con un incremento del 42% rispetto al 2020 e del 10% rispetto al 2019 confermandosi una cantina che guarda a una platea internazionale puntando sempre più a diffondere l’eccezionalità dei prodotti di Asolo.

“Con la partecipazione al ProWein”, conclude Serena, “puntiamo a rafforzare la nostra presenza nel mercato internazionale, ma soprattutto sarà un momento per tornare a incontrare, dopo tanto tempo, player e clienti provenienti da tutto il mondo”.

Montelvini arriva a ProWein con il Prosecco Trophy 2022 di Falstaff Prosecco Doc Rosé Treviso Brut Millesimato 2020 Collezione Serenitatis.
banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »