https://www.banfi.it/it/
banner
  • Story
Destinazioni del vino: Abruzzo

Borgo Baccile: l’oasi diffusa eco-chic tra le vigne a pochi km da Ortona

Dello stesso argomento

Al via la stagione estiva numero quattro a Borgo Baccile, il sogno realizzato d’essere accolti in un luogo autentico d’ospitalità italiana, con il fascino della storia e però anche le comodità della contemporaneità. Si trova tra mare e montagna, in Abruzzo, a Crecchio (Chieti). La firma è quella di Vini Fantini, nucleo originario del grande e prestigioso Fantini Group. Mentre la location, come detto, è quella che rimanda a un Abruzzo incantato e incantevole, che sembra sospeso geograficamente a metà – da una parte le onde dell’Adriatico, direzione Ortona; dall’altra le rocce della Maiella – ma ancor più è al di fuori del tempo. Un paradiso bucolico, dove scrutare un cielo stellato, godere del silenzio della campagna, raccogliere un pomodoro nell’orto un uovo appena deposto, da usare subito in cucina, e osservare le uve cresce lentamente nei vigneti.

Borgo Baccile: l’oasi eco-chic tra le vigne a pochi km da Ortona tra Vini Fantini, mare ed enoturismo che abbraccia la natura in Abruzzo.

Quarta estate a Borgo Baccile, l’ospitalità eco-chic a Ortona secondo Fantini Group

Quarta estate, si diceva. La prima, quella del 2019, è stata ricca di speranze ed entusiasmi, con l’adrenalina dell’esordio e il piacere di organizzare qualcosa di nuovo ma al contempo antico, tra queste meravigliose abitazioni in sasso, tra questi panorami vellutati dove sono cresciuti i genitori, i nonni, i bisnonni di Valentino Sciotti, fondatore e attuale amministratore delegato di Fantini Group.

Riconquistare, dunque, un luogo dell’anima, la cui atmosfera pervade subito l’ospite che vi s’accosta, coinvolgendolo in una sana storia d’autenticità. Quella che era una delle contrade più popolose di Crecchio, paesino – con tanto di castello medioevale – attualmente con meno di 3mila anime, 200 metri sul livello del mare, dove l’estate è fresca e gradevole, torna a vivere. Una vera magia.

“S’è creato di nuovo un senso di comunità”, spiega entusiasta Nico Sciotti, figlio di Valentino, che a Borgo Baccile, insieme alla sorella Alessia, dedica ogni energia. “Vediamo il ritorno di ospiti che erano stati qui da noi prima dei due anni di pandemia: una famigli dal Canada, l’altra dalla Svizzera. Si sono creati legami che il Covid non ha spezzato. E, sempre di più, persino gli stessi abitanti di Villa Baccile – la contrada di Crecchio dove sorge Borgo Baccile – si riconoscono nel nostro progetto, danno una mano, si sta così creando una sorta di rete che va a comporre poco a poco un’idea di albergo diffuso”.

Borgo Baccile è dotato di pannelli fotovoltaici che assicurano quasi completamente il fabbisogno energetico della struttura. Ecosostenibilità nei fatti: non utilizza infatti gas e ha adottato una politica no waste e di totale rispetto ambientale, con la scelta di materiali bio e riciclabili.

Borgo Baccile: l’oasi eco-chic tra le vigne a pochi km da Ortona tra Vini Fantini, mare ed enoturismo che abbraccia la natura in Abruzzo.

L’offerta e i servizi di Borgo Baccile, tra Vini Fantini, mare ed enoturismo che abbraccia la natura in Abruzzo

Oggi Borgo Baccile si presenta come un nucleo di splendide casette ricavate dalle antiche abitazioni, ma anche dal fienile e dalle stalle, il tutto vocato all’ospitalità vera, rurale, sul modello dell’albergo diffuso. 

La novità di quest’anno è l’inaugurazione – la ristrutturazione è appena terminata – di un’altra abitazione, chiamata Casa dei Cantoli perché qui ha vissuto per decenni una famiglia del posto, i Cantoli appunto, prima del subentro degli Sciotti: un edificio su due livelli, molto spazioso e con vasca a vista. Va a completare un’offerta che prevede per ora altre quattro appartamenti di varia tipologia, possono ospitare da 2 a 7 persone, e poi anche sei camere “classiche”. 

Borgo Baccile offre un’ospitalità rurale ma di classe, dotata di tutti i comfort, in un luogo dove si abbraccia la natura. 

È stata infatti ultimata – altra novità 2022 – la nuova area relax, specie di giardino-boschetto dedicato alla tranquillità, nel verde, sotto querce secolari: qui le persone potranno accomodarsi, godersi un aperitivo, leggere un libro in santa pace, proprio nel centro della tenuta e circondati dai vigneti coltivati a pergola. Autenticità allo stato puro. 

Il boschetto s’aggiunge ai tanti altri spazi dedicati al benessere dell’ospite: come la magnifica piscina a sfioro con acqua salata, dalla quale la vista spazia sulla campagna circostante; poi i servizi, come l’utilizzo gratuito di biciclette da passeggio o di bike per percorsi più impegnativi; o la possibilità di pianificare visite nella cantina di Vini Fantini, con degustazione anche di oli extravergini preziosi e di prodotti tipici locali. 

E grazie alla collaborazione con piccole organizzazioni dei dintorni, si possono organizzare di giorno in giorno numerose attività. Ad esempio: canoa sul Tirino, uno dei fiumi più puliti d’Europa; escursioni a cavallo nella riserva di Punta Aderci, una delle tre spiagge selvagge più belle d’Italia; rilassarsi lungo la nuova pista ciclopedonale, un ex-tracciato ferroviario proprio dirimpetto la costa adriatica, quasi sospeso sulle onde, giù il cavalletto e si è già immersi in un bagno ristoratore.

E ancora: gli ospiti possono godersi il panorama di Rocca Calascio, splendido castello abruzzese; oppure perdersi nei vicoletti caratteristici di Santo Stefano di Sessanio, all’interno del Parco del Gran Sasso. Infine, il mare dista dal Borgo Baccile solo sette chilometri e gli ospiti del Borgo possono disporre del loro ombrellone privato. 

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »