https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • Trade

Ocm vino: via libera a flessibilità su progetti verso Russia, Ucraina e Cina

Dello stesso argomento

banner

È stata raggiunta l’intesa in Conferenza Stato-Regioni sul decreto, proposto dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, che concede una maggiore flessibilità nella gestione dei progetti di promozione dell’Ocm vino in Russia, Bielorussia, Ucraina e Cina per il 2021/2022. In particolare, vengono concesse possibili variazioni al ribasso, fino all’azzeramento totale del budget, per quei progetti destinati ai Paesi interessati dal conflitto russo-ucraino e alla Cina a causa delle nuove misure adottate per il contenimento del Covid-19, e viene data la possibilità di rimodulare le risorse verso altri Paesi già inclusi nel progetto approvato. Le variazioni possono essere richieste dai soggetti beneficiari a ciascuna autorità competente entro l’8 luglio 2022.

Obiettivo della misura è quello di tutelare gli investimenti eventualmente già effettuati per lo svolgimento di attività di promozione nei Paesi terzi interessati e favorire la maggiore spesa possibile del sostegno unionale per i beneficiari dell’aiuto, individuati dalle autorità competenti per la campagna 2021/2022, che hanno previsto lo svolgimento di attività di promozione in tali mercati dei Paesi terzi.

Ocm vino, Centinaio (Mipaaf): “Maggiore flessibilità su progetti verso Russia, Ucraina e Cina aiuta nostre imprese e tutela investimenti”

“Concedendo maggiore flessibilità nella gestione dei progetti di promozione dell’Ocm vino in Russia, Bielorussia, Ucraina e Cina per il 2021/2022 aiutiamo il settore, e in particolare quelle aziende che hanno subito le maggiori ripercussioni a causa dell’attuale scenario geopolitico”. Così il sottosegretario Mipaaf con delega al vino, Gian Marco Centinaio, commenta l’intesa raggiunta in Conferenza Stato-Regioni sul decreto proposto dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e che prevede che siano permesse possibili variazioni al ribasso, fino all’azzeramento totale del budget, per quei progetti destinati ai paesi interessati dal conflitto russo-ucraino e alla Cina a causa delle nuove misure per il contenimento del Covid-19. 

Viene data inoltre la possibilità di rimodulare le risorse verso altri Paesi già inclusi nel progetto approvato. “Con questa misura”, conclude il sottosegretario con delega al settore vitivinicolo, “puntiamo a tutelare gli investimenti e a favorire la maggiore spesa possibile dei fondi disponibili”.

Ocm vino: via libera Mipaaf a flessibilità su progetti verso Russia, Ucraina e Cina per aiutare le imprese e tutelare gli investimenti. Gian Marco Centinaio
Gian Marco Centinaio
banner
BANNER
banner
BANNER