https://www.banfi.it/it/
banner
  • Story

Il Prosecco Doc La Gioiosa sale sul podio in MotoGp

Dello stesso argomento

banner

La Gioiosa sale sul podio con il suo Prosecco Doc a celebrare le imprese dei re delle due ruote. L’occasione è stata quello del Gran Premio più atteso dagli amanti dei motori del Bel Paese: il Gran Premio d’Italia Oakley, che si è tenuto il 30 maggio sul circuito del Mugello. Il Prosecco Doc di La Gioiosa ha accompagnato le traiettorie dei piloti in pista come brindisi ufficiale di tutte e tre le categorie del motomondiale: MotoGp, Moto2 e Moto3. E presto replica a Misano Adriatico per la Superbike.

Le bollicine di Prosecco Doc La Gioiosa brindisi ufficiale al Mugello per il Gran Premio d’Italia Oakley

La Gioiosa e il più prestigioso campionato motociclistico avevano già celebrato insieme le imprese dei motociclisti più veloci al mondo in occasione del Gran Premio delle Americhe, che si è corso sul circuito di Austin (Usa) lo scorso 10 aprile. Una partnership che si rinnoverà anche in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna, che si disputerà sullo storico tracciato di Silverstone il 7 agosto. 

Il Prosecco Doc La Gioiosa è stato protagonista dell’emblematico bagno di bollicine riservato ai vincitori di giornata e a salire sul podio, per premiare i primi tre classificati del Gran Premio d’Italia Oakley, Leonardo Moretti Polegato, figlio del presidente Giancarlo, in rappresentanza della famiglia. 

Oltre che sul podio delle premiazioni, i vini de La Gioiosa sono stati degustati all’interno del MotoGp Vip Village, per offrire agli ospiti il piacere delle fresche bollicine trevigiane, in attesa dei piloti più veloci al termine della gara. Il marchio si è fatto “notare” anche sul tracciato di gara: la cartellonistica ha infatti portato a bordo pista il brand della cantina trevigiana, facendo da cornice alle accelerazioni e ai sorpassi più attesi dai tifosi e dagli appassionati.

“Siamo onorati di poter affiancare i campioni della velocità per rafforzare il legame tra La Gioiosa e la comunità internazionale dei wine lover”, il commento di Giancarlo Moretti Polegato, presidente di La Gioiosa. “I nostri vini sono presenti in 126 Paesi e un evento di grande prestigio e di avvincente spettacolo come la MotoGp ci consente di alimentare la riconoscibilità delle nostre etichette nei confronti di un pubblico sempre più globale. I valori dello sport rappresentano un veicolo d’eccellenza per promuovere il Prosecco, un vino che è diventato ambasciatore della convivialità e dello stile italiano nel mondo, nonché interprete di un territorio generoso. Il motore della passione, l’impegno orientato a raggiungere l’eccellenza e lo spirito di festa sono elementi in comune tra La Gioiosa e la MotoGp, che rendono questa sinergia un momento in cui condividere valori brindando allo spettacolo del motomondiale”.

Il Prosecco Doc La Gioiosa sul podio in MotoGp al Mugello per il Gran Premio d’Italia Oakley. Replica a Misano Adriatico per la Superbike.
Giancarlo Moretti Polegato, presidente di La Gioiosa

La Gioiosa sul podio anche della Superbike a Misano Adriatico

Oltre ai tre appuntamenti del massimo circuito motociclistico, La Gioiosa salirà a breve anche sul podio della Superbike, il più importante campionato per moto derivate di serie. 

Il Prosecco Doc della cantina trevigiana accompagnerà il rito dello spumante in occasione delle gare del Gran Premio d’Italia Oakley, che si svolgerà il 12 giugno sul circuito di Misano Adriatico, e campeggerà a bordo pista e nell’esclusiva area hospitality allestita per gli ospiti dell’evento.

La partnership rientra nella rinnovata collaborazione tra il Consorzio di tutela del Prosecco Doc e Dorna Sports per il triennio che va dal 2022 al 2024. Già dal 2019, il Prosecco Doc rappresenta il brindisi ufficiale del paddock della MotoGp, e gioca un ruolo da protagonista nei momenti di festa a chiusura dello spettacolo in pista. 

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »