https://www.banfi.it/it/
banner
  • Story

Cantine Torrevilla vista Oltrepò Pavese con la nuova Terrazza La Genisia

Dello stesso argomento

Una location panoramica sulle colline dell’Oltrepò Pavese, primo tassello per dare il via al progetto di ristrutturazione della storica cantina di Codevilla. È Terrazza La Genisia, promossa da Cantine Torrevilla e inaugurata sabato 28 maggio alla presenza delle autorità e delle istituzioni del territorio, tra cui l’onorevole Elena Lucchini, l’assessore lombardo all’Agricoltura, Fabio Rolfi, il presidente di Coldiretti Pavia, Stefano Greppi, il presidente di Legacoop Lombardia, Attilio Dadda, e il presidente di Ais Lombardia, Hosam Eldin Abou Eleyoun. Con l’orizzonte di trasformare questa nuova destinazione del vino in un vero fulcro dell’enoturismo per le colline oltrepadane, spazio di promozione dei vini La Genisia e delle eccellenze gastronomiche, naturali e culturali proprie dell’Oltrepò Pavese. 

Cantine Torrevilla, vista sull’Oltrepò Pavese con la nuova Terrazza La Genisia, un progetto per rilanciare l’enoturismo del vino a Pavia.

Un progetto per rilanciare l’enoturismo in Oltrepò Pavese: Terrazza La Genisia e il piano di rilancio di Cantine Torrevilla

È un progetto, quello di Cantine Torrevilla, realtà storica dell’Oltrepò Pavese, che punta ad una vera e proprio rinascita del territorio trainata dal vino. Da qui l’idea di creare uno spazio aperto al pubblico e dedicato completamente alla scoperta dei prodotti vitivinicoli in primis, come il Pinot Nero nelle sue svariate espressioni, ma anche delle numerose altre eccellenze: dalla mostarda di Voghera al salame di Varzi, fino ai formaggi prodotti artigianalmente.

“Il nostro obiettivo, come cantina e come realtà presente nel territorio, anche dal punto di vista sociale, è la creazione di valore. Vogliamo trainare l’Oltrepò Pavese verso un nuovo futuro che parte da radici salde formate dalle eccellenze artigianali che vengono prodotte quotidianamente e con dedizione in queste colline”, spiega Massimo Barbieri, presidente di Cantine Torrevilla. “È un progetto in partenza ma di cui andiamo profondamente fieri e che conterà sulla collaborazione di professionisti per creare una wine experience completa, dall’ottimo cibo alle attività all’aria aperta alla scoperta dei panorami unici di questo angolo meraviglioso di Lombardia”.

A fargli eco le parole dell’onorevole Elena Lucchini: “È un’opera importante, che va ad inserirsi in un programma ancora più vasto di valorizzazione del territorio. Non dimentichiamo che nel 2023 riapriranno anche le vicine Terme di Salice”. 

E l’assessore regionale all’Agricoltura, Rolfi, chiosa con un mandato bene preciso in tema di enoturismo, ma non solo: “Questo è un investimento molto importante, intelligente, aperto al futuro e alla visione corretta di Oltrepò, ovvero la valorizzazione del rapporto tra vino e territorio. Un territorio eccezionale che deve ancora crescere sul fronte dell’enoturismo: nella classifica nazionale, si colloca solo a metà graduatoria”. 

Messaggio ricevuto in Cantine Torrevilla, che ha riguardo hanno promosso un appuntamento già il prossimo 10 giugno dedicato proprio ai wine lover interessati ad andare alla scoperta dei vigneti e dei vini La Genisia al cuore dell’Oltrepò Pavese del vino, con l’evento “Pedalando al tramonto” cui è possibile partecipare prenotando con un’e-mail (hospitality@lagenisia.com).

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »