https://www.banfi.it/it/
banner
  • Story

Milano Design Week 2022: dove trovare l’installazione Perrier-Jouët

Dello stesso argomento

Le bollicine Perrier-Jouët protagoniste sotto la Madonnina alla Milano Design Week 2022. Si conferma così, ancora una volta, il legame tra il celebre Champagne e l’arte. Per celebrare la settimana più importante per il design in Italia, infatti, la Maison di Epernay porta nel capoluogo lombardo il frutto di una lunga collaborazione con lo studio di design austriaco mischer’traxler fondato dagli artisti Katharina Mischer e Thomas Traxler. L’importante ruolo giocato dalla natura per Perrier-Jouët e per i due designer si traduce nell’installazione, esposta dal 7 al 12 giugno nella suggestiva location di piazza San Marco all’interno dell’evento dOT (design Outdoor Taste), Curiosity Cloud: l’opera è una riflessione sul rapporto tra uomo e ambiente, arricchita con considerazioni sull’impatto dell’attività umana e sull’importanza della biodiversità. Composta da lampadine in vetro soffiato, racchiude in sé la bellezza e al contempo la fragilità e vulnerabilità della natura. Ogni lampadina, infatti, contiene la replica, realizzata a mano, di un insetto.

Curiosity Cloud, l’installazione Perrier-Jouët in piazza San Marco per la Milano Design Week 2022 

Da lontano, gli insetti all’interno dell’installazione Curiosity Cloud sono tranquilli e immobili. Soltanto uno o due sembrano prendere vita e i loro contenitori emettono una luce soffusa e brillante. Mentre lo spettatore incuriosito viene attirato verso di loro, altri insetti iniziano a muoversi, vorticando all’interno delle loro lampadine di vetro e con le ali svolazzanti creano un sottile paesaggio sonoro. 

Come in una camera delle meraviglie, questa installazione sensoriale rappresenta la bellezza e la diversità della natura, ma evidenzia anche la sua fragilità e vulnerabilità, suscitando riflessioni che oggi hanno una rilevanza immediata. L’utilizzo della tecnologia permette all’installazione interattiva di coinvolgere lo spettatore innescando sorpresa, intrigo e discussione.

La natura Art Nouveau secondo mischer’traxler al Fuorisalone

Per mischer’traxler, così come per Perrier-Jouët, la natura è una fonte primaria di ispirazione. Il duo di designer è particolarmente affascinato dal fatto che ogni elemento della natura, anche se piccolo o apparentemente insignificante, possiede una sua ragione e uno scopo. 

Il loro lavoro mette in luce le complesse interdipendenze reciproche dell’ecosistema che non sono sempre visibili ad occhio nudo – un equilibrio prezioso ma fragile che Perrier-Jouët si impegna a preservare nel suo terroir. 

La Maison di Champagne ha una tradizione lunga 200 anni di evoluzione in simbiosi con la natura e ha tracciato un futuro ecologicamente responsabile per i suoi vigneti e per i suoi vini, compreso un ambizioso programma per promuovere la viticoltura sostenibile e ridurre l’impatto ambientale.

Curiosity Cloud prende inoltre ispirazione dal movimento Art Nouveau, al quale la Maison Perrier-Jouët è da sempre legata. L’attenzione dei designer agli insetti, che rivelano una bellezza a volte inaspettata, fa cenno alla loro comparsa come motivo chiave nell’Art Nouveau.

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »