https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, vis-à-vis con lo Champagne

Dello stesso argomento

Bolle, terroir e stile: questo il filo conduttore che ha caratterizzato due incontri, organizzati le scorse settimane da Vinidea per conto del Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg. Condotti dall’esperta Daniela Guiducci, enologa e formatrice specializzata sui vini spumanti e la Champagne in particolare, con un contributo di Giuliano Boni, responsabile formazione Vinidea, gli appuntamenti hanno messo a confronto la realtà transalpina dello Champagne e le differenti espressioni del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg. Un vero successo di pubblico ha accolto l’iniziativa. Tanto grande è stato l’interesse, la partecipazione attenta e gli interessanti spunti di riflessione emersi, da aver spinto il Consorzio di Tutela a riprogrammare altri appuntamenti aperti nel prossimo autunno, nello specifico a ottobre.

Due vini icona a confronto: il Consorzio di tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg incontra lo Champagne in due eventi a ottobre.

Due vini icona a confronto: il Consorzio di tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg incontra lo Champagne

L’incontro tra la Champagne e le colline Patrimonio Unesco di Valdobbiadene ha portato il pubblico di wine lover, curiosi ed esperti appassionati ad approfondire due vini icona del settore vinicolo, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg e lo Champagne appunto.

Due Denominazioni apparentemente così lontane, ma ricche di possibili parallelismi. A iniziare da quello dedicato ai diversi terroir e luoghi d’origine, in cui vengono messi in risalto la complessa geologia dei suoli d’Oltralpe, il clima, i vitigni a bacca bianca e il concetto di macro-, meso- e micro- terroir in Champagne, così come per quanto riguarda la categoria Rive per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

Oppure quello che sorge inseguendo l’impronta di stile e di longevità del vino riscontrata tra Blanc de Blancs di due regioni diverse con un parallelismo che porta dritto verso l’effetto di un diverso dosaggio zuccherino (extra brut, brut e extra dry), della rifermentazione in bottiglia (col fondo), della sosta prolungata in autoclave e del “cru” per eccellenza, il Cartizze, per l’universo del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

Le date dei nuovi appuntamenti di ottobre per il vis-à-vis tra le due grandi icone enologiche saranno disponibili a breve, con tutti i dettagli per partecipare che verranno condivisi sul sito del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg.

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »