https://www.banfi.it/it/
banner
  • Trade

Masi Agricola: volano i ricavi nel primo semestre

Dello stesso argomento

banner

Prosegue la corsa di Masi Agricola. Il Consiglio di Amministrazione della società quotata nell’Euronext Growth Milan e tra i leader italiani nella produzione di vini premium ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022. E i numeri parlano di uno scenario in cui i ricavi consolidati dei primi sei mesi dell’anno registrano una crescita del 26,2% rispetto all’esercizio precedente, prevalentemente realizzata nel primo trimestre (+38,4%), ma con un secondo trimestre comunque in incremento di oltre il 15% sul controperiodo (in termini di vendite il miglior secondo trimestre dalla quotazione all’Euronext Growth Milan). 

Le performance di Masi Agricola nel primo semestre 2022: ricavi a +26,2%

Dal punto di vista geografico, si nota una buona performance dell’Italia, che aumenta di oltre 2,6 milioni di euro (+39,7%), mentre in termini percentuali è il Resto del Mondo l’area che cresce maggiormente (quasi +54%), anche grazie al Duty Free dei relativi Paesi. 

Da segnalare, all’interno degli “altri Paesi europei”, l’andamento della Russia, che – pur con uno stop nel mese di giugno, successivamente più che recuperato a luglio – ha visto il primo semestre 2022 sempre al disopra del 2021, beneficiando della maggiore stanzialità delle fasce di consumatori più high spending e di un maggiore potere di acquisto locale per effetto di un cambio euro/rublo meno penalizzante che in passato.

“Nell’insieme abbiamo avuto un primo semestre 2022 molto buono, pur con tutte le rilevanti perturbazioni in corso nel contesto macroeconomico, geopolitico e sociale, che pongono alcuni seri interrogativi sul futuro”, sottolinea Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola. “Noi continueremo a lavorare applicando la nostra strategia di medio-lungo termine e in tal senso è emblematica la prossima celebrazione della 250esimo vendemmia dei Boscaini al Vaio dei Masi: la storia di un connubio inscindibile, alimentata attraverso quell’impegno mirato a crescere a passo d’uomo che, nel corso dei secoli, ha fatto superare asperità anche più sfidanti delle odierne”.

Tra gli altri indicatori di salute della realtà guidata dalla famiglia Boscaini, si segnala innanzitutto un’Ebitda che migliora da euro 5.407 migliaia a euro 8.449 migliaia, con Ebitda margin pari al 22,9%: il margine industriale lordo passa da euro 18.770 migliaia a euro 22.498 migliaia, con una riduzione percentuale (da 64,1% a 60,9%) ascrivibile essenzialmente a maggiori costi di prodotto per effetto del generale incremento dei costi delle materie prime.

I ricavi netti si attestano a 36,9 milioni di euro (+26,2% vs 29,3 milioni di euro nel primo semestre 2021), l’utile netto è di 4,1 milioni di euro (2,1 milioni di euro nel primo semestre 2021) e l’indebitamento finanziario netto sale a 4 milioni di euro (2,7 mln di euro al 31 dicembre 2021 e 6,3 mln di euro al 30 giugno 2021).

Le performance di Masi Agricola nel primo semestre 2022: volano i ricavi con una crescita del 26,2% rispetto all’esercizio precedente.
banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »