https://www.banfi.it/it/
banner
  • Collection

Vino & Design punta sul talento giovane col Taurasi di Masseria Della Porta

Dello stesso argomento

banner

Fucina di talenti e brand che sa stupire grazie a proposte inedite e ricercate, Vino & Design ha scelto di mettere in luce il talento inaspettato di un giovane produttore campano, introducendo a catalogo il maestoso Taurasi etichetta Quattro Cerri by Montemiletto di Masseria Della Porta. Si arricchisce di un altro gioiello la proposta di vini provenienti dalle più prestigiose produzioni del mondo firmata dalla realtà reggiana, punto di riferimento tra i distributori vitivinicoli italiani del settore Horeca, nonché delle migliori enoteche e di tutti i ristoranti stellati del Belpaese. Per un’eccellenza vitivinicola che farà parlare molto di sé.

Il Taurasi etichetta Quattro Cerri by Montemiletto di Masseria Della Porta fa il suo ingresso nel catalogo Vino & Design

A fare il suo ingresso nel portfolio Vino & Design è il Taurasi etichetta Quattro Cerri by Montemiletto di Masseria Della Porta. La realtà reggiana, nata dall’intuizione di Dick ten Voorde, conferma la propria vocazione alla scoperta di proposte di grandissimo valore, al punto da essere tra i membri della Società Excellence, con l’imprenditore e sommelier olandese, figlio d’arte e grande appassionato di vini, che così commenta l’ultimo ingresso: 

“Da sempre ciò che orienta la nostra mission è la ricerca e la selezione di aziende che prediligono la qualità rispetto ai volumi e sono in grado di offrire un prodotto che con fedeltà rispecchia e racconta il territorio di provenienza”.

Una scoperta, quest’ultima, che nasce dall’incontro tra Gianni Fabrizio, curatore della Guida Gambero Rosso, Antonio Paolini, curatore Guida Ristoranti Gambero Rosso, Francesco Saverio Russo, divulgatore enologico, e Massimo Maccianti, direttore vendite di Vino & Design, sfidati a trovare un talento che, nonostante la giovane età, promettesse di diventare in prospettiva un produttore di grande spessore. 

Lo trovano a Montemiletto, in provincia di Avellino, alla Masseria Della Porta, piccola azienda agricola che produce da 3,2 ettari 1.000 bottiglie di Aglianico Doc e altre 1.000 di Taurasi Docg, intorno ai 400 m di altitudine, nel cuore della verde Irpinia. A guidarla è Achille Della Porta, produttore che con l’obiettivo di tutelare la biodiversità territoriale e con la consapevolezza di ottenere prodotti che possano toccare l’anima delle persone, presenta il Taurasi etichetta Quattro Cerri. 

L’assaggio evidenzia da subito un vino che ha un carattere autentico, una giusta densità al palato, tannini e acidità ben marcati che sono i segni distintivi della zona fredda nonostante sia a Sud, dando vita a caratteri distintivi ben amalgamati, con una struttura degna e con una pienezza di polpa che in pratica va a bilanciare tannini e acidità.

Taurasi Docg Quattro Cerri by Montemiletto 2017 Masseria Della Porta

“L’espressività del Taurasi Quattro Cerri 2017 vanta grande attinenza territoriale e spiccata identità varietale”, spiega Francesco Saverio Russo. “Eppure, nonostante l’annata difficile, ciò che caratterizza e distingue il vino di Achille è la capacità di coniugare aspetti agronomici ed enologici della tradizione alla più luminosa contemporaneità in termini di dinamica di beva. Un Taurasi d’antàn al naso, scuro, profondo e intrigante ma con un sorso capace di saltare a piè pari gli ostacoli tannici e la poca compostezza dei Taurasi classici nelle loro prime fasi dall’immissione sul mercato. Quello di Achille è un Taurasi che, nonostante l’importanza della materia e della tessitura, si lascia bere con grande piacere e non si nega con austerità, bensì tende a concedersi dopo qualche attimo nel calice con garbo ed armonia”. E Gianni Fabrizio gli fa eco, spiegando: “Questo è un grande vino anche senza un abbinamento, ma è un vino molto adatto anche alla tavola. Sicuramente non è un vino da aperitivo, considerando l’alcolicità e la struttura tannica importante. È un eccellente vino da sera, eventualmente anche da fuori pasto o per accompagnare carni arrostite, piuttosto che arrosti o primi piatti della cucina tradizionale della zona, tendenzialmente più piatti bianchi e non a base pomodoro”.

Vino & Design punta su un nuovo talento con il Taurasi di Masseria Della Porta, che entra a catalogo del distributore Horeca reggiano.
banner
BANNER
BANNER

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »