https://www.banfi.it/it/
banner
  • Collection

Grillo: tre interpretazioni da provare per gustare un sorso di Sicilia

Dello stesso argomento

BANNER

I colori e i profumi della Sicilia in tre etichette da scoprire. Parliamo di Grillo, varietà indigena e vigorosa, simbolo della viticoltura isolana. Un’uva che per propria natura si esprime con note e sensazioni che richiamano la sua terra d’appartenenza. In vigna si rivela con grappoli generosi, dal chicco grosso e dal colore giallo dorato, con una buccia spessa e consistente, capaci di catturare la bellezza delle giornate calde e assolate che contraddistinguono la Sicilia. Nel calice, poi, questo vino bianco perfetto per l’estate ripropone la ricchezza dei profumi della macchia mediterranea, dei fiori e degli agrumi che portano alla mente le campagne siciliane con sensazioni avvolgenti e al tempo stesso rinfrescanti. Ecco le tre interpretazioni di Settesoli.

Un vino bianco che ama l’estate: le tre etichette di Settesoli per scoprire il Grillo

Innumerevoli sono comunque le varianti che viene ad assumere in bottiglia il Grillo. La scelta di Settesoli, comunità che mette insieme 2.000 viticoltori, ruota attorno a tre etichette, tutte certificate 100% Vegan, che presentano altrettante interpretazioni, ognuna con caratteri e sfumature diverse frutto dei colori e dei profumi di questo angolo di Mediterraneo, declinati con un’impronta classica, biologica e internazionale.

Grillo Sicilia Doc Settesoli

Intenso come il sole di Sicilia, questo Grillo ha origine da terreni a medio impasto. La fermentazione e l’affinamento avvengono in silos di acciaio a temperatura controllata. Successivamente il vino riposa in bottiglia per tre mesi. Il Grillo Settesoli custodisce la fragranza e l’armonia della sua terra: intenso e minerale, presenta un colore giallo carico dai riflessi verdolini che regala intensi sentori di agrumi, miele e zagara. Per un’etichetta che sprigiona il carattere, la fragranza e l’energia di Sicilia, ideale per accompagnare piatti di verdure, fritture di pesce e pollo alle mandorle.

Grillo, tre interpretazioni da provare per gustare un sorso d'estate di Sicilia: classico, biologico, internazionale il vino bianco per Settesoli.
Grillo Sicilia Doc Bio Settesoli

Naturalmente siciliano, questo vino mostra il lato elegante e rinfrescante della varietà autoctona isolana. I vigneti da cui nasce, crescono su terreni sabbioso calcarei che permettono di dare forma a produzioni dagli aromi intensi e complessi, impreziositi da mineralità. Nel processo di vinificazione e durante tutto il processo produttivo non vengono utilizzate sostanze di origine animale. Dopo la fermentazione e la maturazione in silos di acciaio, il vino affina in bottiglia per tre mesi. Per un Grillio biologico fresco e minerale, dal colore giallo carico con riflessi verdolini. All’assaggio sprigiona delicate note di mela bianca, zagara e miele. Consigliato in abbinamento a piatti a base di carni bianche, crostacei e verdure.

Grillo, tre interpretazioni da provare per gustare un sorso d'estate di Sicilia: classico, biologico, internazionale il vino bianco per Settesoli.
Grillo - Chardonnay Sicilia Doc Settesoli Collezione

Radicati in Sicilia ma aperti al mondo. Con questo spirito Settesoli ha creato i blend della linea Collezione che uniscono le varietà autoctone dell’isola ai grandi vitigni internazionali. Il Settesoli Collezione Grillo-Chardonnay nasce dalla selezione dei migliori vigneti dedicati alle due varietà. Dopo una maturazione lenta e costante, le uve sono state vendemmiate in periodi differenti. La fermentazione avviene in silos di acciaio a temperatura controllata, come l’affinamento poi completato in bottiglia per almeno quattro mesi. Freschezza e mineralità caratterizzano il blend, che incanta con le sue intriganti note di agrumi, miele e papaya. Perfetto con risotti alla marinara, crudités di pesce e formaggi freschi.

Grillo, tre interpretazioni da provare per gustare un sorso d'estate di Sicilia: classico, biologico, internazionale il vino bianco per Settesoli.
banner
BANNER
BANNER

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »