https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi

Greve in Chianti: come partecipare alla cena sotto le stelle coi Viticoltori il 1° settembre

Dello stesso argomento

banner

I Viticoltori di Greve in Chianti scendono in piazza. E sarà un’occupazione gioiosa la loro, con il patrocinio del Comune di Greve in Chianti, che andrà in scena il prossimo giovedì 1° settembre in una delle destinazioni simbolo del Gallo Nero. In occasione del ciclo di iniziative “Aspettando l’Expo”, nel fine settimana che precede il 50esimo anniversario dell’Expo del Chianti Classico, appuntamento per tutti gli amanti della Toscana del vino più autentica a Greve in Chianti (Firenze) per una cena sotto le stelle aperta anche ai wine lover dopo un’intesa giornata di formazione pensata per gli operatori.

Viticoltori di Greve in Chianti: una cena sotto le stelle preview del 50esimo anniversario dell’Expo del Gallo Nero

Lo scorso nano, i Viticoltori di Greve in Chianti si sono riuniti in una associazione di produttori del territorio che oggi conta 32 aziende e, durante l’evento di presentazione della loro attività nel novembre 2021, hanno raccontato la propria mission: promuovere l’intero territorio grevigiano, tutelando le aziende vitivinicole associate, favorendo lo sviluppo della sostenibilità valorizzando il territorio,  riqualificando le aree distoniche, incrementando l’enoturismo e dando spazio alle produzioni agricole che ne favoriscono la biodiversità. 

Proprio in questa direzione di promozione di una filosofia e di valorizzazione si muove la giornata del prossimo 1° settembre, preview del 50esimo anniversario dell’Expo del Chianti Classico.

Greve in Chianti: come partecipare alla cena sotto le stelle coi Viticoltori il 1° settembre, preview dei 50 anni dell’Expo del Gallo Nero.
I Viticoltori di Greve in Chianti

Alle ore 20 presso piazza Matteotti, la principale di Greve in Chianti, sarà allestita al cuore del paese una cena sotto le stelle, preceduta da un aperitivo in piedi, dove gli ospiti avranno l’occasione di confrontarsi con i Viticoltori di Greve in Chianti.

L’aperitivo e la cena saranno in piccola parte aperti al pubblico, con possibilità di acquistare il biglietto per partecipare all’esclusivo evento al prezzo di 120 euro per persona, con il ticket che sarà comprensivo della cena seduta e servita con un menù di quattro portate, oltre alla possibilità di assaggiare tutti i 38 vini in degustazione presenti durante la serata e che saranno serviti dai sommelier della Fisar di Firenze. 

140 gli ospiti attesi in piazza. Con i biglietti disponibili per il grande pubblicano che sono limitati: per prenotare il proprio posto è necessario accedere al link dedicato sul sito dell’associazione dei Viticoltori di Greve in Chianti.

Il programma della masterclass con Alessandro Masnaghetti sulle Uga del Chianti Classico 

Allo scopo di promuovere e far conoscere in maniera sempre più ampia e capillare la propria attività, l’associazione ha organizzato nel pomeriggio di giovedì 1° settembre anche un evento su invito, riservato a stampa e ospiti selezionati. 

Inserito nell’ambito del ciclo di iniziative “Aspettando l’Expo”, avrà inizio alle ore 17 con una masterclass su invito condotta dal grande esperto del territorio del Chianti Classico (e non solo), Alessandro Masnaghetti, editore di Enogea, con la quale ha pubblicato numerosi volumi su alcune delle più importanti zone vinicole italiane: Barolo Mga e Barbaresco Mga, solo per citarne alcune.

Masnaghetti sta inoltre per presentare l’Atlante del Chianti Classico: il primo libro al mondo dedicato esclusivamente al territorio del Gallo Nero, ai suoi comuni, ai suoi vigneti e alle sue Unità Geografiche Aggiuntive (Uga). 

La masterclass, in scena presso la storica Enoteca Falorni, permetterà di conoscere in modo più approfondito le peculiarità e differenze del vasto territorio del Comune di Greve in Chianti attraverso i vini in degustazione, ciascuno proveniente da una diversa zona e azienda dell’Associazione dei Viticoltori di Greve.

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »