https://www.banfi.it/it/
banner
  • Eventi

Milano Wine Week 2022 porterà il vino “sulla luna”? Programma e novità

Dello stesso argomento

Anno cinque: tanto è stato fatto, ancora molto lo deve essere. Idee che nel corso di questo quinquennio hanno funzionato. Esperimenti che, all’opposto, è stato bene porre da parte. Alti e bassi di una manifestazione. Ma una strada tracciata che oggi introduce nuovi format rivolti agli operatori del settore e a un pubblico di consumatori sempre più ampio per una kermesse per cui è tempo di cambiare marcia. Ritorna Milano Wine Week. E lo fa con una manifestazione diffusa che animerà il capoluogo lombardo dall’8 al 16 ottobre prossimi. Edizione 2022 per l’evento nato per portare il vino “sulla luna”, come ha Riccardo Ricci Curbastro, presidente Equalitas, citando l’anniversario di uno dei più celebri discorsi del 1962 di John F. Kennedy. E oggi, come ribadito nel corso della presentazione ufficiale a Palazzo Castiglioni di ieri, Milano Wine Week è a un nuovo banco di prova per rispondere a nuove sfide a fronte di un approccio progettuale nei confronti del consumatore finale che è mutato. L’obiettivo: parlare al grande pubblico e creare nuove occasioni di business attraverso la lente di una grande metropoli. All’insegna del vino, “con Milano intorno”, come recita la nuova campagna di lancio di Milano Wine Week 2022.

La forza di Milano Wine Week: Haier Europe e Carrefour Italia nuovi sponsor

“La forza di Milano Wine Week è che è a Milano”, ha giustamente esordito nel suo intervento Gian Marco Centinaio, sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali, uno dei sostenitori con Casa Mipaaf del più grande evento non-fieristico d’Italia dedicato alla promozione, al racconto e all’esperienza del vino. “Qui si cambiano stili e mode”, ha proseguito il rappresentante del governo. “In un mondo come quello del vino sempre considerato una nicchia, affacciarsi a Milano significa rivolgersi a tutti avendo una visione moderna e legata al futuro, creando un incontro anche con i più giovani, che sono alla ricerca di qualità e territorialità. Dobbiamo far conoscere meglio il vino e mi piace l’abbinamento in settori che nulla hanno a che fare con questo mondo per attirare attraverso le contaminazioni con l’universo del non alimentare un pubblico dai differenti e sempre più larghi orizzonti”.

E proprio questo testimoniano a Milano Wine Week 2022 il supporto all’iniziativa dei nuovi main sponsor dell’evento: Haier Europe e Carrefour Italia. 

Un evento in cui protagonisti dell’appuntamento saranno soprattutto Consorzi del vino e organizzazioni da tutta Italia, che animeranno un’edizione 2022 che si annuncia caratterizzata da un format dall’approccio fortemente immersivo, improntato all’avvicinamento dei consumatori tramite esperienze e attività coinvolgenti, dalle degustazioni ai workshop, dagli eventi speciali alle challenge che vivranno sull’app di MWW e permetteranno ai partecipanti di accedere a speciali promozioni e reward. 

Una ricetta che è definita un “importante ritorno alla vocazione originale della manifestazione”, con l’obiettivo di coinvolgere i più noti quartieri del panorama cittadino, i sei Wine District, che andranno a completare un’esperienza che ruoterà attorno alle direttrici della storica sede di Palazzo Bovara, quest’anno polo di riferimento nell’ambito business, e della “new entry” di Palazzo Serbelloni, hub per le principali iniziative rivolte al pubblico di consumatori.

Il Programma e le novità di Milano Wine Week 2022: tutti gli eventi, i Wine District, gli aperitivi, i tasting e le location del vino.
Palazzo Bovara

Parla Federico Gordini, presidente di MWW Group

“Questa quinta edizione è frutto dell’evoluzione di un format che ha saputo far fronte a scenari in continuo cambiamento: la sfida è stata quella di rinnovarsi, offrendo sempre nuove iniziative e opportunità ai player del settore che troveranno anche quest’anno un contenitore dinamico, al passo con le esigenze di un mercato in mutamento”, spiega Federico Gordini, presidente di MWW Group, l’organizzazione che cura l’evento. 

“Il contributo di Ice-Maeci ha favorito l’incoming di operatori esteri, dando ancor più la possibilità alle imprese e ai consorzi italiani di offrire visibilità e dare valore all’alta qualità dei loro prodotti, durante momenti di scambio e speciali masterclass. Al lato trade della manifestazione si affianca un ricco calendario di appuntamenti dedicati al pubblico: gli amanti del vino anche quest’anno potranno partecipare a degustazioni e aperitivi, ma anche accreditarsi a nuovi eventi speciali, ancora più immersivi e innovativi”. 

“Desideriamo che il linguaggio del mondo del vino diventi sempre più fruibile per il pubblico; facilitare la comunicazione permetterà anche ai meno esperti di apprezzare tutte le sfumature di un buon calice”.

Il Programma e le novità di Milano Wine Week 2022: tutti gli eventi, i Wine District, gli aperitivi, i tasting e le location del vino.
Federico Gordini

Il programma di Milano Wine Week 2022: tutti gli eventi e i Wine District

Il palinsesto di Milano Wine Week 2022 coinvolgerà tutta la città con degustazioni, speciali appuntamenti tematici, concerti, e molto altro ancora. Palazzo Serbelloni, nuova sede della manifestazione, accoglierà nella propria grande corte il MWW Dome che ospiterà workshop, eventi di intrattenimento, talk, aperitivi. Anche l’Enoteca di Milano Wine Week occuperà uno spazio della Wine Court, con una grande area dedicata al tasting dove sarà possibile degustare un’ampia gamma di referenze con il supporto di sommelier ed esperti, e interagire in prima persona con i produttori presenti al Tavolo dei Vignaioli. Allestita inoltre, nella stessa location, Casa Mipaaf, una tensostruttura presieduta dal Ministero delle Politiche Agricole, alimentari e forestali.

Tornano i Wine District, sei per questa nuova edizione. Nati come presidi dei Consorzi, animeranno la città nei luoghi di maggior interesse. 

  • Sempione-Arco della Pace: Consorzio dell’Asti Spumante e Moscato d’Asti Docg District 
  • Brera: Consorzio di Tutela Lugana DOC District
  • Porta Venezia: Medways District
  • Navigli: Chianti Lovers District
  • Porta Romana: Colli di Parma Wine District
  • Eustachi-Plinio: Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
Il Programma e le novità di Milano Wine Week 2022: tutti gli eventi, i Wine District, gli aperitivi, i tasting e le location del vino.

Un’opportunità esclusiva che riunisce sotto un unico progetto i quartieri iconici di Milano, dove i cittadini potranno scoprire una moltitudine di iniziative dedicate, tra installazioni, eventi immersivi e walk around tasting, oltre che una serie di Cene con il Produttore in programma in alcuni quartieri. Coinvolti anche i locali dei distretti, che proporranno durante la manifestazione esperienze variegate e interattive.

Sul lato business, il programma di Milano Wine Week 2022 mira come da tradizione ormai consolidata a coinvolgere operatori italiani e internazionali che avranno la possibilità di raggiungere mercati chiave per l’export vinicolo nel mondo. A Palazzo Bovara, saranno oltre 50 gli appuntamenti di degustazione in programma, e otte le città internazionali coinvolte in sei mercati-chiave con dirette: New York, Houston, Chicago, Toronto, Londra, Shenzhen, Tokyo e Hong Kong.

Il Programma e le novità di Milano Wine Week 2022: tutti gli eventi, i Wine District, gli aperitivi, i tasting e le location del vino.

Tornano gli MWW Awards il 10 ottobre, con la loro seconda edizione, dove a essere premiate saranno le migliori selezioni vinicole d’Italia sia nel settore della somministrazione, con il “Premio Carta Vini”, sia in quello della distribuzione, con il “Premio Wine Retail”. I riconoscimenti – coordinati da Irene Forni e assegnati da una giuria d’eccezione presieduta da Andrea Grignaffini – verranno consegnati nell’ambito di una serata di gala che sarà anticipata dalla presentazione della ricerca condotta dal Centro Studi Fipe sul vino in ristorazione.

Aperitivi, tasting e location di Milano Wine Week 2022

Numerosi gli eventi in calendario organizzati all’interno e fuori dal Palazzo, tra walk around tasting, talk, conferenze, workshop, aperitivi e cene con i produttori. Proprio l’aperitivo come rituale di consumo sarà un nuovo focus della manifestazione, con speciali appuntamenti realizzati in collaborazione con tre aziende supporter di Milano Wine Week 2022: Masottina, Leone Alato e Cuvage. 

A Palazzo Serbelloni, poi, la nuova edizione degli eventi di approfondimento promossi sotto l’egida dei Forum di Milano Wine Week, che quest’anno ritornano con un format rinnovato, più dinamico e coinvolgente: il Wine Generation Forum e il convegno Habitat – Wine Sustainability Forum il 13 ottobre.

Tra gli appuntamenti istituzionali previsti al n.51 di Corso Venezia, anche i convegni di Equalitas il 14 ottobre e del Cervim il 16 ottobre.

E per il grande pubblico saranno tantissime le occasioni speciali dedicate. Tra le numerose attività in programma, sempre a Palazzo Serbelloni un’inedita Wine Escape Room, in collaborazione con Winelivery. E poi l’appuntamento con “Champions Wine”, evento speciale in occasione match in programma il 12 ottobre tra Inter e Barcellona che proporrà un nuovo modo di raccontare il vino in accostamento a una partita di calcio. Poi due appuntamenti in collaborazione con il Touring Club: la degustazione per i 20 anni della sua Guida il 10 ottobre e il tasting di oltre 200 vini selezionati dalla Guida Vinibuoni d’Italia. Tra le occasioni esclusive, il 14 ottobre andrà in scena una  nuova serata speciale dedicata al prestigioso Milano Wine Club, a più di due anni dall’ultimo appuntamento, mentre chiuderà il palinsesto settimanale, domenica 16 ottobre, “Milano Wine List”: la top 100 dei sommelier dell’alta ristorazione, con il coinvolgimento di alcuni dei più importanti nomi del fine dining milanese. 

Si rinnova anche quest’anno la partnership con Slow Wine, che ha scelto ancora la Milano Wine Week per presentare la nuova edizione dell’omonima Guida l’8 ottobre alle ore 10,30 presso il Blue Noet, offrendo l’occasione di degustare le etichette selezionate grazie a un grande banco d’assaggio, ospitato nel pomeriggio a Superstudio. 

Saranno centinaia – oltre 300 – anche le etichette disponibili per la degustazione dell’evento Wine Cube di Partesa, in programma il 10 e 11 ottobre presso lo Spazio Antologico di via Mecenate. 

Mentre tra le proposte in città, si segnalano la Wine Boat del Consorzio Chianti, in partenza tutti i giorni dal molo del Naviglio Grande, e il Wine Bus, un double-decker per tasting itineranti che porterà il pubblico tra i luoghi più significativi della metropoli. 

Il 14 e 15 ottobre, in Piazza Città di Lombardia, la manifestazione nella manifestazione con Calici Urbani a proporre una due giorni all’insegna del vino, dell’arte, del buon cibo e della musica per tutta la famiglia, con prodotti  provenienti da diverse aree geografiche d’Italia, affiancati da una selezione di Street Food. 

Il 16 ottobre, invece, appuntamento con la Marathon Cantina Urbana, iniziativa che invita il pubblico a visitare tutte le location dell’insegna per accedere a uno speciale wine party. 

Infine, tanti eventi ad hoc scanditi nel corso della manifestazione tra Blue Note, la libreria Hoepli, Eataly Milano Smeraldo e i punti vendita Signorvino.

A dare il via a tutto questo, ritorna in presenza il brindisi inaugurale di Milano Wine Week, realizzato in collaborazione con Prosecco Doc, che animerà il CityLife Shopping District con un grande momento di celebrazione collettivo.

I biglietti per accedere alle diverse iniziative della manifestazione saranno disponibili per l’acquisto esclusivamente tramite l’app di Fever – la principale piattaforma globale per la bigliettazione di eventi dal vivo – dal giorno 25 settembre.

banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »