https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • Story

Serena Wines 1881 conferma il suo amore per le bollicine audaci

Dello stesso argomento

banner

Bollicine audaci. Sott’acqua dal golfo di Trieste o sulle vocate colline Patrimonio Unesco di Valdobbiadene. Fino a un orizzonte che si spinge Oltralpe, grazie a un progetto che si consolida dopo aver condotto una storica famiglia veneta del vino al cuore della patria più celebrata per le bollicine stesse: la Champagne. Il 2022 conferma Serena Wines 1881 tra i “grandi” del vino italiano. Ma non solo. Il traguardo dei primi 140 anni di storia è ormai alle spalle, ma i numeri rimangono a raccontare di una scalata che non intende arrestarsi. E che oggi viene rilanciata ancora una volta in maniera spumeggiante, insistendo lungo la via della qualità. Con scelte fuori dagli schemi, che conducono alle profondità del mare in cui matura il Prosecco Audace Underwater e al volto nobile di Champagne De Vilmont, senza però dimenticare casa, con la Valdobbiadene di Ville d’Arfanta. Serena Wines 1881 è un’azienda familiare che lungo cinque generazioni ha saputo affinare la propria expertise nel settore vinicolo. Lo ha fatto attorno alle bollicine, a iniziare da quelle del sistema Prosecco, che ne sanciscono il forte legame con il territorio di Conegliano e la tradizione legata alla produzione e coltivazione delle sue uve. Tradizione e territorio, d’altronde, sono due dei valori cardine di Serena Wines 1881, che oggi sono abbinati a quello della sostenibilità, tema centrale per qualsiasi azienda, ma ancor più per una realtà che da sempre si adopera per un futuro migliore. A dimostrarlo un nuovo traguardo tagliato da sole poche settimane, con l’arrivo della certificazione Equalitas a ribadire il presente e a delineare un futuro sostenibile. Ma precursore ad annunciare la particolare attenzione agli aspetti ambientali, economici e sociali, il lancio questa primavera della linea in edizione speciale dedicata ad Obiettivo 3, centro di ascolto per atleti disabili fondato da Alex Zanardi: un Prosecco Doc Treviso millesimato e un Prosecco Doc Rosé millesimato presentati in un packaging gioiello, parte della cui vendita aiuterà l’associazione benefica e proposte per le prossime feste natalizie in un cofanetto trendy. Ma le novità di questo 2022 targato Serena Wines 1881 non si arrestano qui.

Da Obiettivo 3 ad Audace Underwater Wine: il 2022 delle bollicine Serena Wines 1881

Ancora più recente rispetto al lancio della linea in edizione speciale dedicata ad Obiettivo 3, il battesimo di Audace Underwater Wine. 6492 bottiglie di Prosecco Doc Trieste millesimato nate dall’incontro tra due famiglie di amici storicamente dediti alla produzione di vino: Parovel e Serena. Underwater Wine rappresenta in realtà un sogno territoriale: affinare per più di quattro mesi il Prosecco Doc Trieste nel suo Golfo, utilizzando l’esperienza di un grande gruppo come Serena Wines 1881 e l’estro di una azienda del Carso come Parovel vigneti oliveti 1898. Ha preso così vita un prodotto da collezionisti ed estimatori, che con molto orgoglio vede coinvolta l’azienda di Conegliano.

“Un segno di legame e collaborazione tra le due regioni limitrofe, che sulla denominazione Prosecco devono fare squadra”, spiega Luca Serena, oggi alla guida dell’azienda, forte della sua quinta generazione.

Dalla Champagne alle colline di Valdobbiadene, da Obiettivo 3 ad Audace Underwater Wine: il 2022 delle bollicine Serena Wines 1881.

Dalla Champagne alle colline di Valdobbiadene: i sogni 2023 e un nuovo direttore vendite

Ma il nome della famiglia Serena è associato non solo alle bollicine più bevute al mondo. Rimanda anche a De Vilmont, un marchio di Champagne, che la riveste da una ventina d’anni del duplice ruolo di ambasciatori delle bolle d’Italia e di Francia. “Siamo protagonisti nel mondo con le due icone più riconosciute quando si parla di spumanti”, sottolinea Luca Serena.

“Per lo Charmat, con il Prosecco e il suo territorio che amiamo, per il Metodo Classico con lo Champagne, dove la lungimiranza di essere stati i primi ad avere un marchio di proprietà in portfolio resta motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Ma anche in questo ambito, il nostro è un approccio fondato sull’umiltà, che ci porta sempre a vendere e posizionare correttamente, soprattutto nel canale Horeca, quelli che sono i prodotti che proponiamo con marchi dedicati al canale: tanto che si parli delle bollicine e del Prosecco della linea Serena 1881, quanto delle referenze Ville D’Arfanta, il brand che fa riferimento alla tenuta nell’area del Conegliano Valdobbiadene Docg, o gli Champagne De Vilmont, cinque referenze, dal base alla cuvée prestige, che completano la gamma grazie alla passione della mia famiglia per il vino di alta qualità”.

Dalla Champagne alle colline di Valdobbiadene, da Obiettivo 3 ad Audace Underwater Wine: il 2022 delle bollicine Serena Wines 1881.

È proprio verso la direzione della più alta qualità si muove anche il progetto Ville d’Arfanta, il brand destinato alla ristorazione e alle enoteche, legato alla tenuta ubicata nel contesto delle colline di Valdobbiadene, celebrate Patrimonio Unesco per la loro bellezza e unicità. Entrata a far parte delle proprietà della famiglia Serena in virtù di un’acquisizione che risale al 2005, finora era riservata all’accoglienza di eventi familiari, cene su invito e per ospitare nella foresteria i clienti dell’azienda. Oggi ha aperto le sue porte a tutti, per far vivere agli appassionati nuove experience tra i vigneti, a piedi o in e-bike, e immersione nella natura.

“Abbiamo deciso di aprire le porte di questa tenuta che per la nostra famiglia rappresenta un luogo speciale”, spiega Luca Serena, “per il piacere di poterla condividere con i nostri clienti, i nostri estimatori e tutti coloro che apprezzano il lusso delle cose autentiche.  Con questa iniziativa ci apriamo a una nuova avventura, l’arte dell’ospitalità”.

Dalla Champagne alle colline di Valdobbiadene, da Obiettivo 3 ad Audace Underwater Wine: il 2022 delle bollicine Serena Wines 1881.

Per il 2023, poi, i progetti nel cassetto sono ancora tanti. Quel che è certo, in tema di prodotti, è il prossimo arrivo di un Brut Nature, mentre in tema packaging una sorpresa è attesa il prossimo anno. Oggi, l’ultima novità è dettata dall’assunzione del nuovo direttore vendite per il mercato Italia: Riccardo Vicini. “Un ruolo rivestito negli ultimi decenni da Danilo Cisotto, storico direttore commerciale che per Serena Wines 1881 ha fatto tanto e a cui va la gratitudine di tutta l’azienda”, tiene a concludere Luca Serena.

banner
BANNER
banner
BANNER