https://www.banfi.it/it/
BANNER
  • Eventi

Villa Sandi celebra l’abbinamento musica e vino

Dello stesso argomento

banner

Musica e vino: un connubio celebrato nella splendida scenografia di Villa Sandi, cornice di quello che è stato un evento che ha unito il racconto delle storie di chi ogni giorno s’impegna in vigna con le note dei più celebri musicisti classici. A fare da trait d’union in questo speciale abbinamento, il vino della cantina veneta, accompagnato dalle parole di Luciano Ferraro e dai brani al pianoforte del maestro Guido Zaccagnini.

Un evento che celebra l’incontro tra musica e vino a Villa Sandi: lo speciale abbinamento

Fra racconto e brani al pianoforte, a Villa Sandi, Luciano Ferraro, vicedirettore del Corriere della Sera, ed il maestro Guido Zaccagnini hanno duettato sul rapporto fra vino e musica.

La celebre cantina veneta, da poco eletta nello speciale novero delle 100 destinazioni vitivinicole che offrono la migliore esperienza enoturistica nella quarta edizione della World’s Best Vineyards, ha fatto da cornice a una serata speciale, in cui ha riaffermato il proprio ruolo di polo culturale.

Un evento che celebra l’incontro tra musica e vino a Villa Sandi: lo speciale abbinamento con Luciano Ferraro ed il maestro Guido Zaccagnini.
Giancarlo Moretti Polegato, Luciano Ferraro, il maestro Guido Zaccagnini

Parole e musica, in un approccio leggiadro e piacevole, che ha messo in luce il rapporto con la buona tavola ed il buon vino dei compositori classici. Una prospettiva speciale, abbinamento sviluppato attraverso un dialogo che ha coinvolto Luciano Ferraro ed il maestro Guido Zaccagnini, fra rimandi dalla Guida “I migliori 100 Vini e Vignaioli d’ Italia”, scritta dalla penna del Corriere insieme a Luca Gardini, ed il volume “Una storia dilettevole della musica”, opera del musicista e docente universitario di Storia della musica.

Villa Sandi, sede delle attività vitivinicole della famiglia Moretti Polegato, ma anche di convegni, seminari ed eventi legati al mondo del vino riconferma la propria centralità, in una moderna rivisitazione di quello che fu l’antico ruolo delle ville venete, centro di governo delle proprietà terriere che si sviluppavano intorno e sede di convivi e cenacoli artistici.

Non a caso, la speciale graduatoria delle World’s Best Vineyards l’ha inserita come unica destinazione del vino in Veneto tra le mete dove vivere la migliore esperienza enoturistica.

“Entrare a far parte di un club globale così prestigioso rappresenta per noi un riconoscimento prezioso che premia anni di lavoro nell’ottica di promuovere il valore dell’accoglienza non solo nella nostra realtà produttiva ma nel territorio che ci ospita”, commenta il presidente Giancarlo Moretti Polegato. 

“Legati alla storia di queste terre generose ma con lo sguardo rivolto ad orizzonti più ampi, abbiamo creduto e investito nella valorizzazione del Prosecco promuovendo nel mondo ancor prima di un vino i suoi luoghi, facendone una delle principali mete del turismo del vino. Crediamo che proprio il vino sia un veicolo d’eccellenza per condividere un patrimonio di bellezze, di natura e di sapori che ci impegniamo a custodire attraverso il nostro lavoro quotidiano”.

banner
BANNER
banner
BANNER