• Trade

L’ottima annata del Gruppo Meregalli

BANNER

Un’ottima annata, di quelle da ricordare, proprio come per i grandi vini che distribuisce. Il 2022 si è chiuso con una forte crescita per Gruppo Meregalli, che ha superato la performance 2021, già anno record in termini di fatturato. I 12 mesi precedenti rappresentavano un traguardo da raggiungere per la realtà distributiva di vini e spirits, ma invece è stato superato. D’altronde i record servono proprio per poter fissare ancora più in alto l’asticella, come è nuovamente successo. Ecco allora quali sono stati i risultati 2022 del Gruppo Meregalli in termini di giro d’affari e quali le novità con cui intende rilanciare nel 2023, a iniziare dall’apertura delle porte di Duomo 18.

Il fatturato del Gruppo Meregalli supera quota 92 milioni di euro

Il Gruppo Meregalli ha mandato in archivio un nuovo anno da record grazie a un fatturato totale pari a 92.089.000 euro, a fronte di un +14,16% rispetto all’anno precedente.

Nello specifico, per la distribuzione sul mercato italiano Meregalli Wines ha messo a segno un aumento del 10,7%, Meregalli Spirits del +7,03% e Visconti43 del +45,22%, per un totale vendite Italia che fa segnare un +12,32%.

Le consociate estere confermano il trend made in Italy: Meregalli France e Meregalli Monaco chiudono con un aumento del fatturato del 28,59% e Meregalli Suisse con un aumento del 4,02%.

Ma ancora più significativi sono i risultati laddove i trend vengano paragonati al 2019, anno di riferimento perché spartiacque tra un prima e un dopo che ha cambiato il mercato e le abitudini di consumo.

Fatturato Gruppo Meregalli oltre quota 92 milioni di euro. 2022 record in attesa delle novità 2023 per vini e l'apertura di Duomo 18.

La performance record sui diversi canali

Il fatturato totale del canale che la realtà di Monza indica come “mescita”, comprensivo di Ristoranti, Hotel, Bar e Catering, mette a referto una crescita del +33,56% rispetto al 2019, dove la voce Hotel registra un incremento importante del 60%. 

Ancora più ampio è il margine delle vendite “a corpo”, con un sviluppo del fatturato nel 2022 rispetto al 2019 del 40,78%. 

Interessante notare, sotto questo aspetto, come le vendite online abbiano rallentato la crescita negli ultimi 12 mesi, rispetto alle previsioni dei due anni precedenti: basti pensare che nel solo 2020 l’e-commerce era giunto a superare abbondantemente il 10%.

I vini più venduti: bianco e rosato guadagnano quote sui rossi

Tra le categorie di prodotto, i vini fermi hanno subito un incremento delle vendite dal 2019 del +21,82%, mentre la categoria bollicine chiude il 2022 con un aumento di +18,70%. 

Sempre nel 2022, il 2% della quota di mercato del vino rosso viene guadagnata da vino bianco e vino rosato, se paragonati al 2019, con questi due segmenti a segnare la maggior crescita tra i vini fermi, che superano anche la voce Champagne penalizzata dal numero ridotto di bottiglie prodotte. A guadagnare terreno grazie a questa carenza è lo Spumante, che registra un. +22,31% rispetto al 2019.

Fatturato Gruppo Meregalli oltre quota 92 milioni di euro. 2022 record in attesa delle novità 2023 per vini e l'apertura di Duomo 18.

Tra i distillati, il Gin si conferma il più ricercato nei cataloghi di Meregalli Spirits, che ha triplicato il volume di vendita dal 2019. Anche Whisky e Liquori sono due trend in crescita: nell’ultimo triennio hanno aumentano il numero di bottiglie vendute rispettivamente del 67,30% – Whisky – e del 43% – Liquori. Grappa, Calvados, Armagnac osservano invece un andamento stabile, mantenendo invariati i numeri di vendita. 

Dai dati, poi, si evincono le nuove tendenze in ambito spirits: Tequila, Sakè e Mezcal si distinguono per l’importante crescita nell’ultimo triennio. Lato soft drink le cifre aumentano dal 2019 del 48%, aumenta anche la notorietà di Fentimans, brand di fascia alta che si fa sempre più strada tra i banconi più frequentati d’Italia.

Il prezzo medio delle referenze distribuite aumenta del 15% rispetto al 2019, con Gruppo Meregalli che si conferma leader nel mercato di fascia alta grazie a una qualità sempre più elevata dei prodotti in distribuzione.

Sottolinea Marcello Meregalli, amministratore delegato di Gruppo Meregalli:

“La distribuzione è diventata imprescindibile in un mondo che richiede di condensare i costi ma al tempo stesso esige un servizio veloce ed efficiente: Gruppo Meregalli è stato e dovrà essere sempre più all’avanguardia e leader su questi valori”. 

“Gli anni di pandemia sembravano aver spostato di molto la centralità dell’uomo verso la sola tecnologia: con piacere possiamo affermare che per noi e per il nostro settore, l’uomo è più centrale di prima sul cosa fare, e al tempo stesso la tecnologia è diventata fondamentale sul come fare”. 

“Un connubio perfetto che sarà il focus dei nostri investimenti. Il 2023 sarà un anno che vedrà l’Italia protagonista per il turismo, nostra grande risorsa nazionale: la voglia di riprendere la vita di prima, di socialità e di ritrovarsi, farà sì che il nuovo anno sarà positivo per noi e per il nostro settore. A tutti auguro un’ottima annata 2023”. 

Le novità 2023 per Gruppo Meregalli e l’inaugurazione del nuovo Wine & Life Style Club Duomo 18

Tante sono le novità a caratterizzare questo avvio di 2023 per Gruppo Meregalli. A iniziare dal listino. Con numerosi inserimenti che spaziano in diverse regioni dell’Europa vinicola e oltre:

Marques de Riscal nel cuore della Rioja, Conte Vistarino nell’Oltrepò Pavese, Villa Matilde nella zona del Massico, La Collina dei Ciliegi in Valpantena, Borgo Maragliano nella zona della Langa Astigiana, SanSteva e Poggio dei Gorleri nel Ponente Ligure, Boroli nella terra del Barolo, Ken Forrester in Sud Africa nella selvaggia terra dello Chenin Blanc, Chassenay d’Arce nella Champagne, Maison Champy a Beaune e Anaë Gin biologico e artigianale made in France.

Altra importante novità è lo sviluppo nei prossimi mesi della partnership tra Gruppo Meregalli, La Collina dei Ciliegi e ADVini, che hanno costituito una nuova società di distribuzione con quote paritarie: AMCVini Spa. Da questa unione nasce Duomo 18 il nuovo Wine & Life Style Club in Piazza Duomo a Milano, con l’inaugurazione prevista a ridosso della prossima estate.

Fatturato Gruppo Meregalli oltre quota 92 milioni di euro. 2022 record in attesa delle novità 2023 per vini e l'apertura di Duomo 18.
Corrado Mapelli e Marcello Meregalli

Mentre tra le numerose azioni che l’azienda intende mettere in atto per migliorare e velocizzare i processi di lavoro, da citare sono: l’aumento della capacità della logistica, grazie a un nuovo sistema multipiano verticale per ottimizzare le scorte e picking con l’utilizzo di un nuovo sistema di gestione e rotazione merce; l’implementazione del Crm, per la gestione automatizzata dei contatti e operazioni quotidiane, senza tralasciare i canali di comunicazione quali stampa, eventi, social media, con l’inevitabile aggiornamento continuo che questi mezzi richiedono. 

Particolare attenzione sarà poi riservata al rapporto con la rete vendita, per la quale è stata creata una sezione dedicata sul sito internet (area riservata agenti) fruibile da tutti i dispositivi digitali, una dashboard aggiornata ad uso dell’agente per interfacciarsi con l’azienda che offre strumenti di lavoro sempre aggiornati quali, dati di vendita e amministrativi, statistiche, link rapidi, per essere informati in tempo reale.

Anche l’impegno per l’ambiente fa parte del focus per i prossimi anni: attraverso una serie di scelte mirate che coinvolgono soprattutto Tenuta Fertuna, la cantina in Maremma di proprietà di Gruppo Meregalli. Il percorso iniziato con la conversione bio, prosegue con l’installazione di pannelli solari, l’aumento della forestazione dei terreni di Tenuta Fertuna per limitare l’impatto sull’ecosistema, queste ultime sono solo alcune delle attività già in atto per favorire la biodiversità e diminuire l’inquinamento ambientale. In quest’ottica è stato ottenuto lo standard di qualità Equalitas, un certificato che attesta l’impegno della cantina in merito alle tematiche ambientali e di sostenibilità.

Chiosa Corrado Mapelli, direttore generale Gruppo Meregalli:

“Anche questo 2022 ce lo ricorderemo, è stato ancora un anno difficile, lungo e incerto, nel quale abbiamo dovuto fare i conti con situazioni che hanno colto di sorpresa ognuno di noi; siamo dunque particolarmente orgogliosi per i traguardi raggiunti, per essere riusciti a ottenere gli obbiettivi che ci eravamo prefissati, tutto ciò grazie all’impegno e alla dedizione verso una continua e costante ricerca della qualità, nei prodotti, negli uomini e nella professione”.

“Un grazie, grande e fortemente sentito, da parte di tutti noi, a tutta la nostra meravigliosa clientela: la nostra promessa è che Gruppo Meregalli continuerà a investire (tecnologia, logistica, assortimento) e a innovare (servizio, comunicazione, social), cercando quotidianamente di migliorare, con l’obiettivo di meritare ancora la vostra fiducia. Affidabilità, velocità, servizio, professionalità, garanzia e qualità: il nostro impegno non verrà mai meno”. 

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER