• Collection

Vinitaly 2023: Val D’Oca raddoppia e punta i riflettori sulle Cuvée Classiche

BANNER

Il Gruppo Cantina Produttori Valdobbiadene – Val D’Oca raddoppia il suo spazio al Vinitaly di Verona, con due stand rinnovati nell’immagine, a testimonianza dell’importante percorso di rebranding e riposizionamento che la società cooperativa, una delle più rappresentative del Prosecco Superiore di Valdobbiadene, ha intrapreso nell’ultimo anno e mezzo coinvolgendo entrambi i brand con cui è presente nel mercato: Val D’Oca, marchio esclusivo dedicato al canale Horeca, e il brand Cantina Produttori di Valdobbiadene che identifica i prodotti destinati alla distribuzione moderna.

 Val D’Oca a Vinitaly, spumeggianti innovazioni 

Il brand si è presentato all’interno del Padiglione Veneto con uno stand totalmente nuovo. Ad opera dell’architetto milanese Roberto Di Stefano, da un punto di vista iconografico il concept si nutre di segni che uniscono la tradizione del brand al percorso di innovazione che sta compiendo.

La palette di materiali e colori è silenziosa e rispettosa del prodotto, che fa bella mostra di sé in preziose teche di cristallo eleganti e raffinate, dove la bottiglia ed il marchio trovano la giusta e corretta collocazione, per attrarre e accogliere l’estimatore delle bollicine.

I materiali utilizzati per la facciata, pur mantenendo un’alta valenza estetica, sono riciclati e a basso impatto ambientale, in perfetta sintonia con l’impegno della Cantina che sta proseguendo il proprio percorso con la preparazione del terzo Bilancio di Sostenibilità.

Sotto i riflettori le 4 etichette della nuova gamma “Cuvée Classiche”, nate per esprimere al meglio l’identità del territorio, la passione dei viticoltori, l’esperienza e l’intuizione dei maestri cantinieri.

La linea rappresenta il cuore del brand Val d’Oca, il ponte ideale tra passato e futuro del marchio, un’evoluzione ancorata alla tradizione del Prosecco – grazie agli oltre settant’anni di attività della Cantina Produttori di Valdobbiadene – ma anche capace di andare incontro alle nuove tendenze di gusto e consumo contemporaneo, che vedono questo prodotto sempre più presente sulle tavole degli Italiani, non solo come aperitivo o brindisi da accompagnare al dolce, ma anche come vino da pasto da abbinare a portate che variano dalla carne al pesce. 

L’intera collezione si identifica per l’elegante e iconica bottiglia nera satinata, con etichetta e capsula in quattro varianti di colore: oro ramato per il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Millesimato Extra Dry, argento per il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Millesimato Brut, azzurro per il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Millesimato Extra Brut e rosa per il Prosecco Doc Rosé Millesimato Brut.

Prosecco

Ha debuttato in anteprima a Vinitaly anche la nuova immagine della linea Doc Collection: un Prosecco Doc Extra Dry, un Prosecco Doc Brut, un Prosecco Doc Extra Dry Millesimato e un Prosecco Doc Rosé Extra Dry Millesimato.

La gamma esalta con un’immagine gioiosa e contemporanea l’impegno dei viticoltori che lavorano nei 275 ettari di vigneto della Doc con una devozione all’alta qualità, testimoniata da scelte chiare e condivise, come quella di vendemmiare unicamente a mano tutta la Glera prodotta, anche nei luoghi che consentirebbero una più semplice e rapida raccolta meccanizzata, preservando al meglio l’integrità dei grappoli, quindi la qualità della materia prima e del prodotto finale.

Il rinnovamento riguarda anche la presenza del brand sul web: ha debuttato  sempre in questi giorni il nuovo sito , completamente rinnovato dalla creatività dello Studio Idee Materia per esaltare al meglio l’essenza del Marchio Val D’Oca.  

Cantina produttori Valdobbiadene, impresa sociale da sempre 

Fedele alla sua missione originaria, ad oltre 70 anni dall’atto di fondazione avvenuto nel 1952 ad opera di 129 agricoltori del territorio, la Cantina Produttori di Valdobbiadene mantiene saldo il suo impegno sociale.

È in corso di preparazione il terzo Bilancio di Sostenibilità, strumento con cui misura annualmente l’impatto della propria attività sull’ambiente, il territorio e le famiglie dei circa 600 soci riuniti oggi in una delle realtà cooperative più rappresentative delle zone di produzione del Prosecco.

Gli oltre 1000 ettari di vigneti si concentrano particolarmente nei territori considerati l’eccellenza della Docg Valdobbiadene: la collina del Cartizze e le Rive.

Scelte imprenditoriali coraggiose e lungimiranti hanno fatto della Cantina un modello di impresa 4.0. Negli ultimi anni è stato realizzato il completo aggiornamento tecnologico del reparto di ricezione delle uve, pressatura, flottazione, vinificazione e presa di spuma ovvero tutte le fasi fondamentali per la gestione ottimale dei grandi quantitativi di uve che i soci conferiscono alla Cantina in fase di vendemmia. Lo sforzo tecnologico è proporzionale alla volontà di rendere sempre più efficiente il processo produttivo, valorizzando al meglio l’eccellenza enologica del territorio con gli strumenti e la visione di una grande azienda del settore vitivinicolo nazionale, che proprio grazie alla sua natura di cooperativa è riuscita a raggiungere importanti traguardi.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER