• Trade

Le enoteche Vinarius alla scoperta del territorio Pavese

BANNER

Dopo l’assegnazione del nono Premio al Territorio, Vinarius e Paviasviluppo, azienda speciale della Camera di Commercio di Pavia, uniscono nuovamente le forze per l’organizzazione di un viaggio di approfondimento che porterà i membri dell’associazione delle enoteche italiane direttamente nel territorio vincitore: il Pavese. Realtà simbolo del mondo del vino italiano, quest’area è stata riconosciuta come meritevole per la sua spiccata vocazione vitivinicola, un rilevante paniere agroalimentare ma anche per la grande attenzione che è sempre stata data alle tematiche legate alla sostenibilità ambientale, alla valorizzazione delle tradizioni, della storia e all’accoglienza enoturistica. Un insieme di caratteristiche che gli enotecari Vinarius hanno potuto scoprire e approfondire grazie ad un ricco programma dal 7 al 9 maggio, comprensivo di masterclass, walk around tasting che hanno coinvolto circa 40 aziende del territorio, show cooking con degustazione di prodotti eccellenti come il risotto preparato con Carnaroli da Carnaroli pavese e molto altro.

Un viaggio al cuore dell’eccellenza del territorio Pavese, simbolo del vino italiano, per i soci delle enoteche Vinarius dal 7 al 9 maggio.

Un viaggio al cuore dell’eccellenza del territorio Pavese per i soci delle enoteche Vinarius

Un viaggio di approfondimento importante, arrivato dopo l’assegnazione del Premio al Territorio, avvenuta lo scorso 16 gennaio nella suggestiva cornice della Sala Caduti di Nassirya di Palazzo Madama a Roma durante la quale sono intervenuti il vicepresidente del Senato, Gian Marco Centinaio, il presidente dell’Associazione delle Enoteche Italiane, Andrea Terraneo, la presidente del Consorzio Tutela vini Oltrepò Pavese, Gilda Fugazza.

“È nella natura di Vinarius essere un’associazione presente sul territorio e queste occasioni di studio e approfondimento sono proprio un esempio concreto di come si traduce tale vocazione associativa”, sottolinea Andrea Terraneo, numero uno Vinarius, “per questo motivo ci siamo impegnati a organizzare questo stage, per poter dare ai nostri associati un’offerta di altissima qualità, dal respiro internazionale e con un legame sempre più profondo con i territori con i quali da tempo interloquiamo. Rappresentanza della categoria e formazione rimarranno sempre i capisaldi del mio lavoro da presidente della Vinarius”.

E Giovanni Merlino, commissario straordinario della Camera di Commercio di Pavia, gli fa eco:

“Il Premio al territorio è stata una bella sorpresa e rappresenta anche una grande opportunità per il territorio e per le nostre imprese vitivinicole che si fanno ambasciatrici della qualità delle eccellenze agroalimentari pavesi e fanno da traino alla promozione enogastronomica anche a livello turistico. La scelta dei premiati effettuata da Vinarius è pienamente condivisibile, anche se il nostro territorio è ricco di saperi e abilità che avrebbero meritato tale riconoscimento. Tutti e tre rappresentano egregiamente il nostro territorio con le loro straordinarie competenze”.

Un viaggio al cuore dell’eccellenza del territorio Pavese, simbolo del vino italiano, per i soci delle enoteche Vinarius dal 7 al 9 maggio.

Il viaggio è stato anche l’occasione per coinvolgere attivamente la realtà premiata e per consegnare il premio a tre figure simboliche che, con il loro lavoro, continuano a rappresentare il Territorio Pavese:

  • Giovanni Ricciardella, giovane chef che, con la sua cucina, interpreta il suo territorio di provenienza;
  • Gioachino Palestro, “maestro” dell’oca, da oltre 30 anni promuove con determinazione e passione gli antichi salumi della Lomellina, eccellenza Igp del pavese;
  • Mario Maffi, enologo, perito agrario e grande conoscitore dell’Oltrepò Pavese. 
Un viaggio al cuore dell’eccellenza del territorio Pavese, simbolo del vino italiano, per i soci delle enoteche Vinarius dal 7 al 9 maggio.
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER