• Collection

Quali sono i tre migliori Pinot Nero in Italia dell’annata 2020

BANNER

Ritorna l’appuntamento con la classifica che decreta le migliori espressioni d’annate del più nobile dei vitigni, preludio alla 25esima edizione delle Giornate del Pinot Nero che dal 19 al 22 maggio animeranno i due pittoreschi borghi vitivinicoli di Egna e Montagna, considerati roccaforti della più celebre uva a bacca nera in Alto Adige. Ecco quali sono i tre migliori Pinot Nero in Italia, dove spicca la Riserva Trattmann di Cantina Girlan sul gradino più alto del podio, e quali i Top per singole regioni per l’annata 2020.

La Riserva Trattmann di Cantina Girlan sul gradino più alto del podio tra i migliori Pinot Nero in Italia dell’annata 2020

Si preannunciava ricca di novità questa edizione numero 25 delle Giornate Altoatesine del Pinot Nero dedicate all’annata 2020 e così è stato. 

Venerdì 19 maggio, nella splendida cornice del Castello di Enn a Montagna, verranno infatti premiati i tre migliori Pinot Nero che hanno ottenuto il maggior punteggio oltre che, per la prima volta, anche i singoli vincitori delle zone viticole frutto di una attenta selezione che si è tenuta a metà aprile e realizzata per la prima volta, oltre che da enologi e giornalisti, anche da sommelier provenienti da tutta Italia. 

A salire sulla vetta del podio nella classifica generale svettano alcune eccellenze della produzione vinicola altoatesina: il Pinot Nero Riserva Trattmann della Cantina Girlan, il Pinot Nero Ludwig di Elena Walch e il Pinot Nero Riserva Puntay di Erste+Neue. 

La Riserva Trattmann di Cantina Girlan sul gradino più alto del podio tra i migliori Pinot Nero in Italia dell’annata 2020.

La classifica dei Top vini di Friuli Venezia-Giulia, Valle d’Aosta, Trentino, Piemonte e Lombardia

Di grande interesse la classifica per zone vinicole introdotta quest’anno per la prima volta proprio per valorizzare ed esaltare con forza il carattere nazionale che anima il Concorso. 

Per il Friuli Venezia-Giulia è stato premiato il Pinot Nero Casanova del Castello di Spessa, per la Valle d’Aosta il Pinot Nero Pierre di Cave Gargantua, per il Trentino il Pinot Nero Riserva dell’Azienda Agricola Sandri Arcangelo, per il Piemonte il Pinot Nero San Germano di  Marchesi Alfieri ed infine per la Lombardia il Pinot Nero Noir di Tenuta Mazzolino.

“Siamo entusiasti di questa rinnovata versione del Concorso Nazionale”, spiega Ines Giovanett, presidentessa del comitato organizzatore delle Giornate del Pinot Nero, “in quanto rispecchia la nostra volontà di rendere questa manifestazione, anno dopo anno, non solo una vera occasione per celebrare, conoscere ed approfondire le caratteristiche di questo vitigno così unico ma anche per rendere questo appuntamento una finestra rappresentativa della produzione nazionale e valorizzare quanto più possibile le diverse tradizioni e stili di produzione del Pinot Nero in Italia“.

“Un sentito grazie”, le fa eco Marc Pfitscher, vicepresidente del comitato e responsabile del Concorso, “va a tutti i produttori che con grandissimo entusiasmo quest’anno hanno aderito all’evento, mossi dal desiderio di portare in scena l’altissima qualità delle loro produzioni enologiche”.

La festa di premiazione del Concorso sarà il preludio all’inizio della 25esima edizione delle Giornate del Pinot Nero. Dal 19 al 22 maggio, durante le quattro giornate gli ospiti potranno prendere parte ad una ricercata degustazione tecnica, su prenotazione, durante la quale sarà messa a confronto la produzione nazionale di questo pregiato vitigno, partecipare ad una masterclass dedicata al Pinot Nero di Borgogna o iscriversi all’escursione Pinot Nero Experience, una passeggiata adatta a grandi e piccini che condurrà i visitatori alla scoperta dei paesaggi incantati di Mazzon e Egna. 

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER