• Eventi

Valpolicella: “La scuola nel Vigneto” vola sulle ali della fantasia 

BANNER

Sono popolati da streghe, paurosi maghi e creature leggendarie delle valli veronesi, come il “Bisso Galeto”, un animale fantastico con testa e corpo di gallo, spine e coda di serpente, le opere e i racconti elaborati dagli oltre 80 studenti e studentesse dell’Istituto Comprensivo di Negrar di Valpolicella nell’ambito del concorso artistico dal tema “Fiabe e racconti popolari della Valpolicella”, in seno alla IX edizione de “La Scuola nel Vigneto”, progetto didattico-sociale ideato, organizzato e promosso da Cantina Valpolicella Negrar in collaborazione con la scuola secondaria di 1° grado a indirizzo musicale negrarese e con il sostegno di Valpolicella Benaco Banca.

Giovedì 25 maggio scorso, nella sala convegni della Cantina, i giovani partecipanti sono stati premiati per il loro impegno alla presenza dei genitori, accolti dal benvenuto di Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar, Roberto Grison, sindaco di Negrar di Valpolicella, Angela Longo, dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Negrar, Francesco Rossignoli, dirigente scolastico dell’Istituto di istruzione superiore di Agricoltura “Stefani-Bentegodi” di San Floriano, un rappresentante di Grafical di Marano di Valpolicella e un consigliere di Valpolicella Benaco Banca. La premiazione è stata intervallata dalla proiezione di video elaborati dai ragazzi dell’Istituto e da tre momenti musicali, a cura dell’Orchestra IC Negrar diretta dal Maestro Andrea Stefanoni, e terminata con un momento conviviale offerto dalla Cantina. 

Il progetto in breve 

L’incontro tra la realtà produttivo-culturale della Cantina e quella educativa della scuola è finalizzato a promuovere nelle giovani generazioni l’interesse e la conoscenza della tradizione vitivinicola in Valpolicella, con i suoi aspetti storici e naturalistici. Ogni anno, fin dal 2012, con una pausa forzata di tre anni a causa della pandemia, a coronamento di un percorso formativo composto da visite in vigna e cantina, un laboratorio chimico-biologico all’Istituto Stefani-Bentegodi e una visita alla stamperia Grafical, studenti e studentesse delle secondi classi medie dell’IC Negrar vengono coinvolti in un concorso artistico per la realizzazione di disegni ispirati a temi tratti dalla cultura del territorio. I progetti premiati, selezionati da una commissione interna alla cantina, danno vita a vere etichette per la “capsule collection” La Scuola nel Vigneto. Ogni edizione prevede anche una finalità sociale. 

Insieme si può far tutto 

“Il progetto è ripartito dopo la pandemia a conferma di quanto Cantina Valpolicella Negrar, all’interno delle attività di responsabilità sociale d’impresa, punti sempre sulla formazione delle nuove generazioni. Nell’anno del 90°, lo abbiamo fatto con una nuova formula, che guarda ai lavori di gruppo anziché individuali o di coppia, come facevamo in precedenza, perché crediamo fortemente che lo spirito di collaborazione, insito nella nostra natura sociale, sia determinante per la crescita della persona, e soprattutto di questi giovani valpolicellesi, che oggi festeggiamo per il loro impegno e la loro creatività”, ha affermato Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar. 

Le opere premiate  

Le opere premiate – “El Bisso Galeto” sezione A, “Il misterioso Curarece” sezione B, “Una serata paurosa” sezione C e “La leggenda del Bisso Galeto” sezione D, hanno coinvolto la creatività dei ragazzi, attualmente in terza media. Fra tutti gli elaborati realizzati, per ogni classe sono stati selezionati una storia e un disegno. Le quattro storie ideate sono state il canovaccio per la realizzazione dei disegni delle etichette, mentre i testi adornano il pendaglio di 1200 bottiglie tra Valpolicella Doc Classico Biologico e Valpolicella Ripasso Doc Classico Domìni Veneti La Scuola nel Vigneto 2022, vendute nel wineshop della Cantina a Negrar di Valpolicella. “Grazie anche al supporto di Valpolicella Benaco Banca, quest’anno abbiamo scelto di sostenere l’IC Negrar con un finanziamento di circa 4.500 euro per l’acquisto di strumenti tecnologici utili alla formazione e alla sperimentazione degli studenti”, ha spiegato Michele Battistoni, referente del progetto per la Cantina. 

Favorire nei giovani la conoscenza e il rispetto ambientale del proprio territorio 

“Ringrazio il presidente di Cantina Valpolicella di Negrar, Renzo Bighignoli e i suoi collaboratori che, insieme a Valpolicella Benaco Banca, sostengono un’attività dal forte valore sociale e culturale per la scuola e la comunità. Ringrazio il sindaco Roberto Grison e il comune di Negrar di Valpolicella, che ha messo a disposizione i mezzi di trasporto per le uscite dei ragazzi partecipanti a La Scuola nel Vigneto. Ringrazio tutti i docenti che hanno partecipato, supportando e fornendo spunti interessanti e talvolta imprevisti, e naturalmente i ragazzi e le ragazze che hanno contribuito attivamente alla realizzazione di questo poliedrico progetto, profondendovi grande energia e motivazione”, ha dichiarato Angela Longo, dirigente scolastica dell’IC Negrar. 

Valpolicella: libertà alla fantasia 

“Con un approccio multidisciplinare, allievi e allieve sono stati stimolati a intervistare parenti e amici su leggende locali, elaborare scritti inerenti al territorio, raccogliere immagini, produrre schizzi naturalistici, sperimentare in modo scientifico e quant’altro la fantasia abbia suggerito loro” ha concluso la professoressa Manuela Menon, docente di Arte e Immagine e referente del progetto per l’IC Negrar.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER