• Trade

Sparkling Wines Session del Concours Mondial de Bruxelles: in Campania trionfa lo Champagne

Dello stesso argomento

BANNER

Sono stati annunciati i risultati della sessione dedicata ai Vins Effervescents del Concours Mondial de Bruxelles, tenutosi ad Agerola lo scorso weekend, ospite della Regione Campania. Protagoniste 960 bollicine da 25 paesi, in degustazione suddivise per batterie omogenee per denominazione o provenienza e per tipologia, con ben 306 etichette insignite di una medaglia. Palmares costellato di ori per la Champagne, la regione vinicola con la rappresentanza maggiore al Concorso, con una “delegazione” di 160 etichette che ha conquistato ben 96 medaglie, di cui 27 Médaille d’Or e 7 Grand Médaille d’Or. Ed è uno Champagne anche il vincitore del premio “Rivelazione” dell’anno, che ha conquistato il massimo dei punti: si tratta di Orpale Grand Cru 2008 di Champagne De Saint Gall. L’Italia non è stata però da meno nel corso della Sparkling Wines Session, portando a casa 80 Medaglie di cui 29 d’Oro: tra queste 4 Medaglie d’Oro sono state conquistate dalla regione Campania – con Dubl di Feudi di San Gregorio, doppietta di La Guardiense e Cantine Federiciane – un successo che porta con sé anche 5 Medaglie d’Argento. In Campania, ad oggi, si producono circa 2 milioni di bottiglie di spumanti, tra Metodo Classico e Martinotti, in oltre 60 aziende.

Sparkling Wines Session del Concours Mondial de Bruxelles, non solo Champagne: bene anche l’Italia, con la Campania tra i vincitori.

Sparkling Wines Session del Concours Mondial de Bruxelles: bene anche l’Italia, con la Campagna tra i vincitori

La sessione dedicata agli Sparkling Wines del Concours Mondial de Bruxelles ha visto protagonista per tre giorni di grande lavoro una giuria internazionale di esperti degustatori, in un contesto splendido quale quello del paesaggio della Costiera Amalfitana, ad Agerola.

Per i 50 membri della giuria arrivati in Campania da tutto il mondo è stato organizzato – grazie all’impegno dei Consorzi di Tutela del vino e in particolare del Consorzio Tutela Vini Vesuvio, Vitica- Consorzio Tutela Vini Caserta e Consorzio Tutela Vini Salernum Vites – un intenso programma. 

Sparkling Wines Session del Concours Mondial de Bruxelles, non solo Champagne: bene anche l’Italia, con la Campania tra i vincitori.

“La Campania si è rivelata ancora una volta protagonista del buono e del bello”, ha commentato in occasione della serata conclusiva della manifestazione l’Assessore all’Agricoltura della Regione Campania Nicola Caputo. 

“Abbiamo un patrimonio inestimabile fatto di grande biodiversità, che è evidente già nei paesaggi della nostra splendida regione in cui montagna, colline, città d’arte, mare e isole offrono ai visitatori un’esperienza unica”. 

“La nostra storia e tradizioni si declinano oggi in una produzione agroalimentare di grande qualità, confermata dal grande apprezzamento anche a livello internazionale per le nostre Dop – tra cui la Mozzarella di Bufala Campana, il Pomodoro San Marzano e il Pomodorino del Piennolo e le tante Dop degli Oli extravergine – insieme alle nostre Igp tra cui il Limone Costa d’Amalfi e Sorrento e l’Olio Campania che recentemente ha ottenuto l’Igp regionale, a dimostrazione della necessità di fare sistema per poter valorizzare la riconoscibilità del Brand Campania soprattutto all’estero. Una iniziativa che l’Assessorato ha proposto anche con un progetto di Dop per il vino campano, per favorire azioni di promozione che portino ad accrescere il valore e la riconoscibilità del brand della viticoltura campana sui mercati mondiali”.

“Il Concours Mondial de Bruxelles è stata un’ottima opportunità per raccontare il vino campano, una delle tante iniziative messe in campo, anche grazie al presidente De Luca, per fare sinergia tra produzione agricola ed enogastronomia, allo scopo di valorizzare sempre più le produzioni campane in Italia e nel mondo”.

Qui il link all’elenco di tutti i vincitori tra i vini premiati sul sito del Concours Mondial de Bruxelles.

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER