• Story

Degustare a 2173 metri: dove nasce la Cuvée des Guides di Cave Mont Blanc, il Metodo Classico della cantina più alta d’Europa

BANNER

C’è una frase che sintetizza alla perfezione quella che è l’anima e lo spirito di Cave Mont Blanc. Le parole sono dell’abbé Alexandre Bougeat, il parroco di Morgex fino al 1971 cui si deve il perfezionamento di quel Blanc de Morgex che Veronelli indicava come il vino bianco che avrebbe salvato in caso di una catastrofe cosmica. Ed è stato proprio il curato ad aver tracciato per primo la via della viticoltura moderna in Valle d’Aosta. Un mondo che così descriveva: “Les plus hauts vignobles d’Europe au gré des avalanches”. Cioè: le vigne situate più in altitudine in Europa, giusto a ridosso, dunque alla discrezione, delle valanghe. Una sintesi perfetta che testimonia cosa significhi nel concreto viticoltura eroica. Qui, ai piedi del Monte Bianco, dove quelle che ancora oggi sono circa 70 famiglie coltivano con passione 18 ettari di vigneti. A fare da sfondo sono le montagne, ma il colore lo regala una particolarissima uva a bacca bianca: quel Prié Blanc, vitigno autoctono valdostano che cresce tra i 900 e i 1.200 metri d’altezza, su terrazzamenti che delineano il profilo Sud di una valle che si orienta da Est a Ovest, dettaglio fondamentale per comprendere come a queste altitudini, perennemente esposto alla luce solare, il frutto riesca a maturare alla perfezione. E oggi, grazie a uno speciale progetto firmato dai vigneron della principale cooperativa vinicola a queste latitudini, è uno spumante che arriva direttamente dai ghiacciai che vi portiamo a scoprire: parliamo del Metodo Classico Cuvée des Guides, lo spumante che nasce nella cantina più alta d’Europa a quota 2173 metri s.l.m.

La cantina più alta d’Europa: come nasce la Cuvée des Guides di Cave Mont Blanc 

È a 2173 metri, presso il Pavillon du Mont Fréty, la prima stazione delle Funivie Skyway Monte Bianco, che è situata la cantina più alta d’Europa.

Qui, infatti, nasce la speciale Cuvée des Guides, uno spumante Metodo Classico di rara unicità. Il frutto di un progetto di spumantizzazione che si sviluppa direttamente in quota, nato nel 2003 e che dal 2015 ha la sua “casa” qui sulle pendici del Monte Bianco.

Un luogo aperto al pubblico, che vi portiamo a scoprire con noi e che lega Cave Mont Blanc e la Società delle Guide Alpine di Courmayeur.

Una bollicina davvero unica, la Cuvée des Guides, nata per comprendere come i bianchi pendii della montagna contribuiscano all’essenza dei vini e le caratteristiche della speciale location dove avviene l’affinamento influenzino e determinino la qualità del perlage, che in conclusione risulterà più fine e delicato dopo il dégorgement che non avviene mai prima di 36 mesi.

Come abbiamo potuto verificare direttamente in una degustazione in quota, che ha avuto come prima protagonista proprio la Cuvée des Guides Pas Dosé, annata 2020, sboccata a marzo 2023.

Qui la bollicina è cineticamente diversa, facendo denotare una maggiore finezza. A quota 2173 metri, infatti, le temperature nella cantina di Cave Mont Blanc variano dai 10°C a 13°C, con un delta relativamente basso e contribuendo a un’evoluzione differente e ancora tutta da decifrare nei suoi termini più tecnici.

Se è vero, infatti, che degustare risulti diverso in quota, dove ci è stato spiegato la bollicina reagisce in maniera differente nel calice per via del fatto che c’è meno pressione di contrasto, dunque può risultare esserci meno bolla, a questa altitudine a mutare è anche la percezione della sapidità del vino.

Noi abbiamo avvertito la mineralità fumé della Cuvée des Guides Pas Dosé, un’acidità che sfuma in percezione retrolfattiva dove si avverte il miele e sentori di campo. Diretto, delicato, sapido, cristallino, elegante, fine, salivante: un Metodo Classico che merita di essere scoperto e che parla della grandezza del Prié Blanc, anche nella sua versione spumeggiante.

Degustare a 2173 m sul Monte Bianco: dove nasce la Cuvée des Guides di Cave Mont Blanc, il Metodo Classico della cantina più alta d’Europa.
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER