• Story

Villa Sandi si conferma la cantina più bella del Veneto 

Dello stesso argomento

BANNER

Villa Sandi si conferma la cantina più bella del Veneto. E lo fa, conquistando un bis tra le 100 destinazioni vitivinicole che offrono la migliore esperienza enoturistica al mondo. Una speciale classifica annuale, che premia per il secondo anno consecutivo la realtà di Crocetta del Montello guidata dalla famiglia Moretti Polegato. Non solo: Villa Sandi fa un importante passo in avanti, scalando la Top 100 della World’s Best Vineyards dal 70esimo al 54esimo posto a livello globale e ribadendo il proprio posizionamento tra le più belle aziende vitivinicole che i wine lover dovrebbero visitare almeno una volta nella vita.

“Essere per la seconda volta all’interno di una classifica internazionale di così grande prestigio è un risultato prezioso, che conferma l’impegno profuso in tanti anni di lavoro nell’ottica di promuovere il valore dell’accoglienza”, spiega il presidente Giancarlo Moretti Polegato. 

“Siamo molto legati al nostro territorio, alla storia di queste terre generose diventate scrigno di tradizioni radicate nel tempo e che dobbiamo continuare a raccontare e valorizzare anche attraverso la qualità dei nostri vini. Crediamo che proprio il vino sia un veicolo d’eccellenza, capace di condividere un patrimonio di bellezze, di natura e di sapori che ci impegniamo a custodire attraverso il nostro lavoro quotidiano”.

Top 100 della World’s Best Vineyards: Villa Sandi si conferma la cantina più bella del Veneto, unica in classifica tra le destinazioni.

Top 100 della World’s Best Vineyards: Villa Sandi unica cantina del Veneto in classifica

La Top 100 della World’s Best Vineyards viene stilata sulla base delle nomine raccolte da 500 tra giornalisti, sommelier, esperti di viaggi ed enoturismo provenienti da tutto il mondo. 

Gli elettori sono riuniti in una accademia di voto a cui viene chiesto di nominare le migliori esperienze di accoglienza in una realtà vitivinicola che hanno vissuto dal 1° gennaio 2016 ad oggi. I giurati, che votano in modo anonimo, sono coordinati da 22 responsabili ciascuno competente rispetto a una macroarea vitivinicola stabilita di anno in anno. Almeno il 25% dei relatori di ciascuna regione cambia ogni anno la zona di riferimento per garantire imparzialità e nuove prospettive.

Oltre al valore architettonico e paesaggistico delle tenute, la Voting Academy composta da 500 esperti scelti da William Reed Business Media, considera una serie di elementi fondamentali come il percorso enoturistico offerto, l’accessibilità degli spazi, l’attenzione all’ambiente, la competenza del personale, la reputazione dell’azienda e la gastronomia.

Quest’anno Villa Sandi ha scala ulteriormente la graduatoria finale, salendo dal 70esimo al 54esimo posto. Insieme a lei, tra le più riconosciute aziende vitivinicole del Bel Paese presenti nella World’s Best Vineyards 2023, anche Ferrari Trento, Castello Banfi, Tenuta Cavalier Pepe, Donnafugata, Tenuta San Leonardo e Ceretto, mentre Antinori, trionfatore 2022, ha fatto il suo ingresso nella Hall of Fame. 

La migliore esperienza enoturistica tra le colline patrimonio Unesco di Conegliano e Valdobbiadene

Tra i protagonisti principali delle colline patrimonio Unesco di Conegliano e Valdobbiadene, da sempre Villa Sandi riveste un ruolo di primo piano. Uno status, quello della realtà della famiglia Moretti Polegato, oggi più che mai confermato.

La valorizzazione e la promozione del territorio da parte di Villa Sandi è partita dall’apertura al pubblico fin dai primi anni ’90 della seicentesca dimora di scuola palladiana da cui l’azienda vitivinicola prende il nome e che oggi è sede del Gruppo. 

La realtà della famiglia Moretti Polegato, che con i suoi vigneti si inserisce nel paesaggio delle colline da Valdobbiadene a Conegliano, racconta così il legame storico fra arte, architettura ed agricoltura della terra veneta, rivisitando la tradizione delle ville venete, in passato sede di convivi e cenacoli culturali. 

Top 100 della World’s Best Vineyards: Villa Sandi si conferma la cantina più bella del Veneto, unica in classifica tra le destinazioni.

Il piacere di condividere si traduce in un’ampia proposta di visite esperienziali. Dai primi passi nel mondo del Prosecco alla masterclass sulle diverse denominazioni delle bollicine venete, passando per gli spumanti del Metodo Classico Opere fino ai tour delle vigne e delle colline del Prosecco, anche in e-bike. 

Inoltre, i vigneti della Tenuta di Crocetta del Montello, che si trovano a pochi passi dalla Villa, ospitano una Palestra in Vigna, percorso fitness immerso in uno spazio verde certificato Biodiversity Friend dove svolgere esercizio fisico all’aria aperta in un ambiente sano. 

La proposta di ospitalità sul territorio di Villa Sandi è, infine, completata da Locanda Sandi, dove fare esperienza dell’accoglienza, dei profumi e dei sapori tipici della cucina trevigiana all’interno della Tenuta di Valdobbiadene, affacciata su un parco circondato da un orizzonte di vigneti.

Top 100 della World’s Best Vineyards: Villa Sandi si conferma la cantina più bella del Veneto, unica in classifica tra le destinazioni.

Le colline del Conegliano Valdobbiadene Docg nell’interpretazione di Villa Sandi

È una missione, questa di farsi ambasciatore di uno scenario unico, che per Villa Sandi si è esplicita con ancora maggiore forza proprio nei successi che hanno costellato l’ultimo anno della cantina di Crocetta del Montello. 

Quella delle bollicine “Superiori” del Prosecco delle colline Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2019, è d’altronde una “fama” che va coltivata e supportata, come dimostrano le numerose iniziative che hanno visto in questi ultimi mesi protagonista proprio Villa Sandi nella diffusione del verbo della Docg Conegliano Valdobbiadene. 

Come dimostra ulteriormente l’apertura al pubblico del wine bar Villa Sandi & deCanto all’Aeroporto Marco Polo di Venezia, dove appositi Qr Code trasportano i viaggiatori di passaggio per il Terminal alla scoperta delle unicità gastronomiche e dei vini dell’azienda, dando vita a un’esperienza immersiva che conduce fin sui ripidi pendii di Valdobbiadene e del cru Cartizze. 

“Gli aeroporti sono il primo biglietto da visita di un territorio, oltre che una grande occasione per attirare attenzione e visibilità: si pensi che al solo Marco Polo di Venezia quest’anno transiteranno 12 milioni di passeggeri da tutto il mondo”, sottolinea il presidente Polegato.

“Con Villa Sandi abbiamo investito molto sull’hospitality, segnando ogni giorno che passa un incremento nelle visite e offrendo un contributo concreto nella diffusione della cultura del vino, in primis del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg”. 

Top 100 della World’s Best Vineyards: Villa Sandi si conferma la cantina più bella del Veneto, unica in classifica tra le destinazioni.

Ora, a consolidare l’ampliarsi degli orizzonti in termini di visibilità, la riconferma di Villa Sandi tra le destinazioni italiane dell’enoturismo premiate nella speciale classifica delle World’s Best Vineyards. Unica cantina in Veneto. 

“Un riconoscimento che non arriva per caso: abbiamo sostenuto con diversi investimenti negli anni questo percorso che oggi è ripagato da un’affermazione internazionale che ci ha reso particolarmente orgogliosi. Quel che proponiamo, infatti, va ben oltre il vino e spazia dalla visita alla nostra sede, una splendida villa veneta del 1622, all’assaggio delle nostre bollicine, che guardano oltre il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg con il Metodo Classico Opere, fino alla Locanda Sandi, immersa tra le colline Patrimonio Unesco”, conclude Giancarlo Moretti Polegato. 

“Abbiamo molto da far vedere e credo Villa Sandi abbia dato uno stimolo a tanti all’interno della Denominazione come esempio virtuoso di quanto sia importante investire sull’ospitalità e trovare soluzioni che permettano di promuovere una crescita per l’intero territorio”.

Una bellezza che poi crea ambasciatori in tutto il mondo di questo angolo vocato d’Italia e dei suoi vini.     

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER